Salute e sicurezza sul lavoro

Un corso di E-WORK SPA.

I settori del commercio, dei servizi e del turismo impiegano ogni anno diversi milioni di operatori, la tutela e sicurezza dei quali sono regolate sia dalla normativa nazionale (D. Lgs 81/08, DM 10/03/98 e s.m.i.), sia da quella Internazionale ai sensi della direttiva quadro 89/391/CE. L’eterogeneità delle mansioni svolte all’interno delle strutture commerciali, di erogazione di servizi e ricettive alberghiere richiede una particolare attenzione rispetto ai criteri formativi e ai dispositivi specifici di cui ciascun addetto necessità per la tutela della propria e altrui sicurezza. L’iniziativa si rivolge a titolari e dipendenti di ogni livello delle piccole e medie imprese. L’impianto didattico complessivo dell’iniziativa è articolato in singoli moduli che consentono di facilitare i processi di apprendimento delle persone già inserite nel mondo del lavoro. I moduli di cui si compone sono coerenti con la normativa vigente e con le finalità, gli obiettivi e le caratteristiche delle realtà coinvolte. Offrono ai lavoratori una formazione generale e specifica in tema di sicurezza e prevenzione dei rischi di livello basso e medio, in conformità alle richieste dell’art. 37 del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011. Il progetto prevede inoltre la formazione del personale di ruolo per i preposti, degli addetti al primo soccorso per le aziende dei gruppi B e C e per la prevenzione incendi secondo la classe di rischio basso e medio delle diverse strutture.

L’iniziativa prevede nel complesso l’erogazione di 9 moduli formativi, della durata variabile da 4 a 12 ore. Obiettivo dell’iniziativa è fornire ai partecipanti la formazione generale in materia di salute e sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro, affrontando i contenuti previsti dal D.Lgs. 81/08 (concetti generali in tema di rischio, danno, protezione e prevenzione, etc.), nonché la formazione specifica in funzione dei rischi riferiti alle mansioni, possibili danni e conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda e alla relativa categoria di rischio, così come definito dall’Accordo Stato – Regioni del 21/12/11. Saranno inoltre affrontate le tematiche relative agli Addetti al Primo Soccorso, per la gestione di un piano di intervento di primo soccorso in conformità a quanto previsto dagli art. 43 e 46 del D. Lgs. 81/08 e al D.M. 388/03, nonché i contenuti per la formazione specifica per la gestione delle emergenze del rischio di incendio conformemente a quanto previsto dal D.M. del 10/03/98. Infine verranno fornite ai partecipanti tutte le conoscenze teorico/pratiche per svolgere il ruolo di Preposto, in conformità a quanto previsto dall’art.37 comma 7 D.Lgs. 81/08 e dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/11, e l’aggiornamento della formazione in materia di sicurezza sul lavoro.

L’iniziativa permette, nel rispetto degli obblighi normativi, l’acquisizione delle competenze relative all’applicazione negli ambienti e nei luoghi di lavoro delle misure di sicurezza generale e specifica (identificazione, riduzione, gestione del rischio, utilizzo dei DPI), antincendio (prevenzione, protezioni, procedure, utilizzo degli estintori), primo soccorso (riconoscere un’emergenza sanitaria, attuare gli interventi di primo soccorso, acquisire capacità di intervento pratico).

L’iniziativa prevede la verifica degli apprendimenti mediante test e/o prova pratica per l’attestazione delle competenze acquisite nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. Per il rilascio dell’Attestato di frequenza è richiesta ai discenti la frequenza di almeno il 90% delle ore di formazione e il superamento di una prova di verifica effettuata tramite test, finalizzata ad accertare le conoscenze e le competenze tecnico-professionali acquisite.

Piero Pirotto

piero.pirotto@e-work.it

FORMAZIONE GENERALE ALLA SALUTE E SICUREZZA PER I LAVORATORI

Il modulo si propone di fornire ai partecipanti la formazione GENERALE in materia di salute e sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro, affrontando i contenuti previsti dal D.Lgs. 81/2008, ovvero i concetti generali in tema di prevenzione, con particolare riguardo agli aspetti relativi ai concetti di rischio e organizzazione della prevenzione in azienda, in conformità alle richieste dell’art.37 del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato Regioni sulla Sicurezza dei Lavoratori. La formazione generale alla salute e sicurezza per i lavoratori si pone l'obiettivo di fare acquisire competenze per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda. La parte generale dovrà essere integrata con una seconda parte, definita secondo la specificità del rischio della mansione svolta dal lavoratore.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello delle piccole e medie imprese.

Obiettivi dell’apprendimento

Obiettivo dell’apprendimento è l’acquisizione dei principi generali in tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro. Gli obiettivi in termini di conoscenze riguardano per lo più gli aspetti normativi della materia, e trattano elementi come l'evoluzione normativa in materia di sicurezza; i principi del D.Lgs 81; le definizioni e i soggetti del sistema di protezione e prevenzione; le responsabilità civili, penali e amministrative. Gli obiettivi in termini di competenze acquisite, invece, riguardano aspetti che potremmo definire più tecnici, ovvero: le tecniche di individuazione, analisi e valutazione dei rischi presenti; le procedure di programmazione e gestione degli interventi di sicurezza; l'utilizzo dei DPI; le procedure per la corretta gestione delle emergenze.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante test a risposta multipla il cui punteggio sarà espresso in centesimi; per considerare superata la prova occorrerà ottenere un punteggio di 100/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento del test, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Formazione a distanza asincrona

Metodologia Lezione in modalità a distanza a-sincrona con supporto di slides. La lezione prevede l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti informatici partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche alla realtà concreta.
FORMAZIONE SPECIFICA ALLA SALUTE E SICUREZZA PER I LAVORATORI – RISCHIO BASSO

Il modulo è rivolto ai lavoratori dipendenti di aziende di categoria rischio BASSO come definito dall’Accordo Stato – Regioni del 21 dicembre 2011 in attuazione dei contenuti in materia di Salute e Sicurezza negli Ambienti e nei Luoghi di Lavoro – D.Lgs. del 09 aprile 2008 n. 81. Il corso si propone, in conformità alle richieste dell’art.37 del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato Regioni sulla Sicurezza dei Lavoratori, di fornire ai partecipanti la formazione SPECIFICA in funzione dei rischi riferiti alle mansioni esercitate in azienda, ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristiche del settore o comparto di appartenenza dell’azienda.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello della piccola e media impresa che presentano una classificazione Ateco di Rischio Basso (Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011).

Obiettivi dell’apprendimento

Obiettivo dell’apprendimento è l’acquisizione dei principi specifici in tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro, l’attività attesa in esito al corso è la contestualizzazione dell'organizzazione e delle procedure di sicurezza aziendale alla propria realtà lavorativa. Gli obiettivi in termini di conoscenze riguardano per lo più gli aspetti normativi della materia, e trattano elementi come riconoscere tutti i rischi presenti nel luogo di lavoro e correlare le lavorazioni e/o i processi nei quali si è coinvolti con le misure di protezione da adottare. Gli obiettivi in termini di competenze acquisite, invece, riguardano aspetti che potremmo definire più tecnici, ovvero: utilizzare in sicurezza le attrezzature e gli strumenti di lavoro, adottare le procedure operative che consentono di minimizzare il rischio di infortunio e di patologie lavoro correlate, adottare procedure adeguate in caso d’infortunio o incendio.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante test a risposta multipla il cui punteggio sarà espresso in centesimi; per considerare superata la prova occorrerà ottenere un punteggio di 100/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento del test riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011).

Modalità formativa

Formazione a distanza asincrona

Metodologia Lezione in modalità a distanