Promuovere la cultura della salute e sicurezza in azienda

Un corso di ASCOM SERVIZI PADOVA SPA.

La presente iniziativa persegue la necessità di una reale ed efficacie cultura della prevenzione in azienda. In Veneto, nel corso 2021, sono stati 105 i lavoratori morti in a seguito di incidenti sul lavoro, + 22% rispetto ai dati rilevati alla fine del 2020. Resta pertanto elevata la priorità delle aziende di ridurre rischi ed infortuni, favorendo la più ampia tutela di lavoratori, imprese e collettività, ed una conseguente riduzione dei costi sociali e non collegati ad infortuni e malattie professionali. La formazione gioca ancora il ruolo fondamentale per un reale cambiamento di approccio al tema: non più mero obbligo, ma reale senso di giustizia e corresponsabilità verso il singolo individuo e l’organizzazione in cui questo è inserito. Ciò premesso, grazie alla costante attività di confronto con le imprese a livello territoriale e settoriale, in virtù del ruolo e della capillare rete associativa di migliaia di imprese a cui fa riferimento l’ente proponente, si sono individuati i 15 moduli formativi che compongono l’iniziativa: 1. FORMAZIONE GENERALE LAVORATORI 2. FORMAZIONE SPECIFICA LAVORATORI R. BASSO 3. FORMAZIONE LAVORATORI AGGIORNAMENTO 4. PREVENZIONE INC. R. BASSO 5. PREVENZIONE INC. R. MEDIO 6. PREVENZIONE INC. R. ALTO 7. AGG. PREVENZIONE INC. R. BASSO 8. AGG. PREVENZIONE INC. R. MEDIO 9. AGG. PREVENZIONE INC. R. ALTO 10. PRIMO SOCCORSO 11. AGG. PRIMO SOCCORSO 12. AGG. RLS 13. FORMAZIONE PREPOSTI 14. AGG. PREPOSTI 15. AGG. RSPP RISCHIO BASSO

In questi ultimi due anni, a seguito della crisi pandemica, si è percepito in modo ancora più chiaro e totalizzante, quanto sia fondamentale e prioritaria la tutela della salute e sicurezza per la protezione del singolo e della collettività, per garantire il benessere psicologico e fisico e la continuità delle attività economiche e sociali.
Grazie alla collaborazione pluriennale con il Comitato provinciale di coordinamento in materia Salute e Sicurezza della Regione Veneto e dal confronto con le principali associazioni di categoria, continua l’impegno di promozione e formazione in materia di salute e sicurezza, ma sta emergendo come gli effetti dell’epidemia di CoronaVirus continuino ad accelerare alcuni dei processi che sino a questo momento erano rimasti latenti nei contesti organizzativi. Tra questi il più significativo è stato l’incremento di dimissioni volontarie, come diretta conseguenza degli impatti sociali e personali, ed in particolare della sindrome da burnout, riscontrata in molti soggetti, indipendentemente da ruolo e contesto.
La presente iniziativa mira pertanto a soddisfare gli elementi primari, sostenendo la crescita di consapevolezza, conoscenza e abilità nei lavoratori al fine di prevenire, monitorare e sostenere una cultura della Salute e Sicurezza capace davvero di oltrepassare i limiti dell’obbligatorietà, per contenere i rischi ed infortuni, e poter agire, in sinergia con risorse umane, imprese e stakeholders, sulle nuove criticità emergenti.

I moduli previsti dalla presente iniziativa formativa, secondo quanto stabilito dall’Accordo Stato Regioni per le specificità di ruolo, mansione e tipologia aziendale, mirano a trasmettere le opportune conoscenze per attuare (o meno) comportamenti a seconda di situazioni, attività e rischi. Ciò al fine di consentire ai lavoratori di operare in sicurezza, tutelando la propria e altrui salute, collaborando in sinergia con gli addetti interni ed esterni all’azienda nella gestione delle emergenze.

