Salute e sicurezza sul lavoro per la competitivita’ d’impresa

Un corso di CE.SVI.P. LOMBARDIA.

Il percorso formativo è composto da 15 moduli cosi strutturati: Mod. 1- Formazione per addetti antincendio (rischio basso) - durata 4h. Mod 2 - Formazione per addetti antincendio (rischio medio) - durata 8h. Mod. 3- Formazione per addetti antincendio (rischio elevato) - durata 16 h. Mod. 4- Aggiornamento per addetti antincendio (rischio basso) - durata 2 h. Mod. 5 - Aggiornamento per addetti antincendio (rischio medio) - durata 5 h. Mod. 6 - Aggiornamento per addetti antincendio (rischio elevato) - durata 8 h. Mod. 7 -Formazione iniziale per addetti al primo soccorso (aziende del gruppo A) -durata 16h. Mod. 8 -Formazione iniziale per addetti al primo soccorso (aziende del gruppo B e C) - durata 12 h. Mod. 9 -Aggiornamento triennale per addetti al primo soccorso (aziende gruppo A) - durata 6h. Mod. 10-Aggiornamento triennale per addetti al primo soccorso (aziende gruppi B e C) - durata 4 h. Mod. 11-Formazione al ruolo per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) - durata 32 h. Mod. 12-MODULO A PROPEDEUTICO per RSPP/ASPP -durata 28 h. Mod. 13-MODULO B COMUNE per tutti i settori per RSPP/ASPP - durata 48 h. Mod. 14 -La conduzione di carrelli elevatori - durata 12 h. Mod. 15 - La conduzione di piattaforme di lavoro elevabili (PLE) - durata 8 h.

Un sistema di gestione della sicurezza sul lavoro integra obiettivi e politiche per la salute e sicurezza nella
progettazione e gestione di sistemi di lavoro e di produzione di beni e servizi, nonchè di trasporto delle merci;
definisce le modalità per individuare, all’interno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilità, le
procedure, i processi e le risorse per la realizzazione della politica aziendale di prevenzione, nel rispetto
delle norme di salute e sicurezza vigenti. In quest’ottica l’iniziativa formativa si pone quale quale obiettivo lo
sviluppo di competenze tecniche per la realizzazione, operatività del sistema all’interno dell’azienda. Si prevede di fornire tutte le competenze tecniche per i ruoli chiave del sistema di sicurezza aziendale.

QRSP AREA COMPETENZE TRASVERSALI:Operare in sicurezza e nel rispetto delle norme di igiene e di salvaguardia ambientale identificando e prevenendo situazioni di rischio per sé, per altri e per l’ambiente
CONOSCENZE
D.Lgs. 81/2008
DPI
ABILITA
Adottare i comportamenti previsti nelle situazioni di emergenza
Utilizzare i dispositivi di protezione individuale e collettiva
Attuare i principali interventi di primo soccorso nelle situazioni di emergenza

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

ANNALISA CARCANO

a.carcano@cesvip.lombardia.it

Formazione per addetti antincendio (rischio basso)

CONTENUTI Incendio e prevenzione: principi della combustione, sostanze estinguenti, etc.  Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio  Addestramento teorico-pratico: presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili.  Esercitazione sull'uso degli estintori portatili effettuata avvalendosi di sussidi audiovisivi

Destinatari

Lavoratori designati, ai sensi dell’art. 18 del D.Lgs. 81/08, per l’attuazione delle misure di prevenzione incendi ed evacuazione in aziende in cui si svolgono attività classificate "a rischio incendio basso" come da D.M. 64/98.

Obiettivi dell’apprendimento

Questo modulo intende fornire ai lavoratori designati a far parte della “squadra antincendio” conoscenze e capacità operative per essere in grado di effettuare interventi di lotta antincendio e gestione delle procedure di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di incendi o altre emergenze.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica prevista.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Formazione per addetti antincendio (rischio medio)

CONTENUTI Incendio e prevenzione: principi della combustione, sostanze estinguenti, etc.  Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio  Procedure da adottare in caso di incendio: attrezzature e gli impianti di estinzione, i sistemi di allarme, la segnaletica di sicurezza, l'illuminazione di emergenza.  Addestramento teorico-pratico: presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi e sulle attrezzature di protezione individuale.

Destinatari

I lavoratori designati, ai sensi dell’art. 18 del D.Lgs. 81/08, per l’attuazione delle misure di prevenzione incendi ed evacuazione in aziende in cui si svolgono attività classificate "a rischio incendio medio" come da D.M. 64/98.

