Hospitality tool kit: strategie, strumenti e tecniche per innovare il servizio

Un corso di ASCOM SERVIZI PADOVA SPA.

Il Veneto è la regione italiana che conta il maggior numero di turisti: ogni anno oltre 17 milioni di persone passano circa 60 milioni di giorni visitando le tante attrattive turistiche che la regione ha da offrire. La capacità di innovare costituisce uno dei fattori determinanti per lo sviluppo del settore e tale innovazione attraversa la transizione tecnologica, i modelli di business, l’erogazione di prodotti e servizi, la consumer experience. Il confronto costante con le imprese a livello territoriale e settoriale, in virtù del ruolo e della capillare rete associativa di migliaia di imprese a cui fa riferimento l’ente proponente (Confcommercio, Federalberghi, Enti bilaterali del Turismo, ecc), hanno favorito l’individuazione di fabbisogni specialistici di crescita per il comparto, al fine di sostenerne la ripresa dopo le due precedenti annualità caratterizzati da blocchi e restrizioni. Ambiti di fondamentale interesse per gli operatori già presenti e per le nuove leve. In quest’ottica di rinnovamento si inserisce la presente iniziativa con 10 moduli formativi: - TECNICHE, TECNOLOGIE E METODI PER UNA RISTORAZIONE 4.0 - IL RISTORANTE DEL FUTURO: IDEE PER ANTICIPARE I TRENDS DELLA RISTORAZIONE - COME IMPOSTARE UN CONTROLLO DI GESTIONE ALBERGHIERO - COCKTAIL NEW TRENDS - METODO DORN - THAI FOOT MASSAGE - TECNICHE DI MASSAGGIO HAWAIANO - LINFODRENAGGIO - HOTEL SALES: DA SEMPLICE ADDETTO A VENDITORE - IL REVENUE E IL PROFIT MANAGEMENT COME STRUMENTI DI VENDITA CONSAPEVOLE

Il comparto Hospitality rappresenta nelle sue svariate declinazione una delle componenti di primo piano a livello nazionale per lo sviluppo economico, lavorativo e di attrattività del nostro territorio. La domanda è in costante crescita e le competenze presenti nel personale di fornt-office, reparti cure e Spa, sala e cucina, ecc necessitano di un aggiornamento costante per far fronte alle nuove esigenze del mercato. Le incertezze che quotidianamente investono le piccole e medie imprese delle province Venete e non solo, si stanno aggravando: caro energia, ritardi nei tempi di consegna, carenza di figure professionali qualificate (in Veneto nel secondo trimestre del 2022 il fabbisogno sarà di 1.950 addetti tra camerieri, aiuti cuoco e gelatieri, ma i posti sono scoperti al 47,4%), ma emerge, con altrettanta forza e determinazione, la propensione all’investimento da parte delle imprese: stanno sviluppando e innovando grazie a digitalizzazione, Impresa 4.0 e internazionalizzazione.
In questo scenario, risulta pertanto fondamentale supportare le imprese nell’essere in grado di:
– valutare in che modo la tecnologia può inserirsi all’interno della propria attività;
– progettare soluzioni e prodotti innovative per i reparti food&beverage e Spa;
– configurare un sistema di gestione e di controllo per ottimizzare costi e ricavi;
– elaborare la strategia di posizionamento e di vendita dell’organizzazione;
– coordinare e gestire l’implementazione del piano di vendita.

La presente iniziativa vuole sostenere lo sviluppo di competenze considerate oggi strategiche per il comparto Hospitality e la filiera: introdurre soluzioni, prodotti e servizi innovativi in grado di differenziare l’offerta, ibridare processi e modalità di erogazione, migliorare la governance dei reparti per un reale efficientamento della redditività, migliorare il proprio posizionamento nei mercati locali e internazionali.