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti.
Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

Marco Italiano

marco.italiano@ascompd.com

FORMAZIONE GENERALE LAVORATORI

Il modulo rappresenta il percorso di formazione generale in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, obbligatorio per tutto il personale impiegato in aziende classificate a rischio basso, come stabilito dal D. Lgs. 81/08. La formazione intende fornire conoscenze generali sui concetti di danno e rischio, sulle diverse misure di prevenzione e di protezione e sui comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei colleghi. L'obiettivo del modulo, oltre al trasferimento di conoscenze teoriche, è quello di far prendere ai lavoratori la consapevolezza che un ambiente di lavoro sicuro è reso possibile grazie alla collaborazione e alla partecipazione attiva di tutta la popolazione aziendale. Per garantire delle condizioni di lavoro sicure, pertanto, è necessario che tutti i lavoratori si approccino alle proprie mansioni e al contesto lavorativo con atteggiamenti proattivi, responsabili e rispettosi delle principali misure di sicurezza.

Destinatari

Tutti i lavoratori impiegati sia nel settore pubblico sia privato (art. 37 D. Lgs n. 81/2008), che hanno l’obbligo normativo di formazione/informazione sul tema della sicurezza, secondo quanto stabilito dall’accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 8 dell’11 gennaio 2012. Questa formazione è obbligatoria per i lavoratori neoassunti e la normativa prevede che avvenga prima dell'inizio del rapporto di lavoro o, se ciò non risulta possibile, entro e non oltre 60 giorni dall'assunzione. In generale partecipano alla formazione tutti i lavoratori che vogliono conoscere i rischi connessi al proprio ambiente di lavoro per poter lavorare in maniera sicura.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - conoscere i diritti e i doveri dei lavoratori e dei datori di lavoro in materia di salute e sicurezza e le relative sanzioni in caso di inadempimenti degli obblighi previsti dalla legge - conoscere le differenze tra i concetti di danno e rischio - conoscere le differenze tra i concetti e le misure di prevenzione e di protezione - identificare e riconoscere i ruoli degli addetti alla sicurezza all'interno dell'organizzazione aziendale - individuare possibili fonti di rischio e pericolo nel proprio luogo di lavoro segnalandole alle figure preposte

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
FORMAZIONE SPECIFICA LAVORATORI – RISCHIO BASSO

La formazione intende fornire conoscenze specifiche relative a tutti i possibili rischi presenti in un contesto di lavoro, con una particolare declinazione degli argomenti sulla base delle specificità dei diversi rischi e della relativa ed effettiva presenza nel settore di appartenenza dell’azienda. Il modulo, inoltre, si pone l'obiettivo di fornire ai lavoratori conoscenze sulle funzionalità e sulle modalità di utilizzo dei dispositivi di protezione individuali, oltre che a sviluppare consapevolezza sull'importanza di essere proattivi nell'adottare comportamenti sicuri per prevenire gli infortuni e, conseguentemente, ridurre i potenziali rischi per la propria ed altrui sicurezza. Alla conclusione della formazione quindi i partecipanti avranno interiorizzato i rischi connessi al proprio ambiente di lavoro e sapranno lavorare in maniera sicura e facendo attenzione ai rischi presenti, intervenendo laddove sia possibile, per ridurre i fattori di rischio.

Destinatari

Il modulo è destinato a tutti i lavoratori che esercitano qualsiasi mansione in aziende classificate a rischio basso, così come stabilito dal D. Lgs. 81/08, che prevede che la formazione dei lavoratori neo-assunti avvenga prima dell'inizio del rapporto di lavoro o, se ciò non risulta possibile, entro e non oltre 60 giorni dall'assunzione. In generale partecipano alla formazione tutti i lavoratori che vogliono conoscere i rischi connessi al proprio ambiente di lavoro per poter lavorare in maniera sicura. Si tratta quindi di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, è propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - sviluppare capacità analitiche nell’individuazione dei rischi e fonti di pericolo per sé e per i colleghi - sviluppare capacità comportamentali ai fini della percezione del rischio - adottare le strategie per preservare lo stato di sicurezza sul luogo di lavoro - utilizzare i dpi e gli strumenti adeguati al potenziale rischio specifico della situazione o mansione lavorativa - comprendere il significato delle informazioni riportate in etichette e segnali - riconoscere i fattori che possono far insorgere il rischio di stress da lavoro correlato ed attuare strategie di prevenzione di tale fenomeno.

