Il lavoro in sicurezza e salute

Un corso di PROMO.TER ROMA.

L’iniziativa formativa prevede lo svolgimento della formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, secondo quanto previsto dal T.U. 81/2008 nel rispetto dei contenuti previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e dalle altre normative di riferimento. Andando oltre l’aspetto meramente obbligatorio, l’intento è quello di trasmettere il messaggio che la sicurezza sul lavoro non è solo un dovere ma un diritto di tutti, e che soltanto attraverso un meccanismo condiviso, consapevole e partecipato, è possibile lavorare in ambienti ed aziende più sicure. I percorsi formativi previsti sono: - FORMAZIONE GENERALE D.LGS 81/08, FORMAZIONE SPECIFICA D.LGS 81/08 RISCHIO MEDIO e AGG.TO FORMAZIONE SICUREZZA LAVORATORI D.LGS 81/08 per fornire ai partecipanti i principi generali della legge in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro; - FORMAZIONE CARRELLI ELEVATORI per permettere ai partecipanti di conoscere le procedure di preparazione, manutenzione e conduzione del mezzo; - CORSO PREPOSTI per permettere ai partecipanti di essere garanti operativi della sicurezza sul lavoro; - ANTINCENDIO RISCHIO MEDIO per permettere ai partecipanti di prevenire e gestire situazioni di pericolo legate agli incendi; - PRIMO SOCCORSO AZIENDE GRUPPO B/C per permettere ai partecipanti di riconoscere le emergenze sanitarie e allertare il sistema di pronto soccorso.

Per la regione Lazio, dai dati Excelsior di Unioncamere riferiti alle professioni che supportano le attività di logistica e trasporto emerge che vi è la difficoltà di reperimento di personale qualificato pari al 12% dovuta per lo più ad una preparazione inadeguata nel 55,6% dei casi e ad una mancanza di candidati nel restante 44,4%. Si tratta di persone che, nella maggior parte dei casi, hanno un contratto a tempo determinato, un livello di istruzione medio-basso e che nell’89% delle volte necessitano di formazione in particolare sulle competenze trasversali, ecologiche e di sicurezza. Anche se i dati Inal, sempre riferiti alla regione Lazio, registrano una diminuzione dei casi di infortunio dul lavoro tra gli addetti alle attività di logistica nell’ultimo triennio, le aziende riconoscono la centralità della formazione sulla sicurezza non solo come mero adempimento normativo ma come strumento per salvaguardare l’incolumità dei lavoratori e tutelare il business. L’obiettivo della presente iniziativa formativa è quindi quello di agevolare lo svolgimento della formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, secondo quanto previsto dal T.U. 81/2008 nel rispetto dei contenuti previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e dalle altre normative di riferimento, affinché il trend degli infortuni si confermi in discesa e affinché i lavoratori possano percepire il luogo di lavoro come spazio sicuro in cui esercitare le proprie mansioni.

‘- OPERARE PER PRESERVARE LO STATO DI SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO
– INDIVIDUARE LE PROCEDURE DI PREPARAZIONE, MANUTENZIONE E CONDUZIONE DEL CARRELLO ELEVATORE
– OPERARE COME GARANTE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO
– ATTUARE INTERVENTI DI PREVENZIONE INCENDI E LIMITARE/EVITARE L’AGGRAVARSI DELLE SITUAZIONI DI INTERVENTO
– RICONOSCERE UN’EMERGENZA SANITARIA E ALLERTARE IL SISTEMA DI SOCCORSO

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti.
Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

PATRIZIA GERMINI

p.germini@confcommercioroma.it

Formazione generale D.lgs 81/08

Il progetto formativo FORMAZIONE GENERALE D.LGS 81/08 risponde alla necessità di carattere generale in tema di sicurezza. Questa formazione è obbligatoria per i lavoratori neoassunti e la normativa prevede che avvenga prima dell'inizio del rapporto di lavoro o, se ciò non risulta possibile, entro e non oltre 60 giorni dall'assunzione. La formazione intende fornire conoscenze generali sui concetti di danno e rischio, sulle diverse misure di prevenzione e di protezione e sui comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei colleghi. Alla conclusione del percorso i lavoratori delle aziende coinvolte conosceranno gli elementi relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda, in conformità alle richieste degli art.36 e 37 del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato Regioni sulla Sicurezza dei Lavoratori.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - conoscere i diritti e i doveri dei lavoratori e dei datori di lavoro in materia di salute e sicurezza e le relative sanzioni in caso di inadempimenti degli obblighi previsti dalla legge; - conoscere le differenze tra i concetti di danno e rischio; - conoscere le differenze tra i concetti e le misure di prevenzione e di protezione; - identificare e riconoscere i ruoli degli addetti alla sicurezza all'interno dell'organizzazione aziendale; - individuare possibili fonti di rischio e pericolo nel proprio luogo di lavoro segnalandole alle figure preposte.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.
Formazione specifica D.Lgs 81/08 rischio medio