Obiettivi dell’apprendimento

Questo modulo intende fornire ai lavoratori designati a far parte della “squadra antincendio” conoscenze e capacità operative per essere in grado di effettuare interventi di lotta antincendio e gestione delle procedure di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di incendi o altre emergenze.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Formazione per addetti antincendio (rischio elevato)

CONTENUTI Incendio e prevenzione: principi della combustione, sostanze estinguenti, etc.  Misure di protezione antincendio, le vie d'esodo, le procedure da adottare in caso di incendio, allarme e evacuazione, i rapporti con i Vigili del Fuoco  Procedure da adottare in caso di incendio: attrezzature e gli impianti di estinzione, i sistemi di allarme, la segnaletica di sicurezza, l'illuminazione di emergenza  Addestramento pratico: esercitazione in area attrezzata (piazzale) sull'uso degli estintori portatili e fissi e modalità di utilizzo di naspi, idranti e attrezzature di protezione individuale In coerenza con D.M. 10.03.1998 è prevista la realizzazione di una prova pratica di spegnimento della durata di 4* ore da realizzare in uno spazio capiente con utilizzo di estintori.

Destinatari

I lavoratori designati, ai sensi dell’art. 18 del D.Lgs. 81/08, per l’attuazione delle misure di prevenzione incendi ed evacuazione in aziende in cui si svolgono attività classificate "a rischio incendio elevato" come da D.M. 64/98.

Obiettivi dell’apprendimento

Questo modulo intende fornire ai lavoratori designati a far parte della “squadra antincendio” conoscenze e capacità operative per essere in grado di effettuare interventi di lotta antincendio e gestione delle procedure di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di incendi o altre emergenze.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Aggiornamento per addetti antincendio (rischio basso)

CONTENUTI Presa visione del registro della sicurezza antincendio e chiarimenti sugli estintori portatili Istruzioni sull’uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica

Destinatari

I lavoratori facenti parte di squadre antincendio di aziende classificate a rischio basso che hanno già frequentato il corso di formazione iniziale e che necessitano quindi dell’aggiornamento periodico – almeno triennale – reso obbligatorio dal D.Lgs. 81/08.

Obiettivi dell’apprendimento

Questo modulo intende fornire ai lavoratori designati a far parte della “squadra antincendio” gli aggiornamenti richiesti dalla normativa delle conoscenze e capacità operative per essere in grado di effettuare interventi di lotta antincendio e gestione delle procedure di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di incendi o altre emergenze.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Aggiornamento per addetti antincendio (rischio medio)

CONTENUTI Combustione; sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio; effetti dell’incendio sull’uomo; divieti e limitazioni d’esercizio; misure comportamentali (1 ora)  Principali misure di protezione antincendio; evacuazione in caso di incendio; chiamata dei soccorsi (1 ora)  Presa visione del registro della sicurezza antincendio e chiarimenti sugli estintori portatili; esercitazioni sull’uso degli estintori portatili modalità di utilizzo di idranti e naspi

Destinatari

I lavoratori facenti parte di squadre antincendio di aziende classificate a rischio medio che hanno già frequentato il corso di formazione iniziale e che necessitano quindi dell’aggiornamento periodico – almeno triennale – reso obbligatorio dal D.Lgs. 81/08.

Obiettivi dell’apprendimento

Questo modulo intende fornire ai lavoratori designati a far parte della “squadra antincendio” gli aggiornamenti inerenti le conoscenze e capacità operative per essere in grado di effettuare interventi di lotta antincendio e gestione delle procedure di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di incendi o altre emergenze.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Aggiornamento per addetti antincendio (rischio elevato)

CONTENUTI Principi sulla combustione e l’incendio; le sostanze estinguenti; triangolo della combustione; le principali cause di incendio; rischi alle persone in caso di incendio; principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi (2 ore)  Le principali misure di protezione contro gli incendi; vie di esodo; procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme; procedure per l’evacuazione; rapporti con i vigili del fuoco; attrezzature ed impianti di estinzione; sistemi di allarme; segnaletica di sicurezza; illuminazione di emergenza (3 ore)  Presa visione del registro della sicurezza antincendio e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi; presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale; esercitazioni sull’uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di idranti e naspi

Destinatari

I lavoratori facenti parte di squadre antincendio di aziende classificate a rischio alto che hanno già frequentato il corso di formazione iniziale e che necessitano quindi dell’aggiornamento periodico – almeno triennale – reso obbligatorio dal D.Lgs. 81/08.

