Turismo: formazione professionalizzante

Un corso di R. E S. SERVIZI INTEGRATI SRL.

Con la presente iniziativa formativa s'intende attuare un intervento in grado di APPORTARE VALORE AGGIUNTO PER TUTTE QUELLE IMPRESE CHE OPERANO NEL SETTORE TURISMO E NECESSITANO DI POTENZIARE LE CONOSCENZE E COMPETENZE di carattere tecnico professionale La fase di progettazione/strutturazione dell’iniziativa ha preso l’avvio dalla ANALISI E RICOSTRUZIONE dell’attuale scenario turistico, dall’ANALISI PREVISIONALE delle tendenze, dalla corrispondente VALUTAZIONE DELLE SKILLS RICHIESTE e conseguente ANALISI FABBISOGNI FORMATIVI DI UN PANEL RAPPRESENTATIVO DI AZIENDE PRIVATE. Se si pensa all’ampiezza della gamma delle attività produttive che intervengono nel ciclo dell’offerta turistica o, ancor più, che devono soddisfare la domanda espressa dai turisti, si può facilmente immaginare la pluralità di figure professionali a vario titolo coinvolte. Di qui la necessità di introdurre moduli altamente professionali e professionalizzanti tramite la presente iniziativa “Tecniche e tecnologie”, composta da 5 moduli formativi, un totale di 60 ore docenza. Il Piano sarà accompagnato da un sistema di MONITORAGGIO E VALUTAZIONE che si attuerà come di seguito esplicitato e riguarderà i seguenti ambiti: -SODDISFAZIONE DEI PARTECIPANTI rispetto al modulo; -APPRENDIMENTO EFFETTIVO conseguito, con conoscenze, competenze e capacità acquisite dai partecipanti.

L’INIZIATIVA intende a livello micro:
-Conoscere il prezzo di ogni piatto e definire una corretto pricing;
-Programmare nuove proposte di viaggio da destinare alla creazione di cataloghi turistici
-Raccontare secondo le regole di storytelling le mete cogliendo tutti gli aspetti esperienziali per il viaggiatore del nuovo millennio
-Acquisire gli elementi organizzativi vincenti del reparto Housekeeping;
-Progettare il reparto secondo procedure di standard internazionali
-operare nel rispetto di norme igieniche e buone pratiche di lavorazione a tutela della salute del consumatore
-riconoscere e gestire i principali fattori di rischio nella manipolazione e somministrazione di alimenti
A LIVELLO MACRO:
-riduzione degli errori per nella manipolazione degli alimenti
-Ottimizzare e ridurre in food coast
-Minimizzare gli scarti di magazzino con una corretta gestione delle materie prime;
-Avere un andamento controllato ed evitare rischi
-massimizzare l’efficienza del servizio erogato al cliente

I lavoratori acquisiranno competenze per:
Standardizzare il processo di acquisto delle materie prime
Ottimizzare e ridurre in food coast
riconoscere e gestire i principali fattori di rischio nella manipolazione e somministrazione di alimenti
Raccontare secondo le regole di storytelling le mete cogliendo tutti gli aspetti esperienziali per il viaggiatore del nuovo millennio
Acquisire le migliori procedure di controllo delle camere
Saper fornire in ogni momento un servizio distintivo al cliente

Sistema di verifica:
TEST FINALEAPPRENDIMENTO,strutturato in 10 domande a risposta multipla,superato previo conseguimento del 90% risposte esatte
SistemaATTESTAZIONE APPRENDIMENTI prevede:
-ATTESTATO DI FREQUENZA PER IL 90% DELLE ORE MODULARI
-CERTIFICAZIONE AI SENSI DEL DGR.N. 314 del 28/06/2016
-trascrizioneCOMPETENZE sul LIBRETTO FORMATIVO DEL CITTADINO di cui al Decreto del 10/10/2005

MICHELE ROMANO

mr@res-si.it

Controllo e ottimizzazione del food coast: dal processo di acquisto alla gestione del magazzino