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
FORMAZIONE LAVORATORI AGGIORNAMENTO

Il modulo FORMAZIONE LAVORATORI AGGIORNAMENTO approfondisce le tematiche oggetto della formazione generale e specifica in materia di salute e sicurezza sul lavoro, focalizzandosi particolarmente sulle novità introdotte dal quadro normativo in evoluzione. Attraverso la presentazione dei contenuti oggetto della formazione, verrà ulteriormente rafforzato il messaggio che la sicurezza sul lavoro è contemporaneamente un dovere e un diritto di tutti, che può essere garantito soltanto attraverso un approccio critico e consapevole alle potenziali situazioni di rischio e di pericolo e un meccanismo di partecipazione attiva di tutta la popolazione aziendale nei confronti delle tematiche inerenti la salute e la sicurezza.

Destinatari

Il modulo è destinato a tutti i lavoratori che, secondo quanto stabilito dal D.Lgs 81/08, sono tenuti all'aggiornamento formativo in materia di salute e sicurezza con periodicità quinquennale o nel caso di modifica delle proprie mansioni e di introduzione di nuove attrezzature di lavoro. In generale partecipano alla formazione tutti i lavoratori che vogliono conoscere i rischi connessi al proprio ambiente di lavoro per poter lavorare in maniera sicura. Si tratta quindi di persone in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostrano equilibrio psicologico, che sono propense a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - consapevolizzare i problemi legati alla salute e sicurezza sul lavoro, interpretandoli alla luce dell'evoluzione normativa in materia - conoscere l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e il quadro normativo che disciplina la sicurezza e salute sul lavoro - conoscere obblighi e responsabilità delle figure richiamate dal D.Lgs. 81/08 - conoscere le misure organizzative, tecniche, procedurali previste dalla normativa in materia di salute e sicurezza - adottare specifiche metodologie di valutazione di rischi e pericoli - fronteggiare in sicurezza le emergenze - comprendere ed analizzare i contenuti presenti nel DVR.

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
PREVENZIONE INCENDI – LIV.RISCHIO BASSO

Il modulo fornisce le conoscenze per la gestione dell’emergenza in aziende classificate a rischio basso sulla base di quanto disposto dal D.M. 10/3/98, in ottemperanza al D.lgs. 81/08, che stabilisce che tutti i lavoratori esposti a particolari rischi di incendio correlati al posto di lavoro devono ricevere una adeguata informazione e una specifica formazione. Il modulo si rivolge quindi ai lavoratori che andranno a ricoprire la figura incaricata alla prevenzione incendi e gestione delle emergenze, focalizzandosi sulle varie situazioni di pericolo e sulle principali cause di innesco di un incendio. Gli argomenti dell'azione formativa verteranno, poi, sui principi basilari della combustione e sulle sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio. Verranno presentate, inoltre, le principali norme teoriche e pratiche sull’impiego dei dispositivi di estinzione per rendere i lavoratori addetti in grado di gestire efficacemente e tempestivamente una situazione di emergenza.

Destinatari

Secondo il D.Lgs 81/08 il datore di lavoro deve designare uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze in caso di pericolo grave ed immediato. La scelta dovrebbe ricadere su una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi. I destinatari delle azioni formative sono quindi agli addetti alla prevenzione incendi incaricati dalle aziende classificate a rischio basso, in quanto, secondo quanto previsto dalla normativa, sono presenti sostanze scarsamente infiammabili, le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilità di sviluppo di focolai e non sussistono probabilità di propagazione delle fiamme.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - conoscere i principi e i prodotti della combustione - conoscere le norme teoriche e pratiche sull’impiego dei dispositivi di estinzione ed applicare correttamente la normativa antincendio nel proprio ambiente di lavoro - conoscere gli effetti dell'incendio sull'uomo - adottare le corrette misure di protezione - conoscere e identificare eventuali limitazioni di esercizio - allertare i soccorsi - intervenire correttamente allo spegnimento di un incendio - riconoscere ed utilizzare un estinguente per i diversi tipi di incendio - intraprendere azioni di evacuazione.