Obiettivi dell’apprendimento

Questo modulo intende fornire ai lavoratori designati a far parte della “squadra antincendio” gli aggiornamenti circa le conoscenze e le capacità operative per essere in grado di effettuare interventi di lotta antincendio e gestione delle procedure di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di incendi o altre emergenze.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Formazione iniziale per addetti al primo soccorso (aziende del gruppo A)

CONTENUTI Modalità di comunicazione ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza  Modalità di riconoscimento di un'emergenza sanitaria  Classificazione dei traumi in ambiente di lavoro  Classificazione delle patologie specifiche in ambiente di lavoro  Principali tecniche di intervento pratico: - soccorso nelle sindromi cerebrali acute; - sindrome respiratoria acuta; - rianimazione cardiopolmonare; - tamponamento emorragico; - sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato; - primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Destinatari

Lavoratori incaricati di attuare le misure di pronto soccorso (designati ai sensi dell'art. 18 del D. Lgs. 81/08) in aziende o unità produttive classificate nella tipologia del Gruppo A ai sensi dell'art. 1 del decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo ha l’obiettivo di fornire le competenze teorico pratiche necessarie per agire nel ruolo di addetto alla squadra di primo soccorso aziendale, di cui al DM n. 388/2003 nelle aziende classificate nella tipologia di Gruppo A.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Formazione iniziale per addetti al primo soccorso (aziende del gruppo B e C)

CONTENUTI Modalità di comunicazione ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza  Modalità di riconoscimento di un'emergenza sanitaria  Classificazione dei traumi in ambiente di lavoro  Classificazione delle patologie specifiche in ambiente di lavoro  Principali tecniche di intervento pratico: - soccorso nelle sindromi cerebrali acute; - sindrome respiratoria acuta; - rianimazione cardiopolmonare; - tamponamento emorragico; - sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato; - primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Destinatari

Lavoratori incaricati di attuare le misure di pronto soccorso (designati ai sensi dell'art. 18 del D. Lgs. 81/08) in aziende o unità produttive classificate nelle due tipologia Gruppo B o C ai sensi dell'art. 1 del decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo ha l’obiettivo di fornire le competenze teorico pratiche necessarie per agire nel ruolo di addetto alla squadra di primo soccorso aziendale, di cui al DM n. 388/2003 in aziende o unità produttive classificate nelle due tipologia Gruppo B o C .

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Aggiornamento triennale per addetti al primo soccorso (aziende gruppo A)

CONTENUTI Trattandosi di formazione di aggiornamento, verranno “riprese” le competenze degli membri della squadra di primo soccorso relativamente alle seguenti tecniche di intervento:  principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN;  principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi celebrali e/o respiratorie acute;  principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare;  principali tecniche di tamponamento emorragico;  principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;  principali tecniche di soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Destinatari

Lavoratori incaricati dall’azienda che hanno già svolto il corso di primo soccorso e sono in possesso del relativo titolo da più di tre anni. Si tratta pertanto di soggetti che sono nell’obbligo di aggiornare ogni tre anni le proprie capacità di intervento pratico in materia di primo soccorso, come stabilito dal D.Lgs. 81/08 e regolamentato col D.M. 388/03.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo ha l’obiettivo di fornire l'aggiornamento delle competenze teorico pratiche necessarie per agire nel ruolo di addetto alla squadra di primo soccorso aziendale, di cui al DM n. 388/2003 in aziende o unità produttive classificate nella tipologia Gruppo A.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Aggiornamento triennale per addetti al primo soccorso (aziende gruppi B e C)

CONTENUTI Trattandosi di formazione di aggiornamento, verranno “riprese” le competenze degli membri della squadra di primo soccorso relativamente alle seguenti tecniche di intervento:  principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN;  principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi celebrali e/o respiratorie acute;  principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare;  principali tecniche di tamponamento emorragico;  principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;  principali tecniche di soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.

Destinatari

Lavoratori incaricati dall’azienda che hanno già svolto il corso di primo soccorso e sono in possesso del relativo titolo da più di tre anni. Si tratta pertanto di soggetti che sono nell’obbligo di aggiornare ogni tre anni le proprie capacità di intervento pratico in materia di primo soccorso, come stabilito dal D.Lgs. 81/08 e regolamentato col D.M. 388/03.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo ha l’obiettivo di fornire gli aggiornamenti per le competenze teorico pratiche necessarie per agire nel ruolo di addetto alla squadra di primo soccorso aziendale, di cui al DM n. 388/2003 in aziende o unità produttive classificate nelle due tipologia Gruppo B o C .