Contenuti didattici: -Processo degli acquisti e scelta dei fornitori; -Food Cost Attivo, Passivo e Costo Primo; -Gestione del Magazzino ; -Gestione First In First Out e Last In First Out; -Costo standard e Turnover di magazzino;

Destinatari

Il modulo è destinato al personale della cucina e addetti alla gestione magazzino del comparto alberghiero

Obiettivi dell’apprendimento

L’obiettivo del modulo è trasferire: -L’importanza della scelta dei fornitori e dell’approvvigionamento delle materie prime minimizzando i costi; -La conoscenza del calcolo dei costi per la realizzazione di un piatto per decidere il prezzo finale; -La conoscenza delle tecniche di gestione del magazzino

Modalità verifica

il modulo prevede una VERIFICA STRUTTURATA DELL’APPRENDIMENTO che contempla quale strumento di valutazione un TEST A RISPOSTA MULTIPLA da somministrare a fine modulo,strutturato in 10 o più domande a risposta multipla ATTESTAZIONI E/0 CERTIFICAZIONI RILASCIATE: ATTESTATO DI FREQUENZA previo 70%presenze Trascrizione competenze acquisite sulLIBRETTO FORMATIVO DEL CITTADINO come D.lgs. 10/10/2005 previo raggiungimento 70% di presenze modulari e superato le verifiche previste

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo formativo sarà erogato in modalità fad sincrona le METODOLOGIE DIDATTICHE sono: - ESPOSITIVA, indispensabile per trasmettere le nozioni teoriche e strategiche sui diversi argomenti previsti; - l’ACTIVE LEARNING, è importante per dare al discente la possibilità di interagire e confrontarsi col docente e con i suoi colleghi sulla materia trattata.
TRAVEL DESIGN – PROGETTARE VIAGGI ESPERIENZIALI PER I VIAGGIATORI DEL TERZO MILLENNIO

Contenuti didattici: Il concetto di esperienza turistica; Il valore dell’esperienza nell’immaginario del cliente; Travel design come percorso verso la personalizzazione dei viaggi in chiave esperienziale. Il concetto di “Long Tail” Il valore dei segmenti esperienziali; Il concept del viaggio Story telling e Story living: la sceneggiatura delle esperienze turistiche; Il concetto di esperienza estesa “seamless”; Esercizi e role play individuali e di gruppo

Destinatari

Il modulo è è rivolto ad operatori di Agenzie di viaggio e Tour Operator

Obiettivi dell’apprendimento

Il corso garantisce l’apprendimento della metodologia Travel design progettata per guidare gli operatori in tutte le fasi della progettazione e della promozione del viaggio in chiave esperienziale.

Modalità verifica

il modulo prevede una VERIFICA STRUTTURATA DELL’APPRENDIMENTO che contempla quale strumento di valutazione un TEST A RISPOSTA MULTIPLA da somministrare a fine modulo,strutturato in 10 o più domande a risposta multipla ATTESTAZIONI E/0 CERTIFICAZIONI RILASCIATE: ATTESTATO DI FREQUENZA previo 70%presenze Trascrizione competenze acquisite sulLIBRETTO FORMATIVO DEL CITTADINO come D.lgs. 10/10/2005 previo raggiungimento 70% di presenze modulari e superato le verifiche previste

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo formativo sarà erogato in modalità fad sincrona le METODOLOGIE DIDATTICHE sono: - ESPOSITIVA, indispensabile per trasmettere le nozioni teoriche e strategiche sui diversi argomenti previsti; - l’ACTIVE LEARNING, è importante per dare al discente la possibilità di interagire e confrontarsi col docente e con i suoi colleghi sulla materia trattata.
Come calcolare il BEP di un ristorante

Contenuti didattici: Come calcolare il Break Even Point di un ristorante Come fare il Break Even Point su Excel Quali sono i costi fissi di un ristorante Come si calcola il prezzo di un piatto al ristorante Quanto deve incassare un ristorante al giorno Come si calcola il fatturato di pareggio

