Sicurezza e salute sui luoghi di lavoro

Un corso di ASSOCIAZIONE IL TRATTO D'UNIONE.

Il percorso formativo si articola in 5 unità formative indipendenti con tematiche complementari, che ne consentono una fruibilità che permette al partecipante di frequentare uno o più moduli in funzione delle proprie esigenze specifiche. Ciascuna attività è suddivisa in giornate da 4 ore da svolgersi in due fasce orarie: mattutina ( 09:00 – 13:00) e/o pomeridiana (14:00 – 18.00). Essendo il percorso fruibile in maniera modulare è strutturato per soddisfare esigenze di diverse tipologie di partecipanti in funzioni delle mansioni ad esso riferibili, nella fattispecie l’iniziativa si compone dei seguenti moduli: I. SICUREZZA GENERALE E SPECIFICA - 16 ore; II. EMERGENZA ANTINCENDIO - 16 ore; III. PRIMO SOCCORSO – 12 ore; IV. MODULO RSPP - 100 ore; V. MODULO RLS - 32 ore; Tutte le tematiche affrontate sono direttamente riconducibili a quanto previsto dal testo unico 81/08 e s.m.i. e dai relativi accordi fra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Ministero della Salute nonché dagli accordi Stato-Regioni.

Gli obiettivi che si intendono conseguire attraverso l’iniziativa formativa: “SICUREZZA E SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO” afferiscono al raggiungimento dei target di seguito formalizzati:
– migliorare la professionalità e il livello di soddisfazione del personale aziendale;
– definire sistemi di comunicazione chiari ed univoci, in modo da orientare al rispetto delle procedure di sicurezza a tutti i livelli organizzativi;
– promuovere metodologie sicure di lavoro affinché tutto il personale sia investito della responsabilità e della consapevolezza di dover operare con l’obiettivo di proteggere se stesso e gli altri;
– migliorare la cultura della sicurezza attraverso una sistematica informazione e addestramento, per aumentare il livello di consapevolezza dei pericoli e dei rischi, e la conoscenza delle tecniche di prevenzione degli infortuni, gestione delle emergenze, corretta applicazione delle disposizioni di legge e normative;
– ridurre il numero di infortuni, divulgare informazioni relative agli incidenti, agli infortuni e mancati infortuni.
– provvedere alla sicurezza dei lavoratori cercando di individuare ed eliminare i rischi dovuti alla tipologia di lavoro svolto per ridurre e prevenire incidenti, infortuni e malattie professionali sin dal momento in cui si investe in nuove attrezzature o si effettuano modifiche all’ambiente lavorativo;
-promuovere e perseguire il miglioramento delle prestazioni e dei risultati relativi alle tematiche della sicurezza e salute sul lavoro.

COMPETENZE IN USCITA:
– Analizzare e valutare i rischi per la salute
– Analizzare e valutare i rischi per la sicurezza.
CONOSCENZE IN USCITA:
– Rischi di natura ergonomica e legati all’organizzazione del suolo
– Ambiente e luoghi di lavoro
– Agenti biologici
– Agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto
– Agenti fisici
– Rischi di natura psico-sociali Rischi connessi ad attività particolari
– Rischi infortunistici
– Rischio incendio e gestione delle emergenze.

VERIFICA
Valutazione Quantitativa: Test a risposta multipla di verifica conoscenze
Valutazione Qualitativa: Prova strutturata di verifica competenze

ATTESTAZIONE
Attestato di Partecipazione: Rilasciato a tutti i discenti che abbiano una frequenza superiore al 70%.
Attestazione di Frequenza: Valevole ai sensi del Testo Unico 81/08; rilasciato al superamento delle prove di verifica e raggiungimento del 90% di frequenza di ogni singolo modulo.

PIETRO TATEO

INFO@ILTRATTODIUNIONE.IT

SICUREZZA GENERALE E SPECIFICA

La formazione sulla salute e la sicurezza sul lavoro assume un ruolo strategico all’interno della filosofia della prevenzione sancita dal D.Lgs. 81/08. Un ruolo di rilievo determinato dalla necessità di formare i soggetti che, a vario titolo, sono chiamati ad assicurare, attraverso i propri comportamenti, condizioni di salute e sicurezza nell’ambiente di lavoro. Il modulo vuole fornire a tutti i lavoratori e loro equiparati, la formazione sufficiente ed adeguata in materia di conoscenza dei principali dispositivi di legge nazionali e comunitari associati alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Gli argomenti affrontati nel corso di formazione sulla sicurezza sono relativi a situazioni di rischio, possibili danni ed infortuni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristiche e comuni di aziende appartenenti ai settori commercio e industria.

Destinatari

I soggetti destinatari sono tutti i lavoratori e lavoratrici subordinati che svolgono a vario livello le seguenti mansioni: a) pulizia o equivalenti; b) lavori che richiedono il possesso di semplici conoscenze pratiche; c) lavori qualificati per la cui esecuzione sono richieste normali conoscenze e adeguate capacità tecnico pratiche, comunque conseguite; d) lavori che richiedono compiti operativi anche di vendita e relative operazioni complementari, nonché lavori che richiedono specifiche conoscenze tecniche e particolari capacità tecnico-pratiche; e) lavori di concetto che comportano compiti operativamente autonomi e/o con funzioni di coordinamento e controllo, nonché attività con carattere di creatività nell'ambito di una specifica professionalità; f) lavori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione esecutiva, che sovraintendono alle unità produttive o ad una funzione organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi che si intendo conseguire con il modulo di: “SICUREZZA GENERALE E SPECIFICA” sono: • Migliorare le condizioni di sicurezza di un ambiente di lavoro, attraverso un'analisi capillare dei processi e delle attività, con lo scopo ultimo di ridurre gli infortuni sui luoghi di lavoro; • Salvaguardare l'incolumità delle persone, dell’ambiente e degli asset; • Migliorare gli aspetti cognitivo-comportamentali dei lavoratori allo scopo di identificare e prevenire comportamenti non corretti o potenzialmente pericolosi; • Incrementare il livello di competenza e di addestramento dei lavoratori; • Riconoscere diritti e doveri dei vari attori della sicurezza; • Comprendere i fattori generali che regolano l'organizzazione della sicurezza aziendale; • Comprendere i rischi riferiti alle singole mansioni, i possibili danni e le conseguenti misure di prevenzione e protezione; • Applicare le procedure di sicurezza previste.

Modalità verifica

Modalità di verifica: Test a risposta multipla sui principi di sicurezza generale e specifica. Attestazione/Certificazione: Attestato di Partecipazione al superamento della soglia del 70 % di presenza; Attestato di Frequenza al superamento della soglia del 90% di presenza e delle previste prove di verifica con voto minimo 70/100. Attestazione valevole ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Validità:5 anni

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Coerentemente ai target da realizzare, si adotterà un metodologia didattica interattiva. Docenti e partecipanti si scambiano idee, negoziano significati e prospettive, considerano punti di vista alternativi, possibilità e ipotesi, rendono esplicito il ragionare per conseguire una comprensione comune, creare coinvolgimento, sollecitare l’interesse e favorire la discussione dei casi provenienti dall’esperienza; ciò consentirà di adattare i contenuti alle esigenze specifiche dei partecipanti.
ADDETTO ANTINCENDIO

Il modulo ADDETTO ANTINCEDIO è stato strutturato in ottemperanza all’art. 43 comma 1 lettera b) del D.Lgs. 81/08 nonché rispettando quanto previsto dall’allegato IX del D.M. 10/03/1998 per quanto concerne i contenuti minimi a garanzia della formazione di personale esperto e competente in materia di prevenzione incendi. Nello specifico il modulo tratterà i seguenti contenuti: 1) L’incendio e la prevenzione (principi della combustione, prodotti della combustione, sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio, effetti dell’incendio sull’uomo, divieti e limitazioni di esercizio, misure comportamentali) 2) Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio (principali misure di protezione antincendio, evacuazione in caso d’incendio, chiamata dei soccorsi) 3) ESERCITAZIONI PRATICHE: presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento; presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute, etc.).

