Regole e comportamenti pratici per una corretta gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro

Un corso di F.OR.MA. SRL.

Il percorso formativo affronta quella che secondo l’ultimo Rapporto sulla Formazione Continua dell’ISFOL continua a essere la tematica formativa di maggiore interesse per tutte le aziende, indipendentemente dal settore economico e dalle dimensioni, ovvero la sicurezza sul lavoro, ma ha ad oggetto una formazione che va oltre quella obbligatoria prevista dalla normativa in materia e il cui scopo è agire sugli aspetti comportamentali e far comprendere ai lavoratori come funziona la Behavior Based Safety, la più efficace metodologia per ridurre gli infortuni sul lavoro attraverso la riduzione o l’azzeramento dei comportamenti e delle azioni insicure e utilizzata da circa 40 anni dalle migliori aziende al mondo per ridurre al minimo gli infortuni e le malattie professionali, agendo sui comportamenti delle persone, causa del 70-80% degli infortuni. Il percorso, strutturato in un unico modulo il cui obiettivo è promuovere una più ampia cultura della sicurezza sul lavoro basata sulla logica della prevenzione e sulla gestione efficace dei comportamenti a rischio, fornirà nuovi strumenti di interpretazione del fenomeno infortunistico attraverso l’approccio culturale e comportamentale e farà apprendere i principi base dei comportamenti di sicurezza, le tecniche per la valutazione, l’assessment, il reporting dei comportamenti di sicurezza, le cause di incidente in chiave comportamentale, le tecniche di sviluppo di valori, cultura e comportamenti sicuri e stabili nel tempo.

Diversi studi confermano che la causa principale degli infortuni è di tipo comportamentale e tutti i tecnici della sicurezza sono concordi nel riconoscere alla fonte la presenza di un grande problema culturale: la sicurezza sul lavoro non è adeguatamente percepita come un valore fondamentale nemmeno dai destinatari diretti delle misure di prevenzione, ovvero dagli stessi lavoratori. Questo grave deficit culturale determina spesso la scelta di adottare comportamenti scorretti sul lavoro, perché ritenuti meno “impegnativi”, ovvero più comodi e veloci nel portare all’obiettivo da raggiungere.
I cosiddetti “infortuni comportamentali” sono gli infortuni che, pur avvenendo in orario di lavoro e in ambito lavorativo, non sono strettamente connessi alla pericolosità intrinseca del tipo di lavorazione o della macchina, ma sono generati da errori dell’individuo, ovvero dall’influenza di fattori come l’attenzione, la percezione, la consapevolezza del rischio, la motivazione verso il lavoro, il clima organizzativo, la comunicazione.
Considerato che la sicurezza sul lavoro è dunque un problema che va affrontato non solo dal punto di vista normativo e tecnico, obiettivo del percorso formativo è affrontare la tematica dal punto di vista “culturale” al fine di attivare un processo comunicativo/persuasivo che renda automatica l’adozione di comportamenti sicuri atti a salvaguardare la propria e altrui salute.

Il percorso formativo farà acquisire ai partecipanti competenze finalizzate a:
– generare e aumentare comportamenti sul lavoro responsabili e virtuosi, orientati alla prevenzione e alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro;
– osservare con oggettività i comportamenti;
– applicare metodologie di analisi agli incidenti accaduti e mancati;
– definire programmi per la riduzione degli infortuni;
– adottare il rinforzo nelle dinamiche comportamentali e aziendali.

A conclusione dell’intervento si procederà alla verifica dell’avvenuta acquisizione dei contenuti formativi da parte dei discenti; sarà ammesso alla suddetta verifica, effettuata attraverso test a risposta multipla sugli argomenti trattati, chi avrà frequentato almeno il 70% delle ore previste. Al termine della verifica saranno rilasciati a ciascun destinatario un attestato di frequenza e una dichiarazione delle competenze acquisite.

Tiziana Tummino

tizianatummino@formasrl.eu

Regole e comportamenti pratici per una corretta gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro

Il modulo offrirà una visione psicologica e comportamentale sulla sicurezza: attraverso l’analisi dei processi cognitivi e comportamentali dell’essere umano lo scopo è individuare fattori che possano incidere sulla manifestazione di comportamenti non corretti, nonché creare e sviluppare una cultura della sicurezza tra i lavoratori affinché le performance individuali per la sicurezza non vengano percepite come un obbligo ma siano il naturale risultato dell’assunzione che la sicurezza è un valore che orienta scelte e condotta individuale. Il modulo illustrerà la metodologia BBS, che elimina radicalmente la necessità di sanzioni punitive e sviluppa in tutti i lavoratori coinvolti una “cultura” condivisa della sicurezza e basata su tecniche di motivazione dei lavoratori all’auto-osservazione e al reporting di comportamenti e sulla costante erogazione di feedback e di riconoscimenti positivi per i comportamenti corretti.

Destinatari

Il corso è rivolto a dipendenti a tempo determinato/indeterminato di aziende private, dipendenti pubblici a tempo determinato, soci lavoratori di cooperative, lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, lavoratori sospesi o in cassa integrazione, lavoratori ammessi alle prestazioni del Fondo di Integrazione Salariale (art. 29 D.Lgs. n. 148/2015). Considerato che anche nelle aziende nelle quali si affrontano importanti investimenti per la conformità di impianti, macchine e luoghi di lavoro e nelle quali si registrano bassi indici nelle statistiche di frequenza e gravità degli infortuni incombe un’elevata probabilità che si verifichino infortuni a causa di comportamenti non rispettosi delle regole e delle procedure di sicurezza, destinatari sono tutti i lavoratori che per le mansioni svolte sono soggetti a maggior rischio infortuni indipendentemente dal livello di inquadramento e dal settore aziendale.

Obiettivi dell’apprendimento

Per lo sviluppo delle competenze previste il modulo farà acquisire le seguenti conoscenze e abilità: Conoscenze - La sicurezza comportamentale e la Behavior Based Safety - Concetti di base per la comprensione e lo sviluppo dei comportamenti di sicurezza - Processi cognitivi umani (memoria, attenzione, ragionamento) - La natura degli errori umani - Metodologie e tecniche per la previsione e il controllo dei comportamenti - Strategie e tecniche di mantenimento nel tempo dei comportamenti di sicurezza - Sistemi di performance feedback e altre procedure ad hoc Abilità - Individuare i principali comportamenti a rischio - Osservare e valutare i comportamenti di sicurezza - Prevedere e controllare i propri comportamenti - Individuare i comportamenti di sicurezza rilevanti - Misurare i comportamenti su base parametrica - Analizzare le cause dei comportamenti sicuri/insicuri - Adottare e mantenere nel tempo comportamenti di sicurezza - Adottare schemi di rinforzo dei comportamenti di sicurezza

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Per massimizzare il coinvolgimento e l’apprendimento dei discenti si ricorrerà sia alla metodologia espositiva, che permetterà di trasmettere rapidamente conoscenze in forma strutturata e di fornire strumenti interpretativi che attraverso metodologie induttive sarebbero acquisiti con difficoltà, sia a simulazioni che riprodurranno situazioni che potrebbero verificarsi in azienda allo scopo di far acquisire consapevolezza circa il proprio comportamento anche in relazione al comportamento altrui.

Catania, Messina, Ragusa,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.