Sicurezza per i lavoratori: sicurezza generale, sicurezza specifica, haccp, antincendio e primo soccorso

Un corso di ALPIFORM SRL.

L'iniziativa formativa raggruppa i corsi obbligatori inerenti la sicurezza generale (4 ore), la sicurezza specifica per imprese a basso rischio (4 ore), l'haccp base (4 ore), l'antincendio (8 ore) ed il primo soccorso (12 ore). I moduli sono replicati in 5 edizioni e verranno realizzati nella provincia di Trento. Ogni edizione prevede la partecipazione massima di 12 discenti. Qualora la normativa lo preveda, tutti i moduli possono essere convertiti in FAD ad eccezione della parte pratica del primo soccorso e dell'antincendio.

L’obiettivo della formazione è di fornire un ventaglio di iniziative connesse agli obblighi formativi per la sicurezza, igiene del lavoro, igiene alimentare e per la gestione delle emergenze (normative: D.Lgs. 81/08, Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011, Regolamento CE 852/2004, DM 388/03, D.M. 10/03/1998 – D.M. 03/09/2021). L’iniziativa formativa raggruppa i corsi obbligatori inerenti la sicurezza generale (4 ore), la sicurezza specifica per imprese a basso rischio (4 ore), l’haccp base (4 ore), l’antincendio (8 ore) ed il primo soccorso (12 ore). Gli obiettivi generali sono di fornire indicazioni legislative, operative, metodologiche pragmatiche e di intervento finalizzate ad accrescere la cultura della prevenzione, l’incolumità dei lavoratori e la riduzione degli infortuni ed incidenti nei luoghi di lavoro. Specificamente, verrà fornita un’adeguata formazione generale e specifica sulla sicurezza ai lavoratori, in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Inoltre l’iniziativa formativa si rivolge ai lavoratori del comparto alimentare e ristorativo fornendo le competenze in materia di igiene degli alimenti nell’ottica di un maggiore controllo igienico-sanitario del prodotto, di una maggiore qualità sulla produzione e preparazione degli alimenti secondo il sistema l’haccp. Infine si forniranno indicazioni sull’attivazione delle procedure e azioni necessarie per la gestione dell’emergenza incendio ed emergenza sanitaria.

Conoscenze riguardo al concetto di rischio e danno, i diritti, doveri e le sanzioni per i soggetti aziendali, uso dei DPI.
Competenze di prevenzione e protezione nei luoghi di lavoro, l’organizzazione del lavoro, le procedure e la segnaletica di sicurezza, procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico.
Conoscenze e competenze in materia di igiene alimentare, procedure antincendio e per il primo soccorso nelle aziende a basso rischio.

Al termine di ciascun modulo verrà somministrato un test che si intenderà superato con almeno il 70% di risposte corrette. Previo superamento del test, verrà rilasciato un attestato di frequenza conforme alla normativa.

Elisa Rambaldo

alpiformtn@gmail.com

Formazione generale per lavoratori

Il corso di formazione generale è rivolto ai lavoratori di tutti i comparti produttivi, ha una durata di 4 ore e costituisce credito formativo permanente, non sarà quindi oggetto di aggiornamento periodico come la parte specifica che prevede un rinnovo quinquennale. L'azione formativa sviluppa i seguenti contenuti: concetto di Rischio, concetto di Danno, concetto di Prevenzione, concetto di Protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali, organi di vigilanza e di controllo e assistenza nei rapporti con le aziende, test di verifica. Il corso verrà realizzato in un'unica sessione formativa in un'aula dotata di tutti i requisiti di conformità. La realizzazione dell'attività formativa è opzionabile anche in modalità FAD sincrona e questo per esprimere una maggiore flessibilità in un momento di incertezza collegata alla variabilità dello stato di emergenza e dei disposti normativi.

Destinatari

Il corso è rivolto ai lavoratori definiti secondo l’art. 2 del D. Lgs. 81/08. La formazione generale è rivolta a tutti i lavoratori, indipendentemente dal rischio aziendale.