Destinatari

I soggetti destinatari sono tutti i lavoratori e lavoratrici subordinati che svolgono a vario livello le seguenti mansioni: a) pulizia o equivalenti; b) lavori che richiedono il possesso di semplici conoscenze pratiche; c) lavori qualificati per la cui esecuzione sono richieste normali conoscenze e adeguate capacità tecnico pratiche, comunque conseguite; d) lavori che richiedono compiti operativi anche di vendita e relative operazioni complementari, nonché lavori che richiedono specifiche conoscenze tecniche e particolari capacità tecnico-pratiche; e) lavori di concetto che comportano compiti operativamente autonomi e/o con funzioni di coordinamento e controllo, nonché attività con carattere di creatività nell'ambito di una specifica professionalità; f) lavori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione esecutiva, che sovraintendono alle unità produttive o ad una funzione organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi che si intendo conseguire con il modulo di: “ADDETTO ANTINCENDIO” sono: • Migliorare le condizioni di sicurezza di un ambiente di lavoro, attraverso un'analisi capillare dei processi e delle attività, con lo scopo ultimo di ridurre gli infortuni sui luoghi di lavoro; • Salvaguardare l'incolumità delle persone, dell’ambiente e degli asset; • Attuare prove d'evacuazione per simulare la gestione delle emergenze; • Applicare le procedure di prevenzione aziendale; • Verificare l'adeguamento e la manutenzione di strutture, impianti, macchinari e presidi nell'osservanza delle indicazioni legislative. • Applicare le procedure di sicurezza previste.

Modalità verifica

Modalità di verifica: Test a risposta multipla sui principi di sicurezza generale e specifica; Prova pratica di esecuzione di procedure antincendio. Attestazione/Certificazione: Attestato di Partecipazione al superamento della soglia del 70 % di presenza; Attestato di Frequenza al superamento della soglia del 90% di presenza e delle previste prove di verifica con voto minimo 70/100. Attestazione valevole ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Validità: 3 anni

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Coerentemente ai target da realizzare, si adotterà un metodologia didattica interattiva. Docenti e partecipanti si scambiano idee, negoziano significati e prospettive, considerano punti di vista alternativi, possibilità e ipotesi, rendono esplicito il ragionare per conseguire una comprensione comune, creare coinvolgimento, sollecitare l’interesse e favorire la discussione dei casi provenienti dall’esperienza; ciò consentirà di adattare i contenuti alle esigenze specifiche dei partecipanti.
ADDETTO PRIMO SOCCORSO (AZIENDE GRUPPI B-C)

Il modulo ADDETTO PRIMO SOCCORSO (AZIENDE GRUPPI B-C) è stato strutturato in ottemperanza all’art. 37 del D.Lgs. 81/08 nonché rispettando quanto previsto dal Decreto Ministeriale n. 388 del 15/07/2003che rca disposizioni in materia di primo soccorso in azienda. Nello specifico il modulo tratterà i seguenti contenuti: - Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N. - Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute - Principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta - Principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare - Principali tecniche di tamponamento emorragico - Principali tecniche di sollevamento, spontaneo e trasporto del traumatizzato - Principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Destinatari

I soggetti destinatari sono tutti i lavoratori e lavoratrici subordinati che svolgono a vario livello le seguenti mansioni: a) pulizia o equivalenti; b) lavori che richiedono il possesso di semplici conoscenze pratiche; c) lavori qualificati per la cui esecuzione sono richieste normali conoscenze e adeguate capacità tecnico pratiche, comunque conseguite; d) lavori che richiedono compiti operativi anche di vendita e relative operazioni complementari, nonché lavori che richiedono specifiche conoscenze tecniche e particolari capacità tecnico-pratiche; e) lavori di concetto che comportano compiti operativamente autonomi e/o con funzioni di coordinamento e controllo, nonché attività con carattere di creatività nell'ambito di una specifica professionalità; f) lavori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione esecutiva, che sovraintendono alle unità produttive o ad una funzione organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa.