In fase di ingresso si prevede una valutazione in forma libera dei discenti a cura del docente. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP si utilizzeranno STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Marco Italiano

marco.italiano@ascompd.com

IL RISTORANTE DEL FUTURO: IDEE PER ANTICIPARE I TRENDS DELLA RISTORAZIONE

L’obiettivo del modulo è quello di presentare ai partecipanti l’evoluzione della domanda di ristorazione nazionale e internazionale, dal punto di vista degli stili di consumo che stanno emergendo o che si stanno consolidando a fronte dei cambiamenti sociali, demografici, motivazionali e legati alle nuove abitudini lavorative dei potenziali clienti. I partecipanti, inoltre, si approcceranno con le principali linee di tendenza di sviluppo, branding e posizionamento di mercato del ristorante e impareranno a progettare servizi di ristorazione moderni, attrattivi e in linea con i trends del momento, capaci di suscitare l'interesse dei clienti. La pandemia, infatti, ha accelerato il processo di trasformazione già in atto che coinvolge anche il settore della ristorazione, nel quale stanno emergendo modelli innovativi di business che richiedono un importante rivoluzione delle competenze imprenditoriali e di gestione di tali esercizi.

Destinatari

Il modulo è destinato a tutti coloro che si occupano della pianificazione ed organizzazione delle attività di ristorazione. Si tratta di professionisti che si dedicano allo sviluppo di strategie di marketing e di posizionamento dell'attività per aumentare la visibilità del locale, progettando delle soluzioni di ristorazione innovative in linea con le nuove abitudini dei consumatori. Queste figure professionali, quindi, analizzano lo scenario complessivo del mercato di riferimento e formulano delle ipotesi commerciali in base ai nuovi stili di consumo e a quelli che potrebbero caratterizzare il prossimo futuro. I cambiamenti in atto, infatti, tenderanno a rivoluzionare soprattutto le competenze richieste dalla figura del ristoratore, che dovrà occuparsi della valorizzazione del brand e dell'identità del locale e sul marketing, non solo per fidelizzare o attrarre clienti, ma anche per richiamare personale qualificato.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante conseguirà i seguenti obiettivi formativi individuali: -conoscere principali linee di tendenza del futuro della ristorazione, alla luce delle trasformazioni riguardanti il contesto socio-economico -conoscere i principali modelli che si stanno affiancando al ristorante, come i servizi di e-commerce e di consulenza -scegliere i prodotti alimentari in linea con le esigenze e preferenze della clientela -attuare strategie di marketing e posizionamento al fine di valorizzare il brand del locale e attirare l'interesse dei clienti - orientarsi facilmente tra i vari modelli di business, rispondendo con flessibilità alle nuove esigenze della clientela -individuare e attuare tecniche di progettazione di spazi dal design innovativo che conferiscano al ristorante valenza di luogo di incontro e condivisione di esperienze -gestire prenotazioni online e sfruttare a favore del locale il sistema delle recensioni sulle principali piattaforme del web

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
COME IMPOSTARE UN CONTROLLO DI GESTIONE ALBERGHIERO

Il controllo di gestione è senza dubbio uno strumento di ottimizzazione del profitto anche per le imprese del settore alberghiero. L’obiettivo del modulo è quello di condividere l’importanza che risiede in tale attività per un hotel che voglia essere davvero protagonista del proprio business. La pianificazione strategica, fondamentale per qualunque impresa, assume infatti un rilievo ancora maggiore per gli hotel chiamati a confrontarsi in un ambiente dove le modalità di contatto con la clientela cambiano continuamente. Decidere di passare da una gestione dell’hotel fatta giorno per giorno a una gestione improntata alla pianificazione strategica, significa scegliere di introdurre in albergo mentalità e procedure adeguate. Durante il percorso formativo, quindi, gli allievi si approcceranno ai principali modelli e strumenti utili per implementare un sistema efficiente di controllo di gestione dell’hotel al fine di ottimizzare i profitti della struttura.