Destinatari

Il modulo è destinato agli addetti f&b

Obiettivi dell’apprendimento

L’obiettivo è imparare a calcolare il Break Even Point, o punto di pareggio, del ristorante

Modalità verifica

il modulo prevede una VERIFICA STRUTTURATA DELL’APPRENDIMENTO che contempla quale strumento di valutazione un TEST A RISPOSTA MULTIPLA da somministrare a fine modulo,strutturato in 10 o più domande a risposta multipla ATTESTAZIONI E/0 CERTIFICAZIONI RILASCIATE: ATTESTATO DI FREQUENZA previo 70%presenze Trascrizione competenze acquisite sulLIBRETTO FORMATIVO DEL CITTADINO come D.lgs. 10/10/2005 previo raggiungimento 70% di presenze modulari e superato le verifiche previste

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo formativo sarà erogato in modalità fad sincrona le METODOLOGIE DIDATTICHE sono: - ESPOSITIVA, indispensabile per trasmettere le nozioni teoriche e strategiche sui diversi argomenti previsti; - l’ACTIVE LEARNING, è importante per dare al discente la possibilità di interagire e confrontarsi col docente e con i suoi colleghi sulla materia trattata.
Housekeeping Mangement

Contenuti didattici: Tecniche di comunicazione efficace e team working D P I e loro uso uso corretto dei Detergenti e Disinfettanti Vari modi di sanificare attrezzature per sanificazione e pulizia Procedure pulizia camere e aree comuni Come approcciarsi con l’ospite Il ruolo del personale che si occupa della pulizia in albergo; Organigramma del reparto Housekeeping; Cameriera ai piani: aspetto e regole di comportamento; Professionalità, accoglienza e cura del cliente; Missione, competenze e compiti della posizione; Elenco delle attività giornaliere; Gestione e pianificazione della cameriera; Facchino ai piani: missione, competenze e compiti della posizione; Aspetto e regole di comportamento; Illustrazione delle Job Description; Allestimento delle sale, pulizie delle aree comuni, gestione dei bagagli.

Destinatari

Il modulo è destinato a tutte le figure professionali che si interfacciano all’interno dell’area – governanti, cameriere ai piani, facchini, guardarobiere, ecc

Obiettivi dell’apprendimento

L’obiettivo è trasferire ai partecipanti conoscenze sulla : - Metodologia di lavoro di team - Procedure da seguire per garantire i massimi livelli di pulizia, igiene, sanificazione e disinfezione, - Rischi da emergenze sanitarie - compilazione di report esaustivi e l’adozione di forme di controllo incrociato. - Acquisire gli elementi organizzativi vincenti del reparto Housekeeping; - Progettare il reparto secondo procedure di standard internazionali; - Creare ed utilizzare le Job Description come supporto all’efficienza operativa del reparto - Acquisire le tecniche operative di standard internazionali di riordino delle camere; - Acquisire le migliori procedure di controllo delle camere; - Saper fornire in ogni momento un servizio distintivo al cliente.

Modalità verifica

il modulo prevede una VERIFICA STRUTTURATA DELL’APPRENDIMENTO che contempla quale strumento di valutazione un TEST A RISPOSTA MULTIPLA da somministrare a fine modulo,strutturato in 10 o più domande a risposta multipla ATTESTAZIONI E/0 CERTIFICAZIONI RILASCIATE: ATTESTATO DI FREQUENZA previo 70%presenze Trascrizione competenze acquisite sulLIBRETTO FORMATIVO DEL CITTADINO come D.lgs. 10/10/2005 previo raggiungimento 70% di presenze modulari e superato le verifiche previste