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
Formazione al ruolo per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

CONTENUTI Identificazione del ruolo dell'RLS nel contesto della normativa vigente  Diritti sindacali, compiti e responsabilità del RLS  Il Comitato Paritetico Bilaterale  Concetti base in materia di sicurezza: rischio, pericolo, danno, prevenzione, etc.  Rischi riferiti alle mansioni e i possibili danni sui lavoratori  Misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore/comparto aziendale  Il documento di valutazione dei rischi (DVR) come compito proprio del datore di lavoro  Modelli di valutazione dei rischi confrontabili con le valutazioni esistenti in azienda  Criteri di scelta delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione (DPI)  Strumenti organizzativi: relazione sanitaria del medico competente, riunione periodica annuale  Comunicazione con i lavoratori e rapporti con le varie figure della sicurezza aziendale  Informazione e formazione alla sicurezza

Destinatari

Lavoratori eletti e nominati ad assumere il ruolo di Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS), istituite a livello territoriale o di comparto, aziendale e di sito produttivo, come stabilito all’art. 47 del D. Lgs. 81/08.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo ha come obiettivo quello dare formazione agli RLS nella prevenzione dei rischi e degli infortuni specifici per tutti i macrosettori ateco. Il RLS svolge tutta una serie di compiti molto importanti all'interno dell'azienda, volti a dimostrare un costante interessamento rispetto alla salute e alla sicurezza dei lavoratori. Tale formazione deve permettere al RLS di poter raggiungere adeguate conoscenze circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi, nonché principi giuridici comunitari e nazionali, legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro, principali soggetti coinvolti e relativi obblighi e aspetti normativi della rappresentanza dei lavoratori e tecnica della comunicazione.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
MODULO A PROPEDEUTICO per RSPP/ASPP

CONTENUTI L’approccio alla prevenzione nel d.lgs. 81/08  II sistema legislativo: esame delle normative di riferimento  Il sistema istituzionale della prevenzione  Il sistema di vigilanza e assistenza I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il d.lgs. 81/08 Il processo di valutazione dei rischi Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio  La gestione delle emergenze  La sorveglianza sanitaria Gli istituti relazionali: informazione, formazione, addestramento, consultazione e partecipazione

Destinatari

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP e ASPP) che intendono svolgere la loro funzione presso aziende.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo, relativo al corso generale di base, comune per Responsabili e Addetti al ervizio di prevenzione e protezione, vale per qualsiasi macrosettore, costituisce credito formativo permanente ed è finalizzato ad acquisire elementi di conoscenza relativi a: la normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, i criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici i vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, i loro compiti, le loro responsabilità e le funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori gli aspetti normativi e concettuali, con riferimento ai rischi presenti nei luoghi di lavoro, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze le modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di prevenzione aziendale.

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
MODULO B COMUNE per tutti i settori per RSPP/ASPP

CONTENUTI Tecniche specifiche di valutazione dei rischi a analisi degli incidenti Ambiente e luoghi di lavoro Rischio incendio e gestione delle emergenze  Atex Rischi infortunistici: - Macchine, impianti e attrezzature - Rischio elettrico - Rischio meccanico - Movimentazione merci: apparecchi di sollevamento e attrezzature per trasporto merci - Mezzi di trasporto: ferroviario, su strada, aereo e marittimo Rischi infortunistici: - Cadute dall’alto Rischi di natura ergonomica e legati all’organizzazione del lavoro - Movimentazione manuale dei carichi - Attrezzature munite di videoterminali Rischi di natura psico-sociale - Stress-lavoro correlato - Fenomeni di mobbing e sindrome da burn-out Agenti fisici Agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto Rischi connessi ad attività particolari: - Ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, attività su strada, gestione rifiuti

Destinatari

Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP e ASPP) che intendono svolgere la loro funzione presso aziende appartenenti a tutti i comparti.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo specialistico Modulo B comune ha come obiettivo quello di trasmettere nozioni e prassi e approcci metodologici finalizzati ad acquisire: elementi di conoscenza su legislazione specifica, normativa tecnica e buone prassi per ogni rischio; abilità relative all’adozione di metodi, tecniche e strumenti per la valutazione di ogni rischio specifico finalizzata alla individuazione delle misure di prevenzione e protezione compresi i dispositivi di protezione individuale, la segnaletica e la sorveglianza sanitaria (ove prevista).