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI – LIV.RISCHIO MEDIO

Il modulo AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI - LIV.RISCHIO MEDIO fornisce le conoscenze per la gestione dell’emergenza in aziende classificate a rischio medio sulla base di quanto disposto dal D.M. 10/3/98, in ottemperanza al D.lgs. 81/08, che stabilisce che tutti i lavoratori addetti alla prevenzione incendi devono ricevere una specifica formazione, dalla durata e dai contenuti specifici in base alle diverse entità di rischio (basso, medio, alto). Il modulo si rivolge quindi ai lavoratori che andranno a ricoprire la figura incaricata alla prevenzione incendi e gestione delle emergenze, già in possesso dell'attestato di abilitazione all'antincendio. Il modulo prevede sia una parte teoria sia una parte pratica, durante la quale gli addetti saranno chiamati a sperimentare direttamente l’utilizzo di attrezzature di protezione individuale, estintori portatili, naspi e idranti, strumenti fondamentali per la gestione di una situazione di pericolo.

Destinatari

Secondo il D.Lgs 81/08 il datore di lavoro deve designare uno o più lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze in caso di pericolo grave ed immediato. La scelta dovrebbe ricadere su di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, ed è propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi. I destinatari delle azioni formative sono tutti gli addetti alla prevenzione incendi, già in possesso dell'attestato di abilitazione all'antincendio, incaricati dalle aziende classificate a rischio medio, in quanto, secondo quanto previsto dalla normativa, sono presenti sostanze infiammabili, con maggiori possibilità di propagazione delle fiamme.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - controllare la struttura e il funzionamento dei dispositivi antincendio come descritto nella normativa base - verificare le funzionalità delle uscite d’emergenza, porte antincendio e percorsi d’esodo - collaborare con gli esperti nella segnalazione delle criticità nella costruzione dei sistemi di allarme e procedure di intervento allo scopo di ridurre i rischi connessi agli incendi - valutare i probabili rischi e le cause che potrebbero generare un incendio - intervenire correttamente allo spegnimento di un incendio utilizzando in modo appropriato le attrezzature e i dispositivi di protezione - chiamare i soccorsi

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
PRIMO SOCCORSO

Il modulo intende fornire le conoscenze basi di primo soccorso ai lavoratori addetti di aziende di tipo B-C in base a quanto previsto dal D. Lgs. 81/08. L'obiettivo del modulo è quello di sviluppare ed incrementare le conoscenze dei lavoratori incaricati relative ai traumi e alle patologie a cui potenzialmente si potrebbe incorrere in un ambiente di lavoro. Inoltre, verranno fornite una serie di indicazioni utili ad un rapido riconoscimento delle emergenze sanitarie, con un focus particolare sulle modalità di intervento pratico in risposta alle specifiche situazioni di emergenza. Il modulo, pertanto, si pone la finalità di far acquisire a ciascun partecipante le capacità basilari di tipo analitico e pratico, con le quali adottare correttamente e tempestivamente procedure di primo soccorso nei confronti di colleghi infortunati o vittime di un'emergenza sanitaria.

Destinatari

Il modulo è destinato agli addetti al primo soccorso designati dall'azienda, come previsto dall'art. 18 del D. Lgs. 81/08, per i quali il datore di lavoro deve prevedere obbligatoriamente una formazione di tipo teorico e pratico per l'attuazione delle misure di primo intervento e per l'attivazione degli interventi di pronto soccorso. Si tratta di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, è propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - essere in possesso delle conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro - riconoscere le circostanze e le cause di un infortunio o di una situazione di pericolo di vita per un lavoratore - attuare gli interventi di primo soccorso e conoscere i rischi specifici dell’attività - conoscere ed attuare le procedure di accertamento delle condizioni psico-fisiche del lavoratore infortunato - riconoscere quali sono le patologie specifiche in ambiente di lavoro - adottare le tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute e nella sindrome respiratoria acuta - effettuare le procedure di rianimazione cardiopolmonare e di tamponamento emorragico - comunicare le informazioni in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO

Il modulo rappresenta la formazione di aggiornamento per addetti al primo soccorso di aziende di tipo B-C in base a quanto previsto dal D. Lgs. 81/08, che stabilisce l'obbligo di aggiornamento in materia con periodicità triennale. L'obiettivo del modulo è quello di potenziare ulteriormente le conoscenze dei lavoratori incaricati relative ai traumi e alle patologie a cui potenzialmente si potrebbe incorrere in un ambiente di lavoro. Inoltre, vengono fornite indicazioni e informazioni aggiornate relativamente alle principali tecniche di primo soccorso e rianimazione da adottare in caso di infortunio o malore di un collega. Il corso si pone come fine ultimo quello di ottenere dei lavoratori competenti in termini di sicurezza allo scopo di preservare la propria salute e quella altrui.