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo formativo sarà erogato in modalità Aula le METODOLOGIE DIDATTICHE sono: - ESPOSITIVA, indispensabile per trasmettere le nozioni teoriche e strategiche sui diversi argomenti previsti; - ESERCITAZIONI, mettere in pratica tutto ciò che è stato spiegato nella parte espositiva
HACCP

ll modulo HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points – Analisi dei rischi e dei punti critici di controllo) intende trasferire al partecipante le competenze necessarie all’efficace applicazione delle procedure finalizzate all’individuazione dei pericoli di natura chimica biologica o fisica che possono inficiare la sicurezza degli alimenti, così come evidenziato dal Regolamento Europeo 852/04. Contenuti didattici:sicurezza alimentare, pericoli e rischi microbiologici, chimici e fisici; malattie infettive trasmesse con gli alimenti; HACCP: norme ISO; principi; procedure; percorso per stadi successivi; metodo; pre-requisiti in materia di igiene alimentare; piano di autocontrollo: rintracciabilità e tracciabilità del prodotto alimentare; obblighi dell’operatore

Destinatari

Il corso HACCP ha l’obbiettivo di istruire tutti i lavoratori del comparto turismo che hanno a che fare con gli alimenti, perciò tutti gli operatori delle imprese che trattano direttamente o indirettamente gli alimenti, attivi quindi nei processi di produzione, trasformazione, confezionamento, trasporto, distribuzione e somministrazione degli alimenti e/o bevande. Di seguito raggruppiamo le varie mansioni coinvolte: 1)Manipolazione indiretta, lavoratori attivi in imprese che non manipolano direttamente gli alimenti come aziende di deposito, trasporto, distribuzione e stoccaggio: -Lavapiatti 2)Manipolazione diretta, lavoratori addetti alla preparazione, produzione, confezionamento di alimenti come: -Cuochi -Aiuto cuochi -Pizzaioli -Addetti al catering -Camerieri -Alimentaristi -Baristi (sia che manipolino alimenti, sia che somministrino solo bevande od alimenti confezionati)

Obiettivi dell’apprendimento

L’obiettivo è migliorare le conoscenze tecniche per operare nel rispetto di norme igieniche e buone pratiche di lavorazione a tutela della salute del consumatore (igiene della persona, ambiente di lavoro; legislazione sanitaria; processi di preparazione, conservazione e distribuzione degli alimenti). I discenti potranno applicare la normativa vigente in materia di igiene degli alimenti nello svolgimento del proprio lavoro

Modalità verifica

TEST A RISPOSTA MULTIPLA a fine modulo strutturato dal docente in 10 o più domande a risposta multipla con 3 o più opzioni di risposta. Il test sarà superato previo conseguimento del 70% di risposte esatte per la CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE SUL LIBRETTO CERTIFICATO FORMAZIONE ADDETTI ALLE ATTIVITÀ CONNESSE ALL’IGIENE DEGLI ALIMENTI’ DGR n.318del21/05/15 e s.m.i. e DD n.110del24/05/18rilasciato da REG. CAMPANIA(validità3ANNI) ESAME da svolgere presso la REGIONE CAMPANIA

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo formativo sarà erogato in modalità Aula le METODOLOGIE DIDATTICHE sono: - ESPOSITIVA, indispensabile per trasmettere le nozioni teoriche e strategiche sui diversi argomenti previsti; - l’ACTIVE LEARNING, è importante per dare al discente la possibilità di interagire e confrontarsi col docente e con i suoi colleghi sulla materia trattata.

Agrigento, Alessandria, Ancona, Ascoli Piceno, Avellino, Bari, Barletta-Andria-Trani, Belluno, Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano/Bozen, Brescia, Cagliari, Campobasso, Caserta, Como, Cosenza, Cremona, Cuneo, Ferrara, Firenze, Foggia, Frosinone, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, L'Aquila, Latina, Lecce, Lecco, Lodi, Lucca, Macerata, Mantova, Milano, Modena, Monza e della Brianza, Napoli, Novara, Padova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia, Potenza, Ravenna, Reggio di Calabria, Reggio nell'Emilia, Rimini, Roma, Salerno, Sassari, Savona, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Varese, Venezia, Verona, Vicenza,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.