Destinatari

Il modulo è destinato a coloro che ricoprono ruoli dirigenziali e di gestione delle strutture alberghiere. Si tratta di figure professionali che, in accordo con i diversi livelli gerarchici, definiscono e implementano le politiche commerciali e le strategie di business, occupandosi del controllo dell'intero sistema di gestione dei costi e degli acquisiti. Inoltre, assicurano l'erogazione del servizio nel rispetto degli standard di qualità definiti rispettando i criteri di efficacia, efficienza ed economicità alla luce della normativa di riferimento. In generale, i destinatari del modulo si occupano o potrebbero occuparsi del monitoraggio del buon funzionamento della struttura ricettiva nei termini degli obiettivi fissati con la proprietà rispetto all'aumento della clientela e al raggiungimento del budget stabilito.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -utilizzare tecniche di analisi dei processi amministrativi -applicare tecniche di controllo di gestione -utilizzare strumenti di controllo dei costi -gestire le dinamiche e i flussi degli acquisti -conoscere i principali modelli di qualità aziendali applicati al settore alberghiero -applicare procedure di controllo e miglioramento del sistema qualità -utilizzare strumenti e tecniche per la misurazione degli standard di qualità

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
COCKTAIL NEW TRENDS

Il percorso formativo offre una panoramica delle attuali tendenze in materia di preparazione di coktails con il fine di incrementare nei partecipanti delle abilità pratiche, grazie alle quali poter offrire un servizio di qualità e innovativo alla clientela. In particolare, gli argomenti del modulo verteranno sulle principali tecniche di miscelazione che possono rendere un coktail oggetto di interesse da parte dei potenziali clienti a cui si aggiungerà un aggiornamento sui nuovi metodi di conservazione in grado di mantenere le caratteristiche merceologiche di tali prodotti.

Destinatari

Il modulo è destinato a coloro che sono specializzati nella preparazione di coktails e generalmente prestano la propria attività lavorativa in strutture specifiche collegate per lo più con i settori del turismo: grandi alberghi, villaggi, navi da crociera, discoteche, american bar. In genere, si tratta di professionisti specializzati nelle miscelazioni e nelle preparazioni delle bevande, anche se le relative mansioni dipendono dalle dimensioni del locale, dalla sua tipologia e dal personale impiegato.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - conoscere i nuovi trends dei cocktails presenti sul mercato - saper interpretare le esigenze e i gusti del cliente per offrire un servizio completo e soddisfacente - raggiungere l’eccellenza del servizio valorizzando la propria offerta - utilizzare attrezzature specifiche per miscelare prodotti diversi per preparare aperitivi, cocktails e long drink innovativi - padroneggiare le tecniche di preparazione e servizio di cocktails - applicare nuovi metodi di conservazione

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Laboratorio

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
METODO DORN

Il modulo è dedicato alla presentazione del Metodo Dorn, disciplina bionaturale che si propone di combattere e prevenire il mal di schiena, sviluppata circa 30 anni fa in Germania da Dieter Dorn. Il metodo è basato sulla correzione della diversa lunghezza di un arto inferiore rispetto all’altro. Secondo Dorn, tale anomalia può avere varie origini: a causa di questo disallineamento il bacino si posiziona al di fuori del proprio assetto fisiologico e questo può provocare una colonna spinale asimmetrica, curvata o spostata. L‘obiettivo del modulo, quindi, è quello di fornire ai partecipanti conoscenze sulla filosofia di fondo del metodo Dorn e sulle relative tecniche funzionali al riequilibrio del normale funzionamento delle vertebre disallineate, senza aggravare i tendini, i muscoli e le articolazioni.

Destinatari

Il percorso formativo è destinato a tutti coloro che operano principalmente nel settore della fornitura di servizi alla persona, all'interno di strutture finalizzate al conseguimento della forma fisica o del benessere (centri fitness o wellness autonomi o collocati in strutture ricettive). Queste figure svolgono la propria attività a contatto con gli utenti, talvolta con l'ausilio di specifici strumenti, nel rispetto dei regolamenti di igiene e delle normative di sicurezza vigenti.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -conoscere i principi di fondo del Metodo Dorn e i relativi benefici per il benessere psico-fisico della persona -conoscere i principali elementi di anatomia e fisiologia di colonna vertebrale e tratto cervicale, toracico e lombo-sacrale -comprendere il ruolo dell'emotività nella genesi delle patologie posturali -attuare metodiche e procedure di riallineamento vertebrale -utilizzare tecniche per il trattamento del dolore