Destinatari

Il modulo è destinato agli addetti al primo soccorso designati dalle aziende, che hanno già svolto la formazione base e devono adempiere agli obblighi normativi di aggiornamento con periodicità triennale. Lavoratori dipendenti che sono designati al primo soccorso per le aziende o i datori di lavoro e titolari che si nominano direttamente responsabili del primo soccorso nelle aziende. Si tratta comunque di una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, è propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - riconoscere i rischi legati all’attività lavorativa - identificare i segnali che fanno presagire di essere di fronte ad un'emergenza sanitaria e, quindi, ad una situazione di pericolo per la vita della persona - riconoscere ed attuare un intervento sanitario idoneo alla specificità della situazione - effettuare interventi di rianimazione cardiopolmonare, tamponamento emorragico, sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato rispettando le condizioni di sicurezza per sé e per gli altri - allertare tempestivamente i servizi di emergenza sanitaria fornendo informazioni chiare e precise sulle condizioni della persona vittima di infortunio o malore.

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO RLS (DA 15 A 50 DIP.)

La figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza sul Lavoro - RLS è un punto di riferimento per tutti i lavoratori e si occupa di vigilare che la gestione della sicurezza in azienda avvenga nel pieno rispetto delle norme stabilite dal D.Lgs. 81/08. Per questa figura, obbligatoria in tutte le aziende, la modalità di nomina del rappresentante (definita dall’art. 47 del D.Lgs. 81/08) cambia in base alle dimensioni delle stesse. Il corso ha l’obiettivo di descrivere: gli aspetti giuridico – normativi della sicurezza; le caratteristiche della gestione e dell’organizzazione della sicurezza; le attività di rappresentanza dei lavoratori; le disposizioni relative alla comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori. Il percorso si propone di fornire al Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, le competenze necessarie per lo svolgimento corretto del suo ruolo, nell'ambito del sistema aziendale di prevenzione infortuni e igiene del lavoro.

Destinatari

I destinatari del corso sono i lavoratori eletti o designati per l’incarico di Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, di qualsiasi azienda, impresa, servizi, nel settore privato ed pubblico. Si tratta quindi di persone in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostrano equilibrio psicologico, e sono propense a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi. Il corso di aggiornamento è obbligatorio per tutti i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza in applicazione dell’art. 37 comma 10 e 11 del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 che svolgono il proprio ruolo in aziende con un numero di dipendenti compreso tra 1 e 50.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - comunicare al datore di lavoro i rischi individuati durante il suo lavoro - recepire le informazioni elaborate dal servizio di vigilanza - proporre ricorso alle autorità competenti se ritiene che le misure preventive presenti in azienda siano insufficienti a garantire la tutela fisica dei lavoratori - promuovere le attività che attengono le misure di prevenzione per tutelare i lavoratori - promuove l’elaborazione, la programmazione e l’attuazione delle varie misure idonee a tutelare l’integrità fisica dei lavoratori

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
FORMAZIONE PREPOSTI

Il preposto, così come definito dall’articolo 2 del Decreto Legislativo 81/2008, è la persona che, nei limiti dei poteri gerarchici e funzionali appropriati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende all’attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute dal datore di lavoro, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori. Il presente percorso permette di assolvere l’obbligo previsto dell’accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 nel quale è previsto che il preposto frequenti, in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza, uno specifico percorso formativo. In esito al percorso formativo il partecipante sarà in grado di ricoprire il ruolo di preposto, ovvero essere garante operativo della sicurezza sul lavoro per effetto di legge indipendentemente dalla delega e dal potere di spesa che gli può attribuire il datore di lavoro o il dirigente, e vigilare affinché le attività lavorative vengano svolte secondo le norme.