Obiettivi dell’apprendimento

ll D. Lgs. 81/08 obbliga il Datore di lavoro a provvedere a fornire ai lavoratori una formazione sufficiente ed adeguata. L'Accordo Stato Regioni del 21/12/11 (rep. atti n. 221/CSR) prevede che la formazione sulla sicurezza dei lavoratori abbia durata variabile in funzione del settore di appartenenza dell’azienda e sia composta da un modulo di carattere “generale” e un modulo di carattere “specifico”. Il modulo di carattere generale fornisce gli elementi utili per la conoscenza dei concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza e di assistenza. Verranno esposti gli aspetti relativi alla legislazione vigente, agli obblighi di formazione e informazione dei lavoratori, all'individuazione e designazione dei soggetti attivi nella sicurezza sul lavoro definendone le responsabilità e gli obblighi. Infine saranno illustrate le funzioni e le attività degli Enti di vigilanza.

Modalità verifica

Verrà somministrato un test che si intenderà superato con una frequenza di almeno il 90% e con almeno il 70% di risposte corrette. Previo superamento del test, verrà rilasciato un attestato di frequenza conforme alla normativa Art. 36-37, valido sul territorio nazionale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia L'impostazione metodologica principale sarà la lezione frontale e l'utilizzo di metodologie attive, eventualmente anche in modalità FAD sincrona. Si cercherà altresì di favorire il problem solving attraverso prove e simulazioni. Gli ausili didattici come pc e proiettore consentiranno l'inserimento di immagini ed elementi audiovisivi capaci di far leva sulle componenti emozionali, al fine di produrre un cambiamento nei comportamenti e negli atteggiamenti a favore di una maggiore prudenza.
Sicurezza specifica basso rischio

Il corso di formazione specifica rivolto ai lavoratori delle aziende a basso rischio, ha una durata di 4 ore e costituisce credito formativo che necessita di un rinnovo quinquennale. L'azione formativa sviluppa i seguenti contenuti: introduzione, riferimenti legislativi, ambienti di lavoro, microclima e illuminazione, gestione delle emergenze, procedure organizzative di primo soccorso, rischio incendio, segnaletica di sicurezza, dispositivi di Protezione Individuale (DPI), movimentazione Manuale dei Carichi (MMC), rischio chimico, rischio elettrico, rischio rumore, videoterminalisti, uso delle autovetture, stress, fumo, spogliatoi, gravidanza, infortuni e mancati infortuni. Il corso verrà realizzato in un'unica sessione formativa, in un'aula dotata di tutti i requisiti di conformità. La realizzazione è opzionabile anche in modalità FAD sincrona e questo per esprimere una maggiore flessibilità in un momento di incertezza collegata alla variabilità dei disposti normativi.

Destinatari

Lavoratori definiti secondo l’art.37 comma 2 del Dlgs 81/08 di aziende classificate a rischio basso

Obiettivi dell’apprendimento

ll D. Lgs. 81/08 obbliga il Datore di lavoro a provvedere a fornire ai lavoratori una formazione sufficiente ed adeguata. L'Accordo Stato Regioni del 21/12/11 (rep. atti n. 221/CSR) ha disciplinato la durata, i contenuti minimi e le modalità della formazione, nonché dell'aggiornamento, dei lavoratori e prevede che la formazione sulla sicurezza dei lavoratori abbia durata variabile in funzione del settore di appartenenza dell’azienda e sia composta da un modulo di carattere “generale” e un modulo di carattere “specifico”. Il modulo di carattere specifico secondo l’Art. 36-37 del Decreto legge 81/2008, è dedicato alla presentazione dei concetti specifici in tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro. Vengono esaminati i rischi riferiti alla mansione specifica ed alle misure di prevenzione e protezione caratteristiche del settore o comparto di appartenenza dell’azienda (settore commercio, turismo e servizi).

Modalità verifica

Verrà somministrato un test che si intenderà superato con una frequenza di almeno il 90% e con almeno il 70% di risposte corrette. Previo superamento del test, verrà rilasciato un attestato di frequenza conforme alla normativa Art. 36-37, valido sul territorio nazionale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia L'impostazione metodologica principale sarà la lezione frontale e l'utilizzo di metodologie attive, eventualmente anche in modalità FAD sincrona. Si cercherà altresì di favorire il problem solving attraverso prove e simulazioni. Gli ausili didattici come pc e proiettore consentiranno l'inserimento di immagini ed elementi audiovisivi capaci di far leva sulle componenti emozionali, al fine di produrre un cambiamento nei comportamenti e negli atteggiamenti a favore di una maggiore prudenza.
H.A.C.C.P.