Obiettivi dell’apprendimento

L’obiettivo principale di questo corso, in accordo con il DM 388/2003, è non solo quello di addestrare gli addetti al primo soccorso delle aziende, ma anche quello di diffondere la cultura del primo soccorso a tutta la comunità, insegnando alcune semplici manovre che possono essere decisive per salvare una vita umana. Il corso è strutturato per offrire tutte le conoscenze necessarie per ricoprire l’incarico per addetti al servizio aziendale di primo soccorso e gestione delle emergenze. Il compito principale dell’addetto al primo soccorso, è quello di saper intervenire in caso di emergenza in attesa che arrivino i soccorsi specializzati. Oltre ad attuare le procedure che si apprenderanno durante questo corso, è necessario conoscere il piano di sicurezza previsto dall’azienda in cui si lavora. Il partecipante sarà in grado di fornire tutte le informazioni necessarie per un intervento mirato e tempestivo.

Modalità verifica

Modalità di verifica: Test a risposta multipla sui principi di sicurezza generale e specifica. Attestazione/Certificazione: Attestato di Partecipazione al superamento della soglia del 70 % di presenza; Attestato di Frequenza al superamento della soglia del 90% di presenza e delle previste prove di verifica con voto minimo 70/100. Attestazione valevole ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Validità: 3 anni

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Coerentemente ai target da realizzare, si adotterà un metodologia didattica interattiva. Docenti e partecipanti si scambiano idee, negoziano significati e prospettive, considerano punti di vista alternativi, possibilità e ipotesi, rendono esplicito il ragionare per conseguire una comprensione comune, creare coinvolgimento, sollecitare l’interesse e favorire la discussione dei casi provenienti dall’esperienza; ciò consentirà di adattare i contenuti alle esigenze specifiche dei partecipanti.
FORMAZIONE RSPP

L’unità formativa si suddivide in tre area tematiche distinte e complementari: A) Area Legislativa: Il sistema legislativo: esame delle normative di riferimento; Il sistema istituzionale della prevenzione; Il sistema di vigilanza e assistenza; B) Area Valutazione del Rischio: Approfondimento sulla valutazione dei rischi, sulle tecniche e metodologie di valutazione dei rischi; La valutazione dei rischi: principi e metodologia; Come elaborare il documento di valutazione dei rischi; Norme e tecniche per la valutazione dei rischi: UNI ISO 31000, UNI EN ISO 12100-1 e UIN ISO/TR 14121-2; C) Area Organizzazione e Gestione: La struttura di un Sistema di Gestione della Sicurezza; Organizzare il coordinamento dei processi amministrativi interni ed esterni dell’azienda che hanno impatto sui rischi introdotti; I principali elementi di organizzazione aziendale.

Destinatari

I soggetti destinatari sono tutti i lavoratori e lavoratrici subordinati che svolgono a vario livello le seguenti mansioni: - Lavori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione esecutiva, che sovraintendono alle unità produttive o ad una funzione organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa. Il grado d'autonomia è elevato, sebbene sia sempre in relazione alle strategie aziendali. Nello svolgimento del suo lavoro si avvale dei supporti tecnologici informatici e intrattiene rapporti sia con il personale, sia con le diverse direzioni e servizi della sede centrale; risponde del proprio operato alla direzione centrale. Svolge i suoi compiti direttamente o in collaborazione con altre figure professionali, secondo le dimensioni e l'organizzazione aziendale.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi che si intendo conseguire con il modulo di: “FORMAZIONE RSPP” sono: • Conoscere la normativa generale e specifica in tema di salute e sicurezza, i soggetti del sistema di prevenzione aziendale e i loro relativi compiti e responsabilità, le funzioni svolte dal sistema istituzionale pubblico, i principali rischi trattati dal D. Lgs. 81/08 e di individuare le misure di prevenzione e protezione; • Comprendere la natura dei rischi presenti nei luoghi di lavoro e relativi alle attività lavorative, valutare i rischi, individuare le adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza. • Progettare e gestire i processi formativi, anche per la diffusione della cultura della sicurezza, pianificare, gestire e controllare le misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza aziendali attraverso i sistemi di gestione.

