Haccp

Un corso di LTF SRL.

Il programma didattico è diviso in diversi moduli durante i quali viene studiata ed approfondita nel dettaglio la tematica dell'Haccp, analizzando i riferimenti normativi, i punti critici, le azioni da intraprendere per individuarli, controllarli e ridurre al minimo il rischio alimentare derivato da essi. Nel dettaglio: Rischi e pericoli alimentari (4 ore); Conservazione degli alimenti, igiene (4 ore);

Il corso HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è modulato intorno al processo di controllo che mira a prevenire la contaminazione degli alimenti, sia di natura biologica che chimica o fisica, attraverso il monitoraggio dei “punti della lavorazione” degli stessi in cui si prospetta un pericolo di contaminazione. In Italia dal 2005, dopo l’abrogazione del Libretto Sanitario, per addetti e titolari di attività alimentari è stata istituita l’obbligatorietà della partecipazione, idoneamente documentata, a corsi di formazione di base che rilasciano la certificazione di abilitazione a lavorare con gli alimenti. In relazione alla natura dell’esercizio e delle mansioni imputabili al lavoratore, la legge prevede distinzione tra attività semplici e attività complesse e tra Addetti e Responsabili dei Piani di Autocontrollo.
Pertanto tale iniziativa ha l’obiettivo di garantire un accesso agevolato, introducendo la possibilità di poter seguire il corso in modalità Fad Asincrona, garantendo una maggiore elasticità, con particolare riferimento alle tempistiche, per tutti gli utenti coinvolti.

Essere in grado di implementare il piano HACCP, saper tenere comportamenti corretti per l’igiene sul luogo di lavoro e di gestire le procedure di autocontrollo in base al metodo HACCP. Saper prevenire, valutare e fronteggiare eventuali rischi per l’igiene alimentare. Saper valutare i fattori di contaminazione e controllo. Di rischio chimico, fisico e microbiologico. La catena del freddo e le procedure di pulizia degli impianti e attrezzature. Le finalità di un piano di autocontrollo.

Al termine del modulo formativo, previa frequenza delle ore di formazione, sarà effettuata una prova di verifica obbligatoria, con rilascio di attestazione della certificazione da parte dell’organismo realizzatore, in conformità agli standard di cui all’art. 6 del D.Lgs. 16 gennaio 2013, n.13. In quanto regioni “autonome”, in Lombardia e Lazio è il datore di lavoro a stabilire quando occorrerà rinnovare e aggiornare la formazione in merito all’HACCP.

FRANCESCO GIUSTO

coordinamento@ltformazione.it

HACCP

L'HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) è un sistema di controllo della produzione degli alimenti che ha come scopo la garanzia della sicurezza igienica e quindi della commestibilità di un alimento. Il sistema è caratterizzato da sette principi di base: Identificare ogni pericolo da prevenire, eliminare o ridurre; Identificare i punti critici di controllo nelle fasi in cui è possibile prevenire, eliminare o ridurre un rischio; Stabilire, per questi punti critici di controllo, i limiti critici che differenziano l’accettabilità dalla inaccettabilità; Stabilire e applicare procedure di sorveglianza efficaci nei punti critici di controllo; Stabilire azioni correttive se un punto critico non risulta sotto controllo; Stabilire le procedure da applicare regolarmente per verificare l’effettivo funzionamento delle misure adottate; Predisporre documenti e registrazioni adeguati alla natura e alle dimensioni dell’impresa alimentare;

Destinatari

Il corso HACCP è obbligatorio per tutti gli operatori del settore alimentare indipendentemente dalle mansioni che svolgono e dal loro grado di interazione con il prodotto alimentare, ovvero: - Addetti coinvolti nella manipolazione diretta degli alimenti come chef, cuochi, titolari di attività, barman, pasticceri, panettieri, pizzaioli, gelatai, addetti ai bar, rosticcerie, gastronomie, addetti alla vendita in supermercati, pescherie, salumerie, macellerie ecc. - Addetti non coinvolti manipolazione diretta degli alimenti come promoter, magazzinieri, camerieri, addetti mense, addetti a vendita e trasporto di prodotti ortofrutticoli ed alimenti sfusi.

Obiettivi dell’apprendimento

Il corso HACCP è diretto ad una vasta gamma di figure professionali. Il corso qui proposto è rivolto principalmente agli operatori del settore della logistica, costituiti da magazzinieri e altri addetti che si occupano di stoccaggio e conservazione in deposito di prodotti alimentari. Anch'essi tenuti ad avere una corretta formazione in ambito HACCP. I rischi in ambito alimentare riguardano infatti anche le fasi di immagazzinamento delle merci. Scopo del corso è quindi fornire tutte le conoscenze necessarie per prevenire i rischi in queste specifiche fasi della filiera alimentare. I discenti dovranno conoscere nel dettaglio tutto ciò che riguarda le temperature ottimali di conservazione, la gestione razionale dello stoccaggio delle merci e l’adeguata movimentazione delle stesse, l’etichettatura, la corretta prassi igienica per la sanificazione degli ambienti ed i rischi connessi a malattie, intossicazioni ed infezioni derivanti dalla compromissione della qualità del prodotto.

Modalità formativa

Formazione a distanza asincrona

Metodologia Per l'erogazione della formazione a distanza "asincrona" verrà impiegata una piattaforma strutturata ad Hoc fruibile sia da PC che da Smartphone, tramite la quale gli utenti, dotati di proprie e personali credenziali di accesso, potranno, oltre che fruire del corso oggetto dell'iniziativa proposta, scaricare del materiale didattico di supporto.

Rieti, Roma, Trento,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.