Il corso FORMAZIONE SPECIFICA D.LGS 81/08 RISCHIO MEDIO permettere alle aziende di assolvere alle richieste dell'art. 37 del D. Lgs. 81/08 e dell'Accordo Stato Regioni sulla Sicurezza dei Lavoratori sancito il 21/12/11. La formazione modulo specifico vuole fornire a tutti i lavoratori le conoscenze e gli approfondimenti sui rischi specifici della propria mansione lavorativa, i comportamenti da adottare e le modalità da seguire al fine di tutelare la propria salute e sicurezza nello svolgimento delle attività lavorative. La formazione vuole inoltre sviluppare capacità comportamentali per migliorare la percezione del rischio e sensibilizzare sulle procedure aziendali. La trattazione dei rischi specifici verrà declinata secondo la loro effettiva presenza nel settore della logistica e dei trasporti.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - conoscere il quadro normativo che disciplina la sicurezza e salute sul lavoro; - distinguere gli organi di vigilanza in materia di sicurezza e salute sul lavoro. - comprendere i rischi della specifica attività lavorativa svolta in azienda; - comprendere gli aspetti relativi alla sicurezza nell’ambiente di lavoro; - sviluppare capacità analitiche (individuazione dei rischi) e comportamentali (percezione del rischio); - adottare comportamenti al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei propri colleghi. - conoscere l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.
Agg.to Formazione sicurezza lavoratori D.lgs 81/08

Il percorso formativo AGG.TO FORMAZIONE SICUREZZA LAVORATORI D.LGS 81/08, della durata di 6 ore, consente all’azienda di adempiere, ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/11 repertorio atti n. 221/CSR, all’aggiornamento periodico ogni quinquennio dei lavoratori. Il programma del corso è studiato per illustrare ed approfondire: le novità che sono intervenute nella normativa che regola la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; le responsabilità delle principali figure richiamate dal Titolo I del D. Lgs. 81/08; le nozioni e i principi per una corretta valutazione dei rischi nelle situazioni di emergenza; le misure di sicurezza da attivare per tutelare la salute e sicurezza nella propria quotidianità lavorativa per la prevenzione delle situazioni emergenziali o per un loro gestione efficace e tempestiva.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - consapevolizzare i problemi legati alla salute e sicurezza sul lavoro; - conoscere l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale; - conoscere gli aggiornamenti avvenuti al quadro normativo che disciplina la sicurezza e salute sul lavoro; - valutare i rischi e i pericoli presenti nella propria postazione di lavoro; - interiorizzare i rischi connessi al proprio ambiente di lavoro; - prevenire i pericoli; - gestire in sicurezza le emergenze.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.
Formazione carrelli elevatori

I contenuti, la durata e le modalità del corso FORMAZIONE CARRELLI ELEVATORI sono definiti ai sensi art. 73 co. 5 D.lgs 81/08 e s.m.i e ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 22/2/2012. Il percorso formativo è dedicato a tutti quelli lavoratori che nell’esercizio delle proprie mansioni sono chiamati a condurre carrelli elevatori, e per tale motivo devono ricevere adeguato e specifico addestramento in quanto utilizzano attrezzature particolare e potenzialmente pericolose se mal gestite o mal manutentate. A livello di contenuti saranno approfondite le caratteristiche dei carrelli elevatori, le loro componenti principali, i dispositivi di comando e sicurezza, i controlli e le manutenzioni e le modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli. Nella parte pratica il partecipante ha modo di fare esperienza sulla manutenzione giornaliera e sulla guida del carrello secondo le nozioni apprese nella parte teorica.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - riconoscere le diverse tipologie e caratteristiche dei veicoli (funzioni e dispositivi); - lavorare con le attrezzature nel rispetto della normativa; - comprendere gli aspetti relativi alla sicurezza ed all’uso delle attrezzature di lavoro; - conoscere le procedure di preparazione e manutenzione del mezzo; - valutare i carichi movimentati, le condizioni di equilibrio e di stabilità della merce da movimentare; - circolare negli ambienti adibiti in modo sicuro per la propria e altrui incolumità; - operare in sicurezza durante le fasi di carico e scarico.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Laboratorio

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.
Corso Preposti

Il D.Lgs. 81/2008 definisce preposto “persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa”. l’obiettivo del CORSO PREPOSTI è quello di fornire ai partecipanti le conoscenze sui rischi e metodi ritenuti indispensabili per affrontare e risolvere le problematiche connesse all'attuazione e alla gestione della sicurezza e salute sul lavoro. Alla conclusione del percorso formativo i partecipanti saranno in grado di svolgere una vigilanza operativa sovrintendendo all’attività lavorativa e garantendo l’attuazione da parte dei lavoratori dell’esercizio delle loro mansioni nel rispetto della normativa vigente in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - distinguere i soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità; - individuare le misure tecniche, organizzative e procedurali i prevenzione e protezione; - sovrintendere e vigilare l’osservanza della normativa e delle disposizioni aziendali (uso dei DPC e DPI) da parte dei singoli lavoratori; - dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato ed inevitabile, abbandonino il posto di lavoro; - definire ed individuare i fattori di rischio, di incidenti e infortuni mancati; - far applicare le misure di prevenzione adottate dall’Azienda; - relazionarsi con i soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.
Antincendio rischio medio