Destinatari

Sono possibili destinatari tutti coloro che sono stati individuati come Preposto dal datore di lavoro o da un dirigente o comunque coloro che nell’esercizio delle loro funzioni in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali, sovraintendono alla attività lavorativa e garantiscono l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei colleghi ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. Ovvero tutti coloro che quando si svolgono attività di direzione e/o coordinamento di un gruppo di ricerca/lavoro sono chiamati a far rispettare ai colleghi la normativa antinfortunistica.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - sovrintendere e vigilare l’osservanza della normativa e delle disposizioni aziendali (uso dei DPC e DPI) da parte dei singoli lavoratori - dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato ed inevitabile, abbandonino il posto di lavoro - definire ed individuare i fattori di rischio - far applicare le misure di prevenzione adottate dall’azienda - relazionarsi con i soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO PREPOSTI

Secondo quanto previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011, il preposto deve frequentare un corso di aggiornamento quinquennale indipendentemente dalla categoria di rischio cui appartiene la sua azienda. Il corso aggiornamento preposti si pone l’obbiettivo di aggiornare le conoscenze e competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro, approfondimenti giuridico-normativi, aggiornamenti tecnici e organizzativi, prevede perciò l’approfondimento delle seguenti tematiche: - principali soggetti coinvolti e relativi obblighi - definizione e individuazione dei fattori di rischio - valutazione dei rischi - individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione.

Destinatari

Sono possibili destinatari tutti coloro che sono già stati identificati come preposti e necessitano di aggiornare le proprie conoscenze e competenze. È preposto chi nell’esercizio delle sue funzioni in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali, sovraintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei colleghi ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. Ovvero colui che quando si svolgono attività di direzione e/o coordinamento di un gruppo di ricerca/lavoro è chiamato a far rispettare ai colleghi la normativa antinfortunistica.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - conoscere gli aggiornamenti normativi - comprendere adeguatamente il proprio ruolo i propri obblighi e responsabilità in materia di salute e sicurezza sul lavoro - relazionarsi con i soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione - definire ed individuare i fattori di rischio - valutare i rischi ed individuare le misure tecniche organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO RSPP – BASSO RISCHIO

L’RSPP è definito dal D.Lgs. 81/08 come un soggetto in possesso di capacità e requisiti adeguati alla natura dei rischi potenzialmente presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative in cui i lavoratori sono impiegati. Si tratta di una figura aziendale obbligatoria con molteplici obblighi e numerosi incarichi di consulenza. In alcuni casi, questo compito viene svolto direttamente dal Datore di lavoro che, nell’ottica di un miglioramento progressivo dei livelli di Salute e di Sicurezza, concorre sinergicamente alla definizione di nuovi piani, programmi e procedure per limitare l’occorrenza dei rischi sul lavoro. L'aggiornamento quinquennale è focalizzato sui cambiamenti della normativa introdotti dal legislatore nonché sull'evoluzione degli ambienti, delle modalità e dell'organizzazione del lavoro.

Destinatari

Il Corso è obbligatorio per il Datori di Lavoro di aziende con attività lavorativa a Rischio Basso, o chi è incaricato quale RSPP aziendale e che debba rinnovare l’attestato di Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP). I macrosettori in cui è presente un livello di rischio basso sono: commercio all’ingrosso e al dettaglio, attività artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazioni veicoli, lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri ecc.), alberghi, ristoranti, immobiliari, informatica, associazioni ricreative, culturali, sportive, servizi domestici, organismi territoriali.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - agire nel rispetto delle modifiche di norme riguardanti la materia sicurezza e salute sui luoghi di lavoro - espletare i compiti di prevenzione e protezione in azienda - far rispettare la sicurezza nel proprio ambiente di lavoro anche in riferimento all’evolversi delle nuove tecnologie - far rispettare la sicurezza nel proprio ambiente di lavoro anche a seguito dell’introduzione di nuovi prodotti maggiormente sensibili al tema sicurezza e salute sui luoghi di lavoro

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI – LIV.RISCHIO BASSO

L’addetto antincendio è, secondo gli articoli 18 e 43 del Decreto legislativo 81/2008, “il lavoratore che ha avuto il compito di mettere in pratica le attività di prevenzione degli incendi, di evacuazione dei luoghi di lavoro, in caso di emergenza e di salvataggio degli altri lavoratori, in coordinamento con i responsabili di primo soccorso”. Responsabile della nomina e della formazione dell’addetto antincendio, è il Datore di Lavoro. Al termine del corso si attende l’aggiornamento delle seguenti conoscenze: la conoscenza da parte dei lavoratori delle possibili fonti di rischio incendio e la conoscenza delle vie di fuga in caso d’incendio: misurabile con un test alla conclusione della formazione. Alla conclusione del corso i partecipanti avranno rafforzato le competenze precedentemente acquisite e saranno in grado di affrontare con maggiore attenzione le emergenze derivanti da incendi e di diminuire il rischio che esse accadano, attraverso la prevenzione.