L'azione formativa sviluppa i seguenti contenuti: normativa di riferimento; igiene e tossicologia, direttive comunitarie e norme tecniche, regime sanzionatorio, tossinfezioni alimentari classiche e da patogeni emergenti, tossicità dovute alla contaminazione ambientale, da processo e da frode degli alimenti, la corretta prassi igienica e la distribuzione dei pasti, l'igiene dei locali, l'igiene della produzione e l'igiene della distribuzione, igiene e contaminazioni nei diversi regimi alimentari speciali, la salute del personale, i metodi di controllo ispirati ai principi direttivi dell'haccp, studio della metodologia haccp: i sette principi fondamentali, identificazione degli alimenti potenzialmente a rischio, determinazione dei punti critici di controllo (CCP). Il corso verrà realizzato in un'aula dotata di tutti i requisiti di conformità. La realizzazione dell'attività formativa è opzionabile anche in modalità FAD sincrona per una maggiore flessibilità.

Destinatari

Personale impiegato a vario titolo nella manipolazione di alimenti confezionati o sfusi, vendita di alimenti sfusi e generi alimentari deperibili e non deperibili (es. commesse e banconisti di supermercato, macelleria, pescheria, ecc.), addetti alla distribuzione, somministrazione, porzionamento pasti (es. trasportatori di prodotti alimentari deperibili e non, baristi, camerieri, addetti al porzionamento, distribuzione e somministrazione in strutture socio-assistenziali e scolastiche), ecc.

Obiettivi dell’apprendimento

Si tratta di formazione obbligatoria per gli addetti al settore alimentare ai sensi del DLGS 193/07 che adegua la normativa nazionale ai sensi del Reg. (CE) n° 852/2004 e del Reg. (CE) N° 853/2004 ed ai sensi della L.R. E-R 11/2003 e della Delibera di G.R. E-R. N° 1869 DEL 17/11/2008. Il corso si propone di illustrare le caratteristiche fondamentali del metodo haccp fornendo indicazioni su tracciabilità e rintracciabilità, igiene, norme comportamentali del personale, le differenze tra autocontrollo alimentare e haccp, gestione del sistema ed assicurare che gli addetti alla manipolazione degli alimenti ricevano un addestramento e/o una formazione in materia d’igiene alimentare, regimi dietetici speciali, normativa, procedure, in relazione al tipo di attività. Il corso inoltre definisce i rischi e i pericoli alimentari, la prevenzione e definisce i ruoli e gli obblighi e le responsabilità, i requisiti specifici dei materiali per la preparazione alimentare.

Modalità verifica

Verrà somministrato un test che si intenderà superato con una frequenza di almeno il 100% e con almeno il 70% di risposte corrette. Previo superamento del test, verrà rilasciato un attestato di frequenza, valido sul territorio nazionale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia L'impostazione metodologica principale sarà la lezione frontale e l'utilizzo di metodologie attive, eventualmente anche in modalità FAD sincrona. Si farà ricorso ad immagini ed illustrazioni per una maggiore efficacia. L’ambiente formativo sarà caratterizzato da una forte interattività tra partecipanti e corpo docente, per stimolare lo scambio di opinioni, l’emergere di leadership di competenza, il problem solving e il decision making mediante utilizzo di simulazioni.
Primo soccorso per aziende gruppo B – C

L'azione formativa sviluppa i seguenti contenuti: Teoria (8 ore) allertare il sistema di soccorso, riconoscere un’emergenza sanitaria, nozioni elementari di anatomia dell’apparato circolatorio e respiratorio, tecniche di autoprotezione, attuazione di interventi di primo soccorso, riconoscimento dei limiti di intervento, conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro, conoscente sulle principali patologie legate all’ambiente di lavoro. Pratica (4 ore) comunicare con il SSN, intervenire in caso di sindromi cerebrali acute, intervenire in caso di sindromi respiratorie acute, effettuare la rianimazione cardiopolmonare, effettuare un tamponamento emorragico, sollevare, spostare e trasportare l’infortunato, intervenire in caso di esposizione ad agenti chimici o biologici, test di verifica. Lezioni in aula su tutti gli argomenti del corso: lezione frontale e analisi di filmati. Esercitazioni pratiche e addestramento con il manichino. Opzione della FAD sincrona per la parte teorica.