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
La conduzione di carrelli elevatori

CONTENUTI Modulo giuridico-normativo Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro con particolare riferimento alle disposizioni in materia di uso delle attrezzature di lavoro (D.Lgs. 81/08) Responsabilità dell’operatore Modulo tecnico Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente Componenti principali dei carrelli semoventi: forche e/o organi di presa, montanti di solleva-mento, posto di guida, dispositivi di segnalazione e controllo, freni, ruote, etc. Dispositivi di comando e di sicurezza e loro funzionamento Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche, sistemi di ricarica batterie

Destinatari

Lavoratori addetti alla conduzione di “carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo”, riconducibili alle seguenti tipologie: - carrelli industriali semoventi; - carrelli semoventi a braccio telescopico; - carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi

Obiettivi dell’apprendimento

Al termine del modulo i lavoratori saranno abilitati alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo – carrelli industriali semoventi. L’art. 73 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. (TUSL) parla di “Informazione, formazione e addestramento” e stabilisce che “il Datore di Lavoro provvede affinchè per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori, incaricati dell’uso, dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza sulle condizioni di impiego delle attrezzature e sulle situazioni anormali prevedibili”. Il comma 5 stabilisce che in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni sono individuate le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.
La conduzione di piattaforme di lavoro elevabili (PLE)

CONTENUTI FORMAZIONE TEORICA Modulo giuridico-normativo Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza sul lavoro con particolare riferimento all’uso di attrezzature di lavoro per lavori in quota (D.Lgs. 81/08)  Responsabilità dell’operatore Modulo tecnico (3 ore)  Tipologie di PLE e descrizione delle componenti strutturali: sistemi di stabilizzazione, livellamento, telaio, torretta girevole, struttura a pantografo/braccio elevabile  Dispositivi di comando e di sicurezza  Controlli da effettuare prima dell’utilizzo: controlli visivi e funzionali  DPI specifici da utilizzare con le PLE: caschi, imbracature, cordino di trattenuta e relative modalità di utilizzo inclusi i punti di aggancio in piattaforma  Modalità di utilizzo in sicurezza e analisi/valutazione dei rischi più ricorrenti nell’utilizzo delle PLE (rischi di elettrocuzione, rischi ambientali, di caduta dall’alto, ecc.)  Procedure operative di salvataggio

Destinatari

Lavoratori addetti alla conduzione di piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE), operanti con e senza stabilizzatori.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo ha l'obiettivo di rendere in grado il lavoratore di condurre piattaforme di lavoro mobili elevabili con sicurezza. L’art. 73 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. (TUSL) parla di “Informazione, formazione e addestramento” e stabilisce che “il Datore di Lavoro provvede affinchè per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione, i lavoratori, incaricati dell’uso, dispongano di ogni necessaria informazione e istruzione e ricevano una formazione e addestramento adeguati, in rapporto alla sicurezza sulle condizioni di impiego delle attrezzature e sulle situazioni anormali prevedibili”. Il comma 5 stabilisce che in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni sono individuate le attrezzature di lavoro, PLE. per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori

Modalità verifica

Si prevede un MOMENTO DI VERIFICA, strutturato in maniera tale da evidenziare e rendere valutabili e misurabili le conoscenze e le abilità acquisite da parte dei partecipanti. Tale verifica consisterà nella somministrazione di un TEST, PROVE o ESERCITAZIONI rispetto alle tematiche trattate durante le lezioni. Al termine del modulo sarà rilasciato un ATTESTATO VALIDO AI SENSI DEL D.LGS 81/08 a coloro i quali abbiano frequentato il 90% delle ore e superato positivamente la verifica finale.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Il modulo verrà erogato in AULA fisica o virtuale (FAD SINCRONA) a piccoli gruppi di lavoratori e si farà ricorso ad una modalità didattica BLENDED che vedrà l’alternanza dei necessari momenti di LEZIONE FRONTALE, finalizzata al trasferimento dei concetti e delle nozioni legate ai temi considerati, a SESSIONI DI LAVORO AD APPRENDIMENTO PRATICO ESPERIENZIALE.

Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e della Brianza, Pavia, Sondrio, Varese,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.