I lavoratori scelti e nominati dal Datore di Lavoro quale addetti alle emergenze antincendio devono ricevere adeguata e specifica formazione in base al livello di rischio e alla natura dell'incarico assegnatogli ai sensi art. 37 co. 9 D.lgs 81/08 e s.m.i... Il percorso formativo ANTINCENDIO RISCHIO MEDIO ha il fine di fornire indicazioni utili per la gestione delle emergenze antincendio nei limiti delle competenze acquisite tenendo sempre conto che trattasi di personale non specializzato e non qualificato. Il percorso è rivolto a coloro che operano in ambienti definiti a medio rischio affinché siano in grado di affrontare le emergenze derivanti da incendi, e di diminuire il rischio che esse accadano, attraverso la prevenzione. Il percorso formativo prevede la trattazione in dettaglio dei seguenti approfondimenti: la conoscenza da parte dei lavoratori delle possibili fonti di rischio incendio e la conoscenza delle vie di fuga in caso d’incendio.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - controllare la struttura e il funzionamento dei dispositivi antincendio come descritto nella normativa base; - verificare le funzionalità delle uscite d’emergenza, porte antincendio e percorsi d’esodo; - collaborare con gli esperti nella segnalazione delle criticità nella costruzione dei sistemi di allarme e procedure di intervento allo scopo di ridurre i rischi connessi agli incendi; - valutare i probabili rischi e le cause che potrebbero generare un incendio; - adottare procedure specifiche in caso di incendio o in caso di allarme; - gestire le procedure per l'evacuazione in sicurezza del personale presente nel luogo di lavoro.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Laboratorio

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.
Primo soccorso – aziende gruppo B/C

I lavoratori scelti e nominati dal Datore di Lavoro quali addetti alle emergenze primo soccorso devono ricevere adeguata e specifica formazione in base alla categoria aziendale di appartenenza definita dal DM 388/03 ed alla natura dell'incarico assegnatogli ai sensi art. 37 co. 9 D.lgs 81/08 e s.m.i.. Il percorso PRIMO SOCCORSO - AZIENDE GRUPPO B/C ha il fine di fornire indicazioni utili per la gestione delle emergenze di primo soccorso ovvero saper allertare il sistema di soccorso, saper riconoscere un'emergenza sanitaria, saper attuare gli interventi di primo soccorso, conoscere i rischi specifici dell'attività svolta. I contenuti formativi saranno sviluppati in modo chiaro e accessibile poiché i partecipanti non sono personale specializzato e qualificato ma viene formato per poter prestare le basilari manovre di soccorso e poter attivare in modo tempestivo e preciso il pronto soccorso.

Destinatari

Il destinatario della presente formazione è colui che è stato scelto tra la popolazione aziendale a ricoprire un ruolo nel gruppo di addetti della sicurezza aziendale. Verosimilmente si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è particolarmente propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza prima che possa comportare conseguenze gravi per le persone o che comporti danni agli spazi e alle strumentazioni aziendali. I contenuti del percorso sono contestualizzati alle situazioni lavorative dei lavorati addetti alla logistica e ai trasporti. Ciò significa che i contenuti stabiliti a livello normativo verranno affrontati portando ad esempio le situazioni che normalmente avvengono negli spazi adibiti per lo svolgimento delle operazioni logistiche di diversa natura: il ricevimento, la movimentazione interna, lo stoccaggio, la preparazione e la distribuzione della merce.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi formativi conseguibili dal partecipante attraverso l'azione formativa sono: - allertare il sistema di soccorso; - comunicare cause e circostanze dell’infortunio in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza; - riconoscere un'emergenza sanitaria; - accertarsi delle condizioni psico-fisiche del lavoratore infortunato; - adottare tecniche di autoprotezione; - attuare gli interventi di primo soccorso; - conoscere i rischi specifici dell'attività svolta; - acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro; - acquisire conoscenze generali su patologie specifiche in ambiente di lavoro.

Modalità verifica

Per verificare le conoscenze acquisite dal partecipante, al termine del modulo, saranno utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche. Potrà essere indagata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante sarà consegnato l’attestato di partecipazione, conforme al D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i, solo se avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti.

Modalità formativa

Laboratorio

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia La formazione prevede l’utilizzo diffuso di metodologie interattive quali simulazioni, esercitazioni, active learning, presentazione di best practice. Si tratta di metodologie specifiche per la formazione degli adulti, che prevedono un attivo coinvolgimento dei partecipanti. La formazione adotta un approccio learner centered ossia calato sui bisogni specifici dei discenti e dell’azienda per facilitare l’apprendimento e l’acquisizione di skill target secondo le logiche del learning by doing.

Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.