Destinatari

Lavoratori di aziende classificate in categoria “B” o “C”. Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A. Gruppo C: aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Obiettivi dell’apprendimento

Il corso è rivolto ai lavoratori designati alla mansione di addetti al primo soccorso, ed è obbligatorio secondo l’art. 18 del vigente Testo Unico sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di Lavoro (D.Lgs. 81/08). Scopo del corso base di primo soccorso è quello di formare i dipendenti sugli interventi di primo soccorso e sicurezza sul posto di lavoro. In particolare all'interno del corso verranno affrontati temi relativi ai sistema di primo soccorso, riconoscimento di emergenze sanitarie, conoscenze generali sui traumi e sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro, sull'allerta del SSN, sull'acquisizione delle capacità di intervento pratico e manovra dell'infortunato.

Modalità verifica

Verrà somministrato un test che si intenderà superato con una frequenza di almeno il 100% e con almeno il 70% di risposte corrette. Previo superamento del test, verrà rilasciato un attestato di frequenza, valido sul territorio nazionale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia L'impostazione metodologica principale sarà la lezione frontale e l'utilizzo di metodologie attive, eventualmente anche in modalità FAD sincrona per la parte teorica. Gli ausili didattici come pc e proiettore consentiranno l'inserimento di immagini ed illustrazioni per una maggiore efficacia. Verranno realizzare prove ed addestramento con il manichino. L’ambiente formativo sarà caratterizzato da una forte interattività tra partecipanti e corpo docente.
Antincendio rischio medio

L'azione formativa sviluppa i seguenti contenuti: l'incendio e la prevenzione, principi della combustione, prodotti della combustione, sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio, effetti dell'incendio sull'uomo, divieti e limitazioni di esercizio, misure comportamentali, protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio, principali misure di protezione antincendio, evacuazione in caso di incendio, chiamata dei soccorsi, gestione antincendio, gestione della sicurezza antincendio in esercizio ed emergenza: controlli e manutenzioni, esercitazioni pratiche, presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili, uso dei dpi, esercitazioni sull'uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi ed idranti. Lezioni in aula su tutti gli argomenti del corso: lezione frontale e analisi di filmati. Esercitazioni pratiche e addestramento con estintori portatili. Opzionabile in FAD nella parte teorica.

Destinatari

Lavoratori dipendenti che sono designati alla lotta antincendio per le aziende a Medio Rischio. I lavoratori potrebbero essere chiamati all'evacuazione dei lavoratori e dei clienti in caso di pericolo grave ed immediato.

Obiettivi dell’apprendimento

Il Corso Antincendio Rischio Medio fornisce la formazione obbligatoria per gli Addetti alle Emergenze incendi, lotta antincendio e gestione dell’emergenza, incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato e delle operazioni generali in caso di emergenza, come da art. 37, c. 9 del D. Lgs. 81/08 e D.M. 10/3/1998, in aziende il cui rischio incendio sia definito medio dall’autocertificazione o dalla valutazione dei rischi. Il programma (ex D.M. 10/3/1998) si focalizza, dopo un breve cenno alla normativa in vigore sulla Sicurezza sul Lavoro, sulle misure di protezione antincendio e procedure da adottare in caso di pericolo.

Modalità verifica

Verrà somministrato un test che si intenderà superato con una frequenza di almeno il 90% e con almeno il 70% di risposte corrette. Previo superamento del test, verrà rilasciato un attestato di frequenza, valido sul territorio nazionale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La didattica è mirata allo studio delle problematiche e dei comportamenti antincendio ed all’effettuazione di una prova pratica di spegnimento di tipo individuale, utilizzando estintori portatili a polvere e/o carbonio ed opportuni dispositivi di sicurezza. Il corso si svilupperà sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni.

Trento,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.