Il ruolo dell’operatore sanitario nei casi di fragilitÀ e vulnerabilitÀ pediatrica

Un corso di B&C CONSULTING SRL.

L’iniziativa formativa è composta da un unico modulo della durata di 16 ore e si svolgerà completamente in presenza. Il modulo è articolato in 2 unità didattiche: • La prima unità didattica in tende fornire e promuovere la conoscenza e l’acquisizione di strumenti applicabili, sensibili e specifici che rilevino le condizioni di fragilità socio-sanitaria e lo stato di salute pediatrica. Questa unità didattica avrà una durata di 8 ore di cui 3 teoriche e 5 di esercitazioni pratiche. • La seconda unità didattica è il conseguente addestramento che l’operatore deve fornire al caregiver-genitore, indispensabile per la gestione di patologie invalidanti ad elevata complessità assistenziale e potenziale instabilità clinica Questa unità didattica avrà una durata di 8 ore di cui 3 teoriche e 5 di esercitazioni pratiche. Alla fine del modulo è prevista una prova di verifica teorica (test di apprendimento) e una prova pratica.

L’obiettivo generale dell’iniziativa formativa è potenziare la capacità del sistema bambino-genitore di proseguire il percorso di cura e di autocura e di identificare le aree di fragilità emergenti, al fine di condividere lo sviluppo di tali capacità con la rete di cura territoriale. Il primo obiettivo specifico è promuovere la conoscenza e l’acquisizione di strumenti applicabili, sensibili e specifici che rilevino le condizioni di fragilità socio-sanitaria e lo stato di salute pediatrica. Il secondo obiettivo specifico è il conseguente addestramento del caregiver-genitore, indispensabile per la gestione di patologie invalidanti ad elevata complessità assistenziale e potenziale instabilità clinica.

• Capacità dell’operatore sanitario di riconoscere l’appartenenza del malato in età pediatrica ad una famiglia in stato di vulnerabilità;
• Capacità dell’operatore di stabilire relazioni proattive con la famiglia e i care-giver del paziente cronico minore;
• Capacità di stabilire relazioni con la rete dei servizi sociali che, eventualmente, hanno in carico la famiglia del paziente minore

Al termine del modulo sarà condotta una verifica dell’apprendimento attraverso un TEST STRUTTURATO ed una “PROVA PRATICA IN SIMULATA”.
La prova consisterà in una simulazione da svolgere in un tempo congruo, durante il quale saranno valutate le competenze acquisite relativamente al trattamento della disfagia.
La prova sarà aggiuntiva rispetto al test di apprendimento. Il superamento di entrambe le prove consentirà di ottenere la “DICHIARAZIONE DI COMPETENZE” rilasciata dall’attuatore.

Daniela Piras

formazione@bcconsulting.it

FRAGILITÀ E VULNERABILITÀ PEDIATRICA

Il modulo è articolato in 2 unità didattiche della durata di 8 ore ciascuna. All’interno del modulo verranno dedicate 6 ore agli aspetti teorico-procedurali e 12 ore alle esercitazioni pratiche. All’interno del modulo verranno trattati i seguenti contenuti: • La cronicità pediatrica – Fragilità del soggetto e sue specificità; • La cronicità pediatrica all’interno di famiglie vulnerabili; • La rete dei servizi sociali e specificità dei singoli servizi; • L’addestramento dei familiari e dei care-giver sulla gestione delle fasi acute nel soggetto cronico in età pediatrica, degli stili di vita adeguati a sostegno e promozione dello stato di salute; sull’identificazione precoce degli sviluppi neuro- psichiatrici o dei comportamenti a rischio inserimento/mantenimento del bambino nel contesto sociale e sull’identificazione delle eventuali situazioni critiche e dei loro meccanismi d’insorgenza.

Destinatari

I destinatari del modulo sono Infermieri, Operatori socio-sanitari (OSS), Ausiliario socio-assistenziale (ASA), Tecnici della riabilitazione, che operano all’interno di cliniche e strutture di assistenza territoriale. In base al CCNL di riferimento (CCNL per il personale dipendente delle strutture sanitarie associate AIOP, ARIS E FDG) le posizioni previste coerenti con il target group sono le seguenti: A3 e A4: Ausiliario socio sanitario specializzato AUSILIARIO SPECIALIZZATO; Assistente ed Accompagnatore per disabili AUSILIARIO SPECIALIZZATO B e B1: Ausiliari socio-sanitari specializzati; B3 e B4: Operatore socio sanitario; C1, C2, C3 e C4: infermiere generico D, D1, D2, D3 e D4: Personale infermieristico; personale della riabilitazione; DS, DS1, DS2, DS3, DS4: Caposala; Coordinatore di area riabilitativa e tecnico-sanitaria

Obiettivi dell’apprendimento

In base agli obiettivi specifici dell’iniziativa, sono stati individuati i seguenti obiettivi di apprendimento: • Conoscenza delle implicazioni socio-psicologiche implicite nel trattamento del soggetto pediatrico cronico; • Saper attivare relazioni positive con i familiari del paziente pediatrico e con gli altri eventuali care-giver; • Saper attivare relazioni positive con gli eventuali operatori sociali che hanno in carico il caso; • Saper trasferire ai familiari e agli altri eventuali care-giver le competenze minime necessarie per la gestione delle fasi acute nel soggetto cronico in età pediatrica, degli stili di vita adeguati a sostegno e promozione dello stato di salute; sull’identificazione precoce degli sviluppi neuro- psichiatrici o dei comportamenti a rischio inserimento/mantenimento del bambino nel contesto sociale e sull’identificazione delle eventuali situazioni critiche e dei loro meccanismi d’insorgenza

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo è progettato e erogato con una metodologia integrata, che prevede un'alternanza di metodologie di carattere cognitivo e di carattere attivo. La metodologia didattica di carattere Cognitivo sarà centrata sul contenuto dell’argomento oggetto del modulo, quindi lo strumento didattico sarà la lezione frontale. La metodologia di carattere Attivo avrà invece l’obiettivo di facilitare l'apprendimento attraverso confronti in plenaria, esercitazioni, analisi dei casi, studio di Case-History.

Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.