Modalità verifica

Modalità di verifica: Test a risposta multipla sui principi di sicurezza generale e specifica. Attestazione/Certificazione: Attestato di Partecipazione al superamento della soglia del 70 % di presenza; Attestato di Frequenza al superamento della soglia del 90% di presenza e delle previste prove di verifica con voto minimo 70/100. Attestazione valevole ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Validità: 5 anni

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Coerentemente ai target da realizzare, si adotterà un metodologia didattica interattiva. Docenti e partecipanti si scambiano idee, negoziano significati e prospettive, considerano punti di vista alternativi, possibilità e ipotesi, rendono esplicito il ragionare per conseguire una comprensione comune, creare coinvolgimento, sollecitare l’interesse e favorire la discussione dei casi provenienti dall’esperienza; ciò consentirà di adattare i contenuti alle esigenze specifiche dei partecipanti.
FORMAZIONE RLS

L’unità formativa: “Formazione RLS” è stata implementata a partire da quanto precisato dall’art. 37, commi 10 e 11 del D.Lgs. 81/08. Nella fattispecie il corso tratterà i seguenti contenuti: - Il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori; La responsabilità civile e penale; I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità; La sorveglianza sanitaria; Il ruolo del RLS; - I criteri e gli strumenti per l'individuazione e la valutazione dei rischi; La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori; Il documento di valutazione dei rischi (contenuti specificità e metodologie); - I principali rischi correlati allo svolgimento dell’attività lavorativa; - L'informazione, la formazione e l'addestramento; Le tecniche di comunicazione; Il sistema delle relazioni aziendali.

Destinatari

I soggetti destinatari sono tutti i lavoratori e lavoratrici subordinati che svolgono a vario livello le seguenti mansioni: - Lavori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione esecutiva, che sovraintendono alle unità produttive o ad una funzione organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa. Il grado d'autonomia è elevato, sebbene sia sempre in relazione alle strategie aziendali. Nello svolgimento del suo lavoro si avvale dei supporti tecnologici informatici e intrattiene rapporti sia con il personale, sia con le diverse direzioni e servizi della sede centrale; risponde del proprio operato alla direzione centrale. Svolge i suoi compiti direttamente o in collaborazione con altre figure professionali, secondo le dimensioni e l'organizzazione aziendale.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi che si intendo conseguire con il modulo di: “FORMAZIONE RLS” sono:  Raggiungere adeguate conoscenze circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi, nonché principi giuridici comunitari e nazionali, legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro, principali soggetti coinvolti e relativi obblighi e aspetti normativi della rappresentanza dei lavoratori e tecnica della comunicazione; - Confrontare il DVR con la realtà aziendale; - Svolgere le funzioni di rappresentanza dei lavoratori per la sicurezza; - Esprimere pareri in merito alla sicurezza aziendale; - Comprendere le problematiche degli ambienti di lavoro e le situazioni lavorative.

Modalità verifica

Modalità di verifica: Test a risposta multipla sui principi di sicurezza generale e specifica. Attestazione/Certificazione: Attestato di Partecipazione al superamento della soglia del 70 % di presenza; Attestato di Frequenza al superamento della soglia del 90% di presenza e delle previste prove di verifica con voto minimo 70/100. Attestazione valevole ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.. Validità: 1 anno

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Coerentemente ai target da realizzare, si adotterà un metodologia didattica interattiva. Docenti e partecipanti si scambiano idee, negoziano significati e prospettive, considerano punti di vista alternativi, possibilità e ipotesi, rendono esplicito il ragionare per conseguire una comprensione comune, creare coinvolgimento, sollecitare l’interesse e favorire la discussione dei casi provenienti dall’esperienza; ciò consentirà di adattare i contenuti alle esigenze specifiche dei partecipanti.

Ancona, Bari, Barletta-Andria-Trani, Foggia, Lecce, Milano, Roma, Taranto,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.