Salute e sicurezza in azienda

Un corso di DIERREFORM SRL.

Il percorso formativo è organizzato ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt. 36 e 37 e del D.L. 146/2021 che fanno obbligo al datore di lavoro di informare, formare e addestrare i lavoratori ai fini della sicurezza e igiene sul lavoro. La prevenzione degli infortuni dipende dalla conoscenza e dalla consapevolezza dei rischi ai quali si è esposti durante lo svolgimento delle attività lavorative e dalle misure di prevenzione e protezione adottate per migliorare le condizioni di lavoro. Il percorso comprende un unico modulo articolato in 3 unità didattiche per una durata complessiva di 25 ore. Inizia con la trattazione delle nozioni generali su ruolo e responsabilità dei datori di lavoro e dei lavoratori (UD1), quindi illustra la sicurezza delle strutture e delle attrezzature, i rischi incendio e di altra natura presenti in azienda (UD2), lo stress lavoro correlato (UD3). Costante è l’attenzione alle attività di valutazione dei rischi e alle relative misure di prevenzione. Ai fini della qualità e del buon esito della formazione, l’iniziativa prevede il monitoraggio/valutazione in itinere, la verifica strutturata degli apprendimenti, la verifica della soddisfazione dei lavoratori e delle aziende.

Gli obiettivi dell’intervento tengono conto dei fabbisogni dell’universo delle aziende e dei lavoratori delle piccole e microimprese della Provincia di Chieti aderenti a Fondo Forte, rilevati dal soggetto attuatore nel corso delle precedenti attività di formazione continua. Le indagini sul campo e dati di archivio rilevano: 1) la comune preoccupazione dei datori di lavoro di mantenere in sicurezza l’azienda con la partecipazione dei lavoratori; 2) il fabbisogno dei lavoratori di migliorare le conoscenze e le capacità di intervento nelle situazioni di emergenza sul lavoro.
Per quanto sopra, ai fini dell’assunzione di un ruolo attivo nei processi di prevenzione e nelle emergenze in azienda, l’iniziativa formativa si propone di: 1) fornire ai lavoratori conoscenze e abilità orientate al miglioramento continuo delle condizioni aziendali di sicurezza; 2) fare acquisire una “cultura della sicurezza” e la consapevolezza del proprio ruolo nel contesto aziendale e nei processi di sicurezza; 3) migliorare la capacità di partecipare attivamente ai processi di prevenzione e intervenire con competenza nelle situazioni di emergenza. Per raggiungere i suddetti obiettivi l’iniziativa riconosce particolare importanza sia all’acquisizione delle conoscenze-abilità richieste sia alla capacità di trasferirle in azienda e utilizzarle per la realizzazione di un ambiente di lavoro sicuro.

D.Lgs. 81/08 e D.L. 146/2021, attori coinvolti, obblighi del datore di lavoro, diritti e obblighi dei lavoratori, principali fattori di rischio, misure di protezione e prevenzione, misure anticovid; rischio incendio, effetti e valutazione del rischio, piano di emergenza, mezzi di allerta e di spegnimento, evacuazione; DM 388/2003 disposizioni primo soccorso, emergenze sanitarie, tecniche di primo intervento, chiamata servizi SSN; stress da lavoro: valutazione del rischio, cause, effetti, rimedi.

La verifica delle conoscenze è effettuata al termine del modulo mediante prove oggettive di profitto (Test con domande a risposta multipla) sui principali argomenti trattati.
A norma della L.R. 111/95 e del Regolamento n. 1 del 4/12/2009 art. 8 e s.m.i., ai partecipanti che frequentano almeno il 70% delle ore/corso e superano le prove di profitto, il soggetto attuatore, in qualità di organismo di formazione accreditato, rilascia ATTESTATO DI FREQUENZA redatto secondo le vigenti disposizioni.

Alessandra De Rogatis

a.derogatis@dierreform.it

Lavorare in sicurezza

Il corso proposto prevede un Modulo unico articolato in n. 3 unità didattiche: UD1 “Nozioni generali” (n. 5 ore): D.Lgs. 81/08 finalità e struttura – ruolo e responsabilità del datore di lavoro e dei lavoratori – protezione e prevenzione – sorveglianza sanitaria; D.L. 146/2021 obblighi di addestramento. UD2 “Rischi sul lavoro e prevenzione” (n. 15 ore): Rischio incendio - cause - valutazione e piano di emergenza – evacuazione - allarme e mezzi di spegnimento. Rischi derivanti dall’uso di prodotti pericolosi - rischio biologico - misure preventive. Danni da movimentazione carichi - attrezzature e strumenti utili - tecniche di prevenzione e distensione muscolo scheletrica. Emergenze sanitarie - sistema di soccorso - procedure di allerta - tecniche di primo soccorso. UD3 “Stress lavoro correlato” (n. 5 ore): Definizione - cause e sintomi - conseguenze per lavoratori e azienda - valutazione del rischio – identificare gli stressors - prevenzione – organizzazione del lavoro – resilienza.

Destinatari

L’iniziativa, che interessa un bacino di ca. 500 lavoratori dei settori CTS e ASE (imprese < 50 dip.), riconosce priorità agli inquadramenti più bassi, più esposti agli infortuni e più bisognosi di formazione e addestramento. Target CTS – comprende addetti del CCNL Commercio, in prevalenza commessi di vendita al pubblico, e addetti del CCNL Turismo Pubblici esercizi/Ristorazione con mansioni di cuochi, inservienti, camerieri, baristi. Target ASE – comprende operai generici e qualificati rientranti nei CCNL Edilizia (artigianato e industria), Metalmeccanica (artigianato e PMI), con mansioni di operatori macchine movimento terra, muratori, elettricisti, falegnami, idraulici; inoltre per il settore sociosanitario sono destinatari autisti di ambulanze, personale ausiliario in RSA con CCNL Cooperative Sociali. Per il CCNL studi professionali area medica, l’iniziativa è destinata ai lavoratori addetti ai rapporti con la clientela in poliambulatori, esposti a rischio biologico.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso i lavoratori dovranno: 1) conoscere i concetti di rischio, danno e prevenzione, nonché il ruolo e le responsabilità dei soggetti del sistema sicurezza; 2) saper definire il rischio incendio presente nelle strutture aziendali e illustrare le connesse misure di prevenzione e pronto intervento; 3) riconoscere i rischi da contatto con sostanze chimiche pericolose ed agenti biologici e le relative misure preventive; 4) saper individuare i rischi da movimentazione manuale di carichi, illustrando i relativi dispositivi e tecniche di prevenzione; 5) possedere nozioni elementari sulle emergenze sanitarie, traumi e patologie in ambiente di lavoro e connessi elementi generali di pronto soccorso; 6) conoscere i rischi dovuti allo stress lavoro correlato, le modalità di osservazione della qualità del lavoro, le opportune modalità di azione. 7) aver sviluppato soprattutto la capacità di riconoscere le situazioni di rischio e adottare le necessarie misure di prevenzione.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Considerata l’eterogeneità dei lavoratori interessati, per il buon esito della formazione i partecipanti sono organizzati in gruppi omogenei per settori. Il modulo adotta: 1) Metodologia espositiva con supporto audiovisivo e illustrazione casi reali; 2) Simulazioni su situazioni di rischio e relative misure di protezione e prevenzione; 3) Esercitazioni di pronto intervento; Test su D.Lgs. 81/08, rischi sul lavoro, tecniche di prevenzione e sicurezza, misure anticovid.

Chieti,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.