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Laboratorio

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
THAI FOOT MASSAGE

Il percorso formativo illustra le tecniche del THAI FOOT MASSAGE, trattamento specifico thailandese per i piedi e le gambe, particolarmente indicato per gambe con sensazione di affaticamento, gonfiore e pesantezza. Il modulo si articolerà intorno ai principi della riflessologia plantare cinese, pratica che previene ed allevia tutta una serie di disturbi fisici migliorando anche la funzionalità degli organi interni. Gli allievi, inoltre, si approcceranno alle tecniche specifiche di questa pratica, in particolare attraverso la conoscenza delle funzionalità e delle modalità di utilizzo dello stickwood, un particolare bastoncino di legno levigato e sagomato, grazie al quale si ottiene un effetto positivo sulle tensioni nervose e un miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica.

Destinatari

Il percorso formativo è destinato a tutti coloro che operano principalmente nel settore della fornitura di servizi alla persona, all'interno di strutture finalizzate al conseguimento della forma fisica o del benessere (centri fitness o wellness autonomi o collocati in strutture ricettive). Queste figure svolgono la propria attività a contatto con gli utenti, talvolta con l'ausilio di specifici strumenti, nel rispetto dei regolamenti di igiene e delle normative di sicurezza vigenti.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -conoscere i principi alla base del thai foot massage -conoscere i potenziali benefici per il benessere della persona e le principali controindicazioni -conoscere la mappa della pianta del piede e la relativa corrispondenza con le altre parti del corpo -applicare le tecniche di massaggio per la stimolazione della riflessologia plantare -utilizzare lo strumento dello stickwood

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Laboratorio

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
TECNICHE DI MASSAGGIO HAWAIANO

Il modulo illustra le caratteristiche, i principi e le tecniche del Lomi Lomi, tipo di massaggio dolce di origine hawaiana, contraddistinto da movimenti lenti e costanti che ricordano le onde dell’oceano, atti a far rilassare profondamente la persona che si sottopone al trattamento. Al partecipante verranno fornite conoscenze sui quattro cardini di questa pratica: respiro, danza, tocco e musica, i quali, insieme anche all’uso di particolari colori e movimenti che richiamano l’acqua e il dolce cullare delle onde dell’oceano, contribuiscono a restituire serenità e pace al ricevente. L'attenzione dei partecipanti, inoltre, verrà focalizzata sui benefici che questa tipologia di massaggio può apportare sul piano fisico e mentale e sulle patologie a cui prestare attenzione nell'attuare questa pratica per evitare di incorrere in controindicazioni per la salute.

Destinatari

Il percorso formativo è destinato a tutti coloro che operano principalmente nel settore della fornitura di servizi alla persona, all'interno di strutture finalizzate al conseguimento della forma fisica o del benessere (centri fitness o wellness autonomi o collocati in strutture ricettive). Queste figure svolgono la propria attività a contatto con gli utenti, talvolta con l'ausilio di specifici strumenti, nel rispetto dei regolamenti di igiene e delle normative di sicurezza vigenti.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -conoscere la filosofia alla base del massaggio hawaiano -conoscere i potenziali benefici per il benessere psico-fisico della persona e le possibili controindicazioni -conoscere come i punti cardine del massaggio (respiro, danza, tocco e musica) si integrano all'interno delle tecniche di applicazione -stabilire un contatto positivo con l'utente ascoltandone le esigenze per personalizzare il trattamento -attuare le pratiche del massaggio utilizzando oli profumati ed essenze per favorire il rilassamento e l'estensione del corpo

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Laboratorio

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
LINFODRENAGGIO

L'obiettivo del modulo è quello di sviluppare ed approfondire le conoscenze sul linfodrenaggio, particolare tipo di trattamento molto richiesto per combattere gli inestetismi della cellulite, ridurre i gonfiori localizzati e allievare i disturbi della pelle. Dietro prescrizione medica, il linfodrenaggio può essere particolarmente utile per favorire la corretta cicatrizzazione di ferite chirurgiche e per ridurre i conseguenti edemi post-operatori. Durante il percorso formativo, gli allievi approfondiranno la conoscenza teorica dell’apparato linfatico e apprenderanno tutte le metodiche di esecuzione di questo trattamento su ogni distretto corporeo, in base alle condizioni di salute della persona e delle finalità che si intendono raggiungere.