Destinatari

Tutti i lavoratori, dipendenti o equiparati, incaricati di svolgere le mansioni di addetto antincendio in aziende a Rischio Basso. Si tratta quindi di persone in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostrano equilibrio psicologico, e sono propense a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi. I macrosettori in cui è presente un livello di Rischio Basso sono: commercio all’ingrosso e al dettaglio, attività artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazioni veicoli, lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri ecc.), alberghi, ristoranti, immobiliari, informatica, associazioni ricreative, culturali, sportive, servizi domestici, organismi territoriali.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - conoscere le norme teoriche e pratiche sull’impiego dei dispositivi di estinzione ed applicare correttamente la normativa antincendio nel proprio ambiente di lavoro - adottare le corrette misure di protezione - allertare i soccorsi - intervenire correttamente allo spegnimento di un incendio - riconoscere ed utilizzare un estinguente per i diversi tipi di incendio

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
PREVENZIONI INCENDI RISCHIO MEDIO

Il presente corso è dedicato alla formazione degli addetti antincendio delle aziende classificate a medio rischio secondo quanto stabilito dal D.M. 10 marzo 1998 che distingue la tipologia del rischio (basso, medio o alto) in funzione dell’infiammabilità delle sostanze presenti, delle possibilità di sviluppo di incendio e della probabilità di propagazione. Responsabile della nomina e della formazione dell’addetto antincendio, è il Datore di Lavoro. Il programma del corso antincendio rischio medio prevede tutti gli argomenti del programma rischio basso ma trattati con maggiore approfondimento. Oltre agli estintori verranno spiegati anche i mezzi di estinzione più diffusi e le attrezzature di protezione individuale da utilizzare. Il corso prevede esercitazioni pratiche sull’uso dei mezzi di estinzione. Alla conclusione del corso i partecipanti saranno in grado di affrontare le emergenze derivanti da incendi, e di diminuire il rischio che esse accadano, attraverso la prevenzione.

Destinatari

Tutti i lavoratori, dipendenti o equiparati, incaricati di svolgere le mansioni di addetto antincendio in aziende a Rischio Medio. La scelta dovrebbe ricadere su una persona in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostra equilibrio psicologico, è propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi. I macrosettori in cui è presente un livello di rischio medio sono: agricoltura, pesca, trasporti, magazzinaggio, comunicazioni, assistenza sociale non residenziale, pubblica amministrazione, istruzione.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - controllare la struttura e il funzionamento dei dispositivi antincendio come descritto nella normativa base - verificare le funzionalità delle uscite d’emergenza, porte antincendio e percorsi d’esodo - collaborare con gli esperti nella segnalazione delle criticità nella costruzione dei sistemi di allarme e procedure di intervento allo scopo di ridurre i rischi connessi agli incendi - valutare i probabili rischi e le cause che potrebbero generare un incendio

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
PREVENZIONI INCENDI RISCHIO ALTO

L’addetto antincendio è, secondo gli articoli 18 e 43 del Decreto legislativo 81/2008. Responsabile della nomina e della formazione dell’addetto antincendio, è il Datore di Lavoro. Il presente corso è dedicato alla formazione degli addetti delle aziende classificate a alto rischio secondo quanto stabilito dal D.M. 10 marzo 1998 che distingue la tipologia del rischio (basso, medio o alto) in funzione dell’infiammabilità delle sostanze presenti, delle possibilità di sviluppo di incendio e della probabilità di propagazione. Il programma del corso antincendio rischio alto prevede tutti gli argomenti del programma rischio medio e basso ma trattati con maggiore approfondimento. Oltre agli estintori verranno spiegati anche i mezzi di estinzione più diffusi e le attrezzature di protezione individuale da utilizzare. Il corso prevede esercitazioni pratiche sull’uso dei mezzi di estinzione e prova d'esame finale svolta dai Vigili del Fuoco.

