La gestione della spedizione, dei trasporti e degli adempimenti doganali

Un corso di CFLI – CENTRO DI FORMAZIONE LOGISTICA INTERMODALE SCARL.

Alla luce dei fatti accaduti negli ultimi tre anni (pandemia e invasione dell’Ucraina da parte della Federazione Russa) gli operatori che lavorano con i paesi membri dell’UE e con i paesi esterni alla UE si troveranno di fronte a nuove sfide. Bloomberg (https://www.bloomberg.com) ha calcolato che un quarto delle spedizioni mondiali di grano e circa un quinto di mais sono ora a rischio di non essere più consegnate. Il conflitto e la mancanza di fiducia tra paesi e investitori mineranno gli investimenti e il commercio, scatenando un ritiro generale dall’interdipendenza internazionale e l’Europa sarà un’area più ricca di scambi interni; facilmente la guerra ucraina creerà blocchi commerciali “regionali” basati o sulle diverse valute di scambio oppure su un nuovo ordine mondiale multi- o bipolare con due o più potenze economiche. Per affrontare le sfide di questo nuovo scenario del commercio mondiale si è deciso di offrire agli operatori logistici un percorso strutturato in materia doganale in grado di trattare in maniera completa la materia, all'interno del quale sarà possibile, inoltre, scegliere l'argomento da approfondire partecipando ad uno o più moduli previsti. Tale percorso sarà poi integrato con un modulo sulle pratiche contrattuali commerciali internazionali (Incoterms) e da un approfondimento sulle assicurazioni marittime. L'intervento sarà, infine, completato con un modulo sui finanziamenti nel settore trasporti e PNRR ed uno rivolto a "juniors" sul trasporto aereo.

Alla luce dei cambiamenti di scenario nel commercio internazionale e delle pratiche operative di sdoganamento in entrata e in uscita, l’iniziativa si propone di rispondere alle esigenze del personale di addetto alle spedizioni e/o alle operazioni doganali conseguendo i seguenti obiettivi formativi: 1. Rendere familiare l’analisi del diritto doganale e dei relativi adempimenti nelle operazioni di import/export al fine di individuare gli aspetti cruciali che potrebbero portare alla nascita di un contenzioso doganale; 2. Avere una comprensione del sistema doganale comunitario e degli effetti sul regime IVA non solo italiano, ma anche de principali paesi europei; 3. Contribuire alla consapevolezza della responsabilità nella riduzione dei costi aziendali e conoscere i meccanismi, le tecniche doganali e fiscali delle transazioni commerciali con l’estero al fine di comprendere i limiti ed i vantaggi derivanti dal corretto utilizzo di tali strumenti; 4. Far crescere la sensibilità operativa nell’identificare fasi ed elementi in cui è più facile si presentino rischi nelle operazioni doganali e, dunque, come l’operatore dovrà affrontare queste fasi riducendo il rischio per sé e per il proprio cliente 5. Far acquisire all’operatore la capacità di applicare l’incoterms più adatto e di gestire in maniera corretta le relative assicurazioni; 6. Trasmettere la capacità di organizzare una trasporto aereo 6. Illustrare le principali opportunità di finanziamento per il settore

A partire dall’analisi dei casi verranno affrontati i seguenti argomenti: Royalties e valore doganale; Franchigia doganale per le importazioni di DPI Scambi con il Regno Unito: fiscalità doganale da assolvere al momento dello sdoganamento; la nuova classificazione doganale dei prodotti; I regimi doganali e le pratiche di quantificazione, dichiarazione e contabilizzazione dell’IVA; Controlli doganali e procedimento di accertamento; Incoterms e assicurazioni marittime; Pnrr, tact rules e AWB.

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Enrico Morgante

enrico.morgante@cfli.it

NORMATIVA DOGANALE GENERALE E RELATIVO IMPATTO SUI SOGGETTI CHE INTERVENGONO NELLE OPERAZIONI DOGANALI

Partendo da casi concreti e dall’analisi specialmente dei processi in import, il formatore metterà in luce gli effetti giuridici ed operativi sui diversi soggetti che partecipano alle operazioni doganali, partendo dalla grande distinzione tra soggetto passivo e soggetto attivo così come esposta nel Codice unionale. Più si estende l’orizzonte di analisi, più aumenta la specificità dei casi, di solito effetto della tipologia di merce, del suo valore attribuibile in dogana, della destinazione della merce e cioè della catena di appartenenza. Attraverso una scelta di casi che verrà realizzata dagli stessi partecipanti al corso, il formatore svilupperà, con il supporto dei partecipanti medesimi, le soluzioni possibili e la soluzione migliore e ipotizzerà le variabili che intervengono e che determinano i cambiamenti operativi. Essendo il corso realizzato con piattaforma FAD, prima dell’avvio verrà inviato agli iscritti al corso una piccola “Guida all’uso di zoom meeting”.

Destinatari

Destinatari del modulo sono gli addetti alle pratiche doganali presso spedizionieri doganali e aziende di trasporto che applicano il CCNL logistica, trasporti e spedizioni. Potranno beneficiare del presente modulo anche i dipendenti di imprese di produzione che gestiscono direttamente operazioni di import/export ai quali si applica il CCNL di comparto. Nell'ambito di quest'ultime i profili aziendali interessati sono: responsabili della logistica, responsabili delle spedizioni, responsabili amministrativi, responsabili fiscali, responsabili della qualità, responsabili o addetti alla supply chain, ogni altra figura alla quale l’azienda attribuisce responsabilità per questioni doganali.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo si propone l’obiettivo di aumentare la familiarità con un modo di giudicare per il quale l’agire e la decisione rientrano anche all’interno di competenze di carattere giuridico che distinguono le responsabilità, ma insieme corresponsabilizzano i diversi soggetti che operano all’interno di un trasporto internazionale. L’approccio giuridico partirà dalla distinzione di base tra soggetto passivo e soggetto attivo, per poi sviluppare le modalità comunicative e le attribuzioni di responsabilità ai diversi stakeholder che partecipano ad una spedizione internazionale sempre in riferimento alla tutela della tipologia di merce, della destinazione doganale e dei regimi come regolamentato dal Codice unionale.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti avranno alle spalle almeno due anni di esperienza lavorativa in stretto contatto con l’autorità doganale, il docente/formatore opererà più da facilitatore che da docente utilizzando le tecniche di problem solving. Come già detto, i casi saranno costruiti ad hoc per affrontare in un ambiente di simulazione le problematiche che potrebbero insorgere e a cui gli operatori dovranno dare in tempi rapidi una risposta.
ACCORDI E TRATTATI INTERNAZIONALI – ORIGINE, CLASSIFICA E VALORE DELLE MERCI – REGIMI E PROCEDURE DOGANALI

Le 24 hh sono divise in quattro parti, ognuna delle quali è dedicata ad una o più tematiche e conclusa con case studies e soluzioni/orientamenti della giurisprudenza Ue. La formazione avviene tramite FAD e piattaforma Zoom; viene utilizzato materiale multimediale non solo in lingua italiana, ma anche in lingua inglese; i partecipanti potranno intervenire per chiedere informazioni e chiarimenti. Verranno scelti contributi significativi adatti a svolgere gli argomenti oggetto del corso. Il docente sarà un funzionario dell'Agenzia delle dogane

Destinatari

Destinatari del modulo sono gli addetti alle pratiche doganali presso spedizionieri doganali e aziende di trasporto che applicano il CCNL logistica, trasporti e spedizioni. Potranno beneficiare del presente modulo anche i dipendenti di imprese di produzione che gestiscono direttamente operazioni di import/export ai quali si applica il CCNL di comparto. Nell'ambito di quest'ultime i profili aziendali interessati sono: responsabili della logistica, responsabili delle spedizioni, responsabili amministrativi, responsabili fiscali, responsabili della qualità, responsabili o addetti alla supply chain, ogni altra figura alla quale l’azienda attribuisce responsabilità per questioni doganali.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo si propone l’obiettivo di accompagnare lo sviluppo e il rafforzamento di competenze evolute per gestire, con perizia, le operazioni doganali, di import ed export, applicando la normativa, le procedure e la documentazione utile e prescritta, elevando nel contempo la qualità del servizio al cliente.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti saranno operatori già impegnati in attività doganale a stretto contatto con l’Agenzia il docente/formatore opererà più da facilitatore che da docente utilizzando le tecniche di problem solving. Tra l’analisi di un caso e l’altro, il formatore inserirà le nozioni utili per chiarire l’andamento delle soluzioni dei casi medesimi.
ACCERTAMENTO DOGANALE: CONTRADDITTORIO E CONTENZIOSO

Le 12 hh sono divise in due parti, una dedicata al contraddittorio e la seconda al contenzioso; l’analisi dei due procedimento è accompagnata da case studies e soluzioni/orientamenti della giurisprudenza Ue. La formazione avviene tramite FAD e piattaforma Zoom; viene utilizzato materiale multimediale non solo in lingua italiana, ma anche in lingua inglese; i partecipanti potranno intervenire per chiedere informazioni e chiarimenti. Verranno scelti contributi significativi adatti a svolgere gli argomenti oggetto del corso. Il corso sarà tenuto da un funzionario dell'Agenzia delle dogane

Destinatari

Destinatari del modulo sono gli addetti alle pratiche doganali presso spedizionieri doganali e aziende di trasporto che applicano il CCNL logistica, trasporti e spedizioni. Potranno beneficiare del presente modulo anche i dipendenti di imprese di produzione che gestiscono direttamente operazioni di import/export ai quali si applica il CCNL di comparto. Nell'ambito di quest'ultime i profili aziendali interessati sono: responsabili della logistica, responsabili delle spedizioni, responsabili amministrativi, responsabili fiscali, responsabili della qualità, responsabili o addetti alla supply chain, ogni altra figura alla quale l’azienda attribuisce responsabilità per questioni doganali.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo si propone l’obiettivo di accompagnare lo sviluppo e il rafforzamento di competenze evolute per gestire, con perizia, le operazioni doganali, di import ed export, applicando la normativa, le procedure e la documentazione utile e prescritta, elevando nel contempo la qualità del servizio al cliente. In particolare, questo modulo è dedicato alla conoscenza delle fasi e procedure che devono essere messe in campo dagli spedizionieri doganalisti in caso di controlli generanti contraddittori o contenziosi. Chi svolge i servizi di sdoganamento deve essere a conoscenza di quali siano le condizioni per le quali sorge un contenzioso, poi dovrà sapere come affrontarlo e fino a dove giungano le competenze di un doganalista e, se del caso, di quali altre figure ci si dovrà servire. Il modulo intende orientare efficacemente l’operatore rispondendo a queste domande.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti sono persone esperte che da anni operano a contatto con l’Agenzia, il docente/formatore opererà più da facilitatore che da docente utilizzando le tecniche di problem solving. Tra l’analisi di un caso e l’altro, il formatore inserirà le nozioni utili per chiarificare l’andamento delle soluzioni dei casi medesimi.
L’IVA NEGLI SCAMBI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI

Il modulo di 8 hh è un corso pratico online, costituito da 4 lezioni costruite con videolezioni, materiale didattico, slides di sintesi e test di valutazione. La formazione avviene tramite FAD e piattaforma Zoom; viene utilizzato materiale multimediale non solo in lingua italiana, ma anche in lingua inglese; i partecipanti potranno intervenire per chiedere informazioni e chiarimenti. Verranno scelti contributi significativi adatti a svolgere gli argomenti oggetto del corso.

Destinatari

Destinatari del modulo sono i dipendenti di imprese di produzione con le seguenti mansioni: responsabili amministrativi, responsabili fiscali, responsabili o addetti alla supply chain, responsabili della logistica, addetti al controllo di gestione. Essendo le aziende trasversali alle categorie economiche il CCNL applicato sarà quello del relativo comparto. Saranno inoltre destinatari dell'iniziativa i dipendenti delle imprese di logistica, trasporti e spedizione con responsabilità doganali e/o contabili-amministrative che operano nell'ambito del CCNL logistica, spedizioni e trasporti.

Obiettivi dell’apprendimento

La frequenza del modulo si propone i seguenti obiettivi: Comprendere le regole relative all’applicazione dell’IVA nelle operazioni con altri Paesi UE; Comprendere i principi alla base della territorialità dell’IVA; Comprendere le conseguenze dei trasferimenti di beni in un altro Paese membro; Individuare gli adempimenti IVA connessi con gli acquisti intracomunitari ed extra comunitari; Individuare gli adempimenti IVA connessi con le cessioni intracomunitarie; Compilare correttamente i relativi quadri dei prospetti obbligatori

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti avranno alle spalle almeno due anni di esperienza lavorativa in stretto contatto con l’autorità doganale, il docente/formatore opererà più da facilitatore che da docente utilizzando le tecniche di problem solving. Tra l’analisi di un caso e l’altro, il formatore inserirà le nozioni utili per chiarificare l’andamento delle soluzioni dei casi medesimi.
GESTIONE E ANALISI DEI RISCHI IN MATERIA DOGANALE E IL CORRETTO UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI

Il modulo di 8 hh è un corso pratico online, costituito da 4 lezioni da 2 ore costruite con videolezioni, materiale didattico, slides di sintesi e test di valutazione. La formazione avviene tramite FAD e piattaforma Zoom; i partecipanti potranno intervenire per chiedere informazioni e chiarimenti. Verranno scelti contributi significativi adatti a svolgere gli argomenti oggetto del corso. Verrà utilizzate la piattaforma online dell’Agenzia delle Dogane e, dunque, anche la manualistica in essa presente sulla base degli step di aggiornamento occorsi dal 2016. Il corso sarà tenuto da un funzionario dell'Agenzia delle dogane

Destinatari

Destinatari del modulo sono gli addetti alle pratiche doganali presso spedizionieri doganali e aziende di trasporto che applicano il CCNL logistica, trasporti e spedizioni. Potranno beneficiare del presente modulo anche i dipendenti di imprese di produzione che gestiscono direttamente operazioni di import/export ai quali si applica il CCNL di comparto. Nell'ambito di quest'ultime i profili aziendali interessati sono: responsabili della logistica, responsabili delle spedizioni, responsabili amministrativi, responsabili fiscali, responsabili della qualità, responsabili o addetti alla supply chain, ogni altra figura alla quale l’azienda attribuisce responsabilità per questioni doganali.

Obiettivi dell’apprendimento

La frequenza del modulo si propone i seguenti obiettivi: utilizzare in maniera ottimale la piattaforma dell’Agenzia delle Dogane per la propria attività e lo svolgimento del servizio di sdoganamento per i propri clienti; anticipare in sede formativa i cambiamenti operativi che saranno richiesti dai cambiamenti recentemente introdotti e che saranno introdotti nel futuro prossimo dalle istituzioni doganali nazionali ed europee; preparare i partecipanti a recepire i cambiamenti e ad introdurli in maniera programmata e razionale all’interno della propria impresa.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti sono persone esperte che da anni operano a contatto con l’Agenzia, il docente/formatore opererà più da facilitatore che da docente utilizzando le tecniche di problem solving. Tra l’analisi di un caso e l’altro, il formatore inserirà le nozioni utili per chiarificare l’andamento delle soluzioni dei casi medesimi.
AGGIORNAMENTO INCOTERMS

Il modulo di 4 hh è un corso pratico online, costituito da 2 lezioni di 2 ore ciascuna costruite con videolezioni, materiale didattico, slides di sintesi e test di valutazione. La formazione avviene tramite FAD e piattaforma Zoom; viene utilizzato materiale multimediale non solo in lingua italiana, ma anche in lingua inglese; i partecipanti potranno intervenire per chiedere informazioni e chiarimenti. Verranno scelti contributi significativi adatti a svolgere gli argomenti oggetto del corso. I partecipanti potranno comprendere con chiarezza quali siano le condizioni per le quali, all’interno di un trasferimento internazionale di merci, sia meglio utilizzare un termine di resa anziché un altro, o quello che gli operatori, a loro insaputa, utilizzano pensando di ottenere maggiore beneficio economico.

Destinatari

Il corso di aggiornamento è rivolto a Responsabili ed addetti uffici commerciali estero, Responsabili ed addetti uffici di trasporto e di logistica e a Responsabili ed addetti uffici amministrativi di imprese di produzione ai quali viene applicato il CCNL di comparto. Sono inoltre destinatari del corso coloro che si occupano di contratti presso Agenzie Marittime, spedizionieri doganalisti e personale amministrativo di aziende operanti nei trasporti e nell’intermodalità ai quali si applica il CCNL Logistica, spedizioni e trasporti.

Obiettivi dell’apprendimento

La frequenza del modulo si propone i seguenti obiettivi: fornire un aggiornamento puntuale ed esaustivo sulle principali novità delle regole Incoterms® 2020 e offrire ai partecipanti gli strumenti necessari per una definizione ottimale degli accordi contrattuali con operatori esteri; sviluppare la cultura della consulenza per i propri clienti così da incidere nelle dinamiche della fase commerciale di contrattazione.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti avranno alle spalle almeno due anni di esperienza lavorativa in stretto contatto con l’autorità doganale, il docente/formatore opererà più da facilitatore che da docente utilizzando le tecniche di problem solving. Tra l’analisi di un caso e l’altro, il formatore inserirà le nozioni utili per chiarificare l’andamento delle soluzioni dei casi medesimi.
I CONTRATTI DI UTILIZZAZIONE DELLA NAVE E LA GESTIONE ASSICURAZIONI: INQUADRAMENTO GIURIDICO E ASPETTI PRATICI

Il modulo di 4 hh è un corso pratico online sulle assicurazioni marittime; il corso è organizzato e preparato da un broker marittimo e da un esperto di diritto e della giurisprudenza nel settore marittimo. Durante il corso verrà utilizzato materiale didattico, slides di sintesi e test di valutazione. La formazione avviene tramite FAD e piattaforma Zoom; viene utilizzato materiale multimediale non solo in lingua italiana, ma anche in lingua inglese; i partecipanti potranno intervenire per chiedere informazioni e chiarimenti. Verranno scelti contributi significativi adatti a svolgere gli argomenti oggetto del corso; la scelta di casi che presentano una particolare complessità permetterà di comprendere le dinamiche che nascono dai differenti punti di vista che entrano degli stakeholders (: Assicurazione, Agenzia Marittima, Compagnia di Navigazione etc.) e di come il diritto e la giurisprudenza operino per trovare le soluzioni applicative a partire dal diritto medesimo

Destinatari

Il corso di aggiornamento è rivolto in modo particolari a collaboratori di case di spedizione che operano con il settore del trasporto merci marittimo ed ad operatori delle Agenzie marittime che applicano il CCNL Logistica, trasporti e spedizioni. E' inoltre rivolto ad operatori di agenzie di assicurazione (con il relativo CCNL) e ad operatori di terminal portuali (CCNL dei Porti). Poiché le problematiche affrontate sono complesse e tecniche, ai partecipanti è richiesta, come prerequisito, una conoscenza del funzionamento del settore del trasporto marittimo.

Obiettivi dell’apprendimento

La frequenza del modulo si propone i seguenti obiettivi: chiarire gli aspetti più controversi nella gestione delle assicurazioni marittime in tema di clausole, coperture, responsabilità, termini di comunicazione tra le parti, aspetti operativi; familiarizzare con le procedure e il linguaggio giuridico e assicurativo; comprendere nella maniera più completa possibile le implicazioni pratiche partendo dai termini delle clausole e delle condizioni contrattuali.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti avranno alle spalle una consolidata esperienza lavorativa in stretto contatto con gli operatori del mare, i docenti/formatori opereranno più da facilitatori che da docenti utilizzando specialmente le tecniche di problem solving. Tra l’analisi di un caso e l’altro, i formatori inseriranno le nozioni utili per chiarificare l’andamento delle soluzioni dei casi medesimi.
CORSO BASE DI TRASPORTO AEREO

Il modulo di 12 hh è un corso pratico online che comprende esercitazioni sulla compilazione della LTA con apposito software e accesso ai siti web per la consultazione del TACT rules e delle tariffe su Web cargo. Il formatore, titolare e responsabile di più d’un Handler documentale, svilupperà il percorso a partire dalle specificità del trasporto aereo di merci rispetto alle altre modalità di trasporto per poi utilizzare le TACT rules aggiornate rispetto a diverse tipologie di merci e carichi che normalmente si servono del trasporto aereo. I partecipanti potranno così sviluppare dimestichezza e familiarità con la terminologia, i programmi web, i campi dei documenti utilizzati nel settore, capendo le responsabilità operative degli operatori che intervengono nella catena trasportistica aerea. Il formatore spiegherà anche le ragioni (strutture, destinazioni delle comunicazioni, doveri degli altri operatori etc.) che stanno dietro la precisione dei dati e delle informazioni

Destinatari

Il corso è rivolto a chi non ha conoscenze specifiche di spedizioni aeree e che intende ampliare le conoscenze e le competenze sul settore; vi possono partecipare giovani dipendenti/collaboratori di handler aeroportuali, case di spedizione, corrieri ed operatori di società presenti negli hub aeroportuali ove sono presenti scali Cargo. Il contratto prevalentemente applicato a questi lavoratori è il CCNL Logistica, trasporti e spedizioni

Obiettivi dell’apprendimento

La frequenza del corso si propone i seguenti obiettivi: migliorare i tempi e la precisione nella raccolta dati e nella compilazione delle diverse tipologie di documenti afferenti al trasporto Cargo aereo; utilizzare in maniera appropriata le TACT rules sapendosi orientare all’interno del manuale - che è reso disponibile in lingua inglese – sulla base delle variabili data da tipologia di merce, di contenitori, paese di partenza e di destinazione, compagnia di navigazione, etc.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Partendo dal presupposto che i partecipanti non abbiano alle spalle una consolidata esperienza lavorativa all’interno di una casa di spedizione aerea, il corso, erogata a distanza, utilizzerà strumenti e materiali atti a collocare i partecipanti all’interno del contesto operativo tipico delle aziende di appartenenza specifico. In questo caso, nella seconda parte del corso, verrà utilizzato il web per comprendere come muoversi all’interno della “bibbia” dell’handler documentale, cioè le TACTrules
FINANZIAMENTI E INCENTIVI NEL SETTORE DEI TRASPORTI E DELLA LOGISTICA

Il modulo di 8 hh è un corso che intende mostrare al personale amministrativo di imprese di trasporto quali siano le principali forme di incentivi e di finanziamenti per lo sviluppo, crediti di imposta e formazione del personale attivi, quali caratteristiche abbiano, quali agevolazioni comportino, che cosa comportino come oneri e come si muovano istituzioni pubbliche e private che erogano e/o gestiscono tali strumenti agevolativi. Tali strumenti, infatti, sono predisposti con specifiche finalità e, perciò, l’errore più banale e grossolano che si possa far è quello di utilizzarli in maniera sbagliata. Il finanziamento assume forme e canali diversi e l’agevolazione ha sempre scopi specifici; perciò l’impresa ne deve essere a conoscenza ed operare con le istituzioni pubbliche e private per il raggiungimento di questi scopi.

Destinatari

Il corso è rivolto al personale amministrativo di imprese di logistica e di trasporti (a cui si applica il CCNL Logistica, trasporti e spedizioni) che intendano avvalersi con “cognizione di causa” degli strumenti di finanziamento offerti dalle istituzioni regionali, nazionali, europee, dalle Camere di Commercio e dalle Associazioni di Categoria di appartenenza.

Obiettivi dell’apprendimento

La frequenza del corso si propone i seguenti obiettivi: acquisire familiarità con le forme di sostegno, agevolazione anche di carattere fiscale presenti nelle politiche economiche e di sviluppo delle istituzioni ad esse preposte; valutare i benefici e anche gli oneri che un’impresa deve mettere in campo quando decide di servirsi di tali strumenti; aiutare a scegliere tra diverse tipologie di sostegno ed agevolazione sulla base di criteri forniti sia dai bandi/documenti ufficiali delle istituzioni, ma specialmente dall’organizzazione, struttura ed andamento economico-finanziario dell’azienda.

Modalità verifica

Il Sistema ISO 9001 del CFLI prevede che alla fine di ogni percorso sia erogato un test per la verifica delle conoscenze acquisite. Per quanto riguarda questo intervento, i formatori, oltre al test, valuteranno anche gli aspetti qualitativi informali relativi a: partecipazione, problematizzazione, supporto nella specializzazione della costruzione dei casi, accuratezza nell’identificare i rischi, capacità nella gestione della complessità.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il corso sarà realizzato interamente online: questo permetterà al formatore di utilizzare le piattaforme delle istituzioni preposte all’erogazione dei fondi per mostrare ai partecipanti che cosa viene chiesto all’impresa in sede di: progettazione, realizzazione, rendicontazione, controllo. Sarà così possibile operare su casi concreti gestiti dalla società di provenienza del formatore medesimo, indicando chiaramente quali sono i principali colli di bottiglia che bisognerà superare

Padova, Treviso, Venezia,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.