Destinatari

Il percorso formativo è destinato a tutti coloro che operano principalmente nel settore della fornitura di servizi alla persona, all'interno di strutture finalizzate al conseguimento della forma fisica o del benessere (centri fitness o wellness autonomi o collocati in strutture ricettive). Queste figure svolgono la propria attività a contatto con gli utenti, talvolta con l'ausilio di specifici strumenti, nel rispetto dei regolamenti di igiene e delle normative di sicurezza vigenti.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -conoscere le finalità della pratica di linfodrenaggio -conoscere l’anatomia e la fisiologia del sistema linfatico -conoscere i benefici della pratica per la salute della persona -conoscere le indicazioni e le controindicazioni terapeutiche -applicare le metodiche di esecuzione del trattamento su ogni distretto corporeo

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Laboratorio

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
HOTEL SALES: DA SEMPLICE ADDETTO A VENDITORE

Il modulo si pone l'obiettivo di fornire ai partecipanti un approccio mentale ed operativo per il sales management delle strutture alberghiere, illustrando i principali strumenti e le strategie per programmare, implementare e monitorare il piano di vendita e raggiungere gli obiettivi commerciali. Il percorso formativo, quindi, intende trasferire agli allievi i modelli e le tecniche di analisi previsionale degli andamenti di mercato e di organizzazione e pianificazione delle attività di lavoro al fine di essere in grado di tradurre operativamente il piano di vendita in una serie di azioni tra loro coordinate. Inoltre, durante le attività di formazione, i partecipanti entreranno in contatto con gli strumenti di analisi dei risultati, utili per la valutazione di azioni di sviluppo o di correzione del piano vendite in base ad eventuali scostamenti rilevati rispetto agli obiettivi prefissati.

Destinatari

Il modulo è rivolto a coloro che si occupano della definizione, attuazione e gestione delle azioni di vendita delle strutture alberghiere finalizzate al raggiungimento degli obiettivi strategici e commerciali stabiliti dalla direzione. La finalità principale di queste figure professionali è quella di tradurre e declinare gli obiettivi commerciali di budget dell'impresa in obiettivi di vendita (tempi, modi e risultati) relativi al suo territorio/area di competenza. In particolare si occupano di realizzare gli obiettivi di vendita dell'hotel, programmando le azioni più adatte a raggiungerli, e di organizzare e coordinare la forza vendita, fornendo strumenti e dati di supporto.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -realizzare la traduzione operativa del piano di vendita, individuando le azioni da intraprendere per il conseguimento degli obiettivi -pianificare il monitoraggio delle attività -applicare strategie di time management -applicare tecniche di valutazione di performance dello staff di vendita -elaborare il piano della domanda -applicare tecniche di analisi dei risultati di vendita -valutare azioni di sviluppo o di correzione del piano vendite

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
IL REVENUE E IL PROFIT MANAGEMENT COME STRUMENTI DI VENDITA CONSAPEVOLE

Il percorso formativo si pone l'obiettivo di sviluppare negli allievi un approccio innovativo di gestione delle vendite che contraddistingue l'attività di un’azienda revenue – oriented. Il modulo affronta i fondamenti teorici e le strategie di revenue e profit management per l'ottimizzazione dei profitti delle organizzazioni illustrando le variabili e i meccanismi per determinare una strategia ottimale di pricing e applicare le migliori tecniche di vendita e di distribuzione per canale. Inoltre, i partecipanti entreranno in contatto con le principali metodologie di armonizzazione dei singoli elementi dell'impresa (profit management) finalizzate all'ottimizzazione dei profitti e all'incremento della redditività.