Destinatari

Tutti i lavoratori, dipendenti o equiparati, incaricati di svolgere le mansioni di addetto antincendio in aziende a rischio alto occupati presso uno degli ambienti lavorativi dove si svolgono attività per le quali, ai sensi dell'Allegato X del DM 10/3/98, è previsto che i lavoratori nominati ad Addetti alla Squadra Antincendio, debbano essere formati al Rischio Elevato e conseguire successivamente l'Idoneità Tecnica presso il Comando dei Vigili del Fuoco. Si tratta quindi di persone in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostrano equilibrio psicologico, e sono propense a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - controllare la struttura e il funzionamento dei dispositivi antincendio - verificare le funzionalità delle uscite d’emergenza, porte antincendio, percorsi d’esodo - collaborare con gli esperti nella segnalazione delle criticità nella costruzione dei sistemi di allarme e procedure di intervento allo scopo di ridurre i rischi connessi agli incendi - valutare i probabili rischi e le cause che potrebbero generare un incendio - intervenire correttamente allo spegnimento di un incendio - riconoscere ed utilizzare un estinguente per i diversi tipi di incendio

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.
AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI – LIV.RISCHIO ALTO

L’obiettivo del presente percorso formativo è quello di fornire ai lavoratori gli aggiornamenti relativi agli strumenti per la corretta gestione delle emergenze in termini operativi (intervento per principio d’incendio e messa in sicurezza del luogo di lavoro) e organizzativi (gestione dell’evacuazione e della chiamata di emergenza). Durante il corso si rivedrà il funzionamento dei principali presidi antincendio (estintori e idranti) e si ripasseranno i concetti di prevenzione incendi. Date le particolarità degli ambienti in cui operano, gli addetti antincendio rischio alto devono riconoscere il funzionamento degli impianti antincendio più comuni (idranti, rilevazione automatica) ma anche di quelli più complessi (spegnimento automatico, evacuazione fumo e calore) per questo è importante che essi aggiornino con cadenza periodica le conoscenze e le conoscenze necessarie ad affrontare l’emergenza in modo consapevole e mirato.

Destinatari

Sono possibili destinatari del presente percorso formativo tutti i lavoratori, dipendenti o equiparati, incaricati di svolgere le mansioni di addetto antincendio in aziende a Rischio Alto occupati presso uno degli ambienti lavorativi dove si svolgono attività per le quali, ai sensi dell'Allegato X del DM 10/3/98 e che necessitano da aggiornare l’abilitazione. Si tratta quindi di persone in possesso di determinate caratteristiche fisiche e psicologiche, che dimostrano equilibrio psicologico, che sono propensa a valutare il pericolo e gestire con efficacia la situazione di emergenza che potrebbe avere anche conseguenze gravi.

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del percorso formativo il partecipante avrà conseguito i seguenti obiettivi formativi individuali: - applicare la normativa antincendio nel proprio ambiente di lavoro - conoscere le norme teoriche e pratiche sull’impiego dei dispositivi di estinzione - intervenire correttamente allo spegnimento di un incendio - riconoscere ed utilizzare un estinguente per i diversi tipi di incendio

Modalità verifica

Al termine del modulo potranno essere utilizzati test, prove teoriche e/o pratiche per vagliare le conoscenze acquisite dal partecipante. Potrà essere valutata anche la soddisfazione dei partecipanti. Al partecipante che avrà partecipato almeno al 90% del monte ore e superato positivamente la prova degli apprendimenti sarà consegnato l’attestato di partecipazione conforme alle disposizioni contenute nel D. Lgs. n. 81/2008 e all’Accordo della Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 e s.m.i..

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Durante i moduli formativi il docente utilizzerà la metodologia innovativa dell’Active Learning ponendo domande e riflessioni al fine di creare dialogo di gruppo e coesione e permettere a ciascun partecipante di concentrarsi in particolar modo su ciò che non conosce, generando in lui innovativi sistemi di pensiero e di azione. Una volta terminato il percorso formativo il partecipante potrà così contestualizzare nella propria professionalità quanto appreso in aula.

Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.