La qualita’ offerta nei servizi alberghieri e di ristorazione

Un corso di IAL INNOVAZIONE APPRENDIMENTO LAVORO MARCHE SRL IMPRESA SOCIALE.

L'iniziativa è articolata in moduli finalizzati a migliorare i servizi offerti da alberghi e ristoranti, si in termini di qualità dell'offerta che in termini di quantità dell'offerta.

L’iniziativa mira a migliorare le prestazioni del personale dipendente di alberghi e ristoranti, anche in preparazione della stagione estiva e stagione invernale. Un miglior servizio e un’offerta maggiore di servizi sono gli obiettivi principali dell’iniziativa.

I partecipanti avranno acquisito conoscenze adeguate per svolgere con maggiore precisione e competenze le attività e le mansioni a loro designate all’interno del ristorante o albergo.

A conclusione di ogni singolo modulo gli allievi saranno sottoposti ad una verifica dei risultati di apprendimento.

Federica Scopini

formazionecontinua@ialmarche.it

HACCP E IGIENE DEGLI ALIMENTI

Igiene degli alimenti; normativa ed etichettatura; deterioramento dei cibi; utilizzo alte temperature; igiene personale; contaminazione e condizioni igieniche di alcune categorie di alimenti; malattie alimentari; sanificazione.

Destinatari

I destinatari sono tutti gli operatori del settore alimentare, indipendentemente dalle effettive mansioni svolte.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo è finalizzato a trasferire ai partecipanti le competenze in merito ai principali rischi di ordine microbiologico, chimico e fisico che esistono nei processi di preparazione, conservazione e distribuzione degli alimenti, i requisiti strutturali, la gestione degli alimenti, l'igiene della persona e dell'ambiente.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo e della normativa a cui esso afferisce (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
HACCP – AGGIORNAMENTO

Igiene degli alimenti; normativa ed etichettatura; deterioramento dei cibi; utilizzo alte temperature; igiene personale; contaminazione e condizioni igieniche di alcune categorie di alimenti; malattie alimentari; sanificazione.

Destinatari

I destinatari sono tutti gli operatori del settore alimentare, indipendentemente dalle effettive mansioni svolte.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo è finalizzato a fornire l'aggiornamento periodico per gli operatori del settore alimentare fornendo le competenze in materia di igiene degli alimenti per lavorare o gestire in un sistema di autocontrollo alimentare nell’ottica di un maggiore controllo igienico-sanitario del prodotto, di una maggiore qualità sulla produzione e preparazione degli alimenti secondo il sistema HACCP.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo e della normativa a cui esso afferisce (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
AVVICINAMENTO AL VINO

Basi di viticoltura ed enologia; tipologie e tecniche di produzione; esame visivo, olfattivo e gusto-olfattivo di un vino; tipologie di spumantizzazione e abbinamenti enogastronomici. Basi di servizio.

Destinatari

I destinatari della formazione sono i camerieri e lo staff delle attività ristorative che non hanno conoscenza del vino, delle caratteristiche dei corretti abbinamenti enogastronomici al fine di fornire al cliente un servizio maggiormente professionale.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo è finalizzato a trasferire ai partecipanti le conoscenze base di viticoltura ed enologia, le principali tipologie ed i loro metodi di produzione. Verranno affrontate le tecniche per una corretta degustazione di un vino (esame visivo, esame olfattivo e esame gusto-olfattivo). Verranno introdotte le tipologie di spumantizzazione e gli abbinamenti cibo-vino.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
HOUSE KEEPING

Il contesto organizzativo e la qualità alberghiera: elementi di customer care ; l’interazione con gli altri reparti; Il ruolo e la professionalità dell'addetto ai piani. La comunicazione e la collaborazione nel reparto, tra i reparti e la comunicazione con il cliente; elementi per una comunicazione efficace; stereotipi e pregiudizi; comunicazione verbale e non verbale; gestione dei malintesi. Pianificazione e programmazione delle attività; gestione delle scorte e delle forniture; le procedure operative e gli strumenti di lavoro nell'ottica del servizio e dello standard di qualità.

Destinatari

I destinatari della formazione sono gli operatori addetti al piano per rafforzare le competenze e chi già opera in hotel, ma senza una competenza specifica per poter procedere a passaggi di mansioni.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo è finalizzato a trasmettere agli addetti ai piani tutti gli aspetti che caratterizzano la professione, attraverso strumenti pratico – operativi necessari per ricoprire questo ruolo con consapevolezza e competenza. Nello specifico verranno appresi dai partecipanti gli elementi tecnici operativi utili a garantire il mantenimento di uno standard qualitativo del servizio ai piani e a monitorare l’andamento delle caratteristiche chiave di tale servizio, anche in relazione ai flussi di clientela. Verranno trasmesse conoscenze per migliorare le proprie capacità di comunicazione interna ed esterna, attraverso l’individuazione di attenzioni utili far acquisire capacità di gestione del lavoro di gruppo e delle dinamiche legate al conflitto.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
IL SERVIZIO DI SALA: METODOLOGIE PER UN SERVIZIO DI SALA D’ECCELLENZA

Etica professionale: savoir-faire, immagine, dress code. Tecniche dell’accoglienza e gestione della comunicazione con il cliente; gli strumenti del lavoro e l'organizzazione del servizio: materiali, mise en place e tecniche di servizio. Il menu: positioning, fattori chiave, individuazione del target di riferimento, aspetti gastronomici e nutrizionali.

Destinatari

I destinatari sono il personale di sala (camerieri) e gli addetti al banco nei servizi di ristorazione di alberghi, attività ristorative.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo è finalizzato a fornire ai partecipanti conoscenze fondamentali per gestire con professionalità il servizio e l’ospitalità e si propone di trasmettere le tecniche di servizio professionale, fondamentali del settore.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
REVENUE MANAGEMENT

Caratteristiche fondamentali del Revenue Management; i portali per la promozione di strutture turistiche; la gestione dei flussi di prenotazioni; l'interpretazione dei principali indicatori di performance della struttura ricettiva (Average Daily Rate e Revenue Per Available Room); la gestione dei prezzi in funzione della domanda; le strategie per la prenotazione dei gruppi; segmentazione del mercato e tariffe applicabili.

Destinatari

I destinatari sono i direttori, i responsabili dell'area marketing o al booking, addetti al ricevimento del settore ricettivo alberghiero.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo mira a fornire le conoscenze delle tecniche base, degli strumenti e delle strategie del Revenue Management, oramai indispensabili per migliorare le performance e la competitività della struttura ricettiva.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
FRONT OFFICE ALBERGHIERO E RISTORAZIONE

Comunicazione efficace e tecniche di problem solving; comunicazione e collaborazione con gli altri reparti; gestione del cliente e strumenti di rilevazione della soddisfazione; applicare strumenti di check in e check out della struttura

Destinatari

I destinatari sono i dipendenti addetti alla reception di hotel e strutture ricettive e ristorative di medie -grandi dimensioni.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo mira a formare esperti dell’accoglienza in grado di assistere il cliente in tutte le fasi del soggiorno, attraverso il coordinamento e l’interfaccia con gli altri reparti della struttura. Il partecipante acquisirà ulteriori competenze nell'ambito comunicativo e capacità di problem solving per soddisfare le esigenze del cliente, rilevando il grado di soddisfazione degli ospiti, nel rispetto delle procedure previste dalla struttura nella quale opera.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
L’ESSENZA DEL GIAPPONE: IL SUSHI

Conoscenza dei prodotti di base Giapponesi Cottura del riso Shari, pulizia e mondatura delle verdure Il pesce sotto il profilo organolettico, igienico e sanitario per un sushi sano oltre che buono Futomaki e Uramaki La cultura gastronomica giapponese inerente al sushi.

Destinatari

I destinatari sono i dipendenti junior di attività ristorative che realizzano preparazioni giapponesi o chef o sous-chef che vorrebbero ampliare il menù fornendo anche piatti nipponici.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo mira a fornire le tecniche base della preparazione tradizionale giapponese del sushi e dei maki nonché l'acquisizione delle corrette pratiche di lavorazione e conservazione delle materie prime.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo e della normativa a cui esso afferisce (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
LE PASTE ALL’UOVO E LE PASTE SPECIALI PER LA RISTORAZIONE

Conoscenza delle uova e delle farine - Paste fresche di pasta all’uovo e pasta acqua e farina - Paste ripiene chiuse a mano Formati di pasta fresca, gratinata, gnocchi di patate

Destinatari

I destinatari sono i dipendenti delle attività ristorative (con o senza somministrazione) e di produzione gastronomia che vogliono ampliare la propria offerta gastronomica personalizzando le preparazioni a base di pasta fresca.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo mira a fornire le conoscenze dell'intero iter produttivo della pasta fresca che inizia dalla scelta delle materie prime sino a alla loro lavorazione con attenzione alle esigenze del mercato rispetto alle esigenze alimentari (gluten free, vegane e vegetariane).

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo e della normativa a cui esso afferisce (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
LA CUCINA VEGETARIANA

Utilizzo di ingredienti adatti alla cucina vegetariana Cucina classica e alternativa L’importanza dei prodotti che seguano un discorso di stagionalità e filiera corta La cucina vegetariana come dieta sana ed equilibrata Accenni di cucina vegana (carenze alimentari)

Destinatari

I destinatari sono i dipendenti di attività ristorative che, vista la grande richiesta da parte dei clienti, si vogliono cimentare nella cucina vegetariana.

Obiettivi dell’apprendimento

Conoscere e saper utilizzare ingredienti di altre culture in chiave VEG, essere in grado di produrre alcune ricette in chiave VEGetariana, nuove idee e ricette per gustosi finger food, antipasti, primi piatti e dolci leggeri, digeribili ed equilibrati.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
I LIEVITI E LE FARINE: RIMANERE AGGIORNATI

Conoscenza delle farine, la loro origine, tipologie, caratteristiche e utilizzo. Conoscenza dei lieviti, temperature, umidità, tecniche di lavorazione e cultura dei lieviti Tecniche di impastamento: dirette e indirette (biga e polish) Pani integrali, comuni, pani di semola, grissini Livelli di idratazione degli impasti Il ruolo dei grassi, sali e zuccheri negli impasti da panificazione Pizza al piatto e in teglia

Destinatari

I destinatari sono i dipendenti delle attività ristorative (con o senza somministrazione) che vogliono rimanere sempre aggiornati sui vari tipi di impasti e ampliare la propria offerta gastronomica personalizzando le preparazioni a base di pasta fresca.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo mira a fornire le conoscenze dei vari impasti, con lievito madre, lievitazione mista, diretti e indiretti con idratazioni dal 50% al 90%, impasti arricchiti con altri cereali, con cotture classiche e al vapore.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.
CORSO FAST SEASON: CAFFETTERIA, BARTENDING

Erogazione espresso e cappuccino. Montatura del latte. Bevande a base caffè e a base latte. Frullati e spremute. Ricette classiche e ricette popolari, strumenti di lavoro e il loro utilizzo. Bevande analcoliche e bevande a base frutta. Servizio.

Destinatari

I destinatari sono i dipendenti delle attività stagionali che mirano ad accrescere le loro competenze in merito a caffetteria e bartending.

Obiettivi dell’apprendimento

Preparare professionalmente le persone al lavoro nel bar. Renderli autonomi. Conoscere le basi del lavoro dietro il bancone e in sala. Conoscere i prodotti e le ricette. Conoscere e avere padronanza del servizio e dell'accoglienza al cliente.

Modalità verifica

La verifica di apprendimento sarà definita sulla base della specificità del modulo (test, prova pratica, simulazioni). Sarà rilasciato Attestato di frequenza.

Modalità formativa

Laboratorio

Metodologia La metodologia didattica prevede estrema interazione con ampio utilizzo di esercitazioni pratiche e della didattica tradizionale (lezioni frontali), finalizzate alla facilitazione dell’apprendimento e al consolidarsi dei rapporti interprofessionali tra colleghi e formatori, rappresentati da esperti del settore alberghiero-ricettivo.

Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.