Destinatari

Il modulo è rivolto a coloro che si occupano della definizione, attuazione e gestione delle azioni di vendita delle strutture alberghiere finalizzate al raggiungimento degli obiettivi strategici e commerciali stabiliti dalla direzione. La finalità principale di queste figure professionali è quella di tradurre e declinare gli obiettivi commerciali di budget dell'impresa in obiettivi di vendita (tempi, modi e risultati) relativi al suo territorio/area di competenza. In particolare si occupano di realizzare gli obiettivi di vendita dell'hotel, programmando le azioni più adatte a raggiungerli, e di organizzare e coordinare la forza vendita, fornendo strumenti e dati di supporto.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: -riconoscere le caratteristiche dell’organizzazione e del suo portafoglio di prodotti/servizi -realizzare l’analisi del contesto di riferimento (fattori politici, economici, socio-culturali e tecnologici, …) -analizzare le modalità ed i canali di comunicazione utilizzate dai competitors -individuare ed analizzare le caratteristiche proprie del target di riferimento -definire la collocazione dell’organizzazione nell’ambito del settore di riferimento in rapporto a competitors

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
TECNICHE, TECNOLOGIE E METODI PER UNA RISTORAZIONE 4.0

Creare interconnessioni tra le attrezzature utilizzate consente di monitorare facilmente e costantemente i processi di cottura, refrigerazione, conservazione, rendendo così più semplici e sistematici i controlli che consentono di certificare la sicurezza, tracciare la filiera produttiva e molto altro ancora. L’analisi dei dati raccolti consente poi di individuare aree di criticità per definire le necessarie azioni correttive, realizzando concreti e misurabili processi di miglioramento continuo. In esito al corso i partecipanti saranno quindi in grado di valutare in che modo la tecnologia può inserirsi proficuamente all’interno della propria attività di ristorazione (ristoranti, catering, ristorazione collettiva, centri cottura, ecc.) e definire un piano di sviluppo digitale adeguato al proprio contesto e orientato agli obiettivi che l’azienda intende perseguire.

Destinatari

I partecipanti al presente percorso formativo sono tutti coloro che hanno o intendono assumere il compito di pianificare ed organizzare tutte le attività che ruotano attorno alla reale efficienza dell’attività ristorativa di appartenenza. Si tratta di coloro che si occupano della gestione del personale di cucina e sala, dello sviluppo di strategie di marketing e di campagne pubblicitarie per aumentare la visibilità del locale, della gestione della contabilità e di operazioni amministrative. Ossia colui che è strettamente responsabile di tutte le attività legate alla ristorazione, il che include la gestione delle risorse economiche, il controllo della qualità della produzione/distribuzione di cibi e bevande, la supervisione delle diverse attrezzature da cucina e dell’igiene dei locali.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - predisporre procedure e modalità di erogazione del servizio in sala coerenti con il posizionamento dell'azienda di ristorazione - monitorare le attività in sala verificando la soddisfazione dei clienti e l'andamento dei flussi di lavoro al fine di effettuare i necessari interventi correttivi in caso di disguidi e/o per rispondere a richieste aggiuntive/non previste da parte del cliente - comprendere le inefficienze e le carenze del servizio di distribuzione erogato in rapporto alle aspettative della clientela rilevate - definire i compiti e le modalità operative degli addetti alle attività di distribuzione - individuare le priorità d'intervento in relazione alle richieste della clientela e/o alle esigenze di servizio

Modalità verifica

Inizialmente il docente valuterà in forma libera la conoscenza in ingresso dei discenti. A fine modulo, in coerenza con l’Atlante del Lavoro INAPP utilizzerà STRUMENTI (test a risposta multipla/questionari a risposta aperta/prove tecnico-pratiche) per rendere evidenti/documentabili/tracciabili le competenze apprese. Ai partecipanti idonei verrà rilasciata una “Dichiarazione delle competenze acquisite” conforme alle disposizioni della nota integrativa ANPAL n.5329 del 05/03/2021.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Laboratorio

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.

Ancona, Belluno, Forlì-Cesena, Padova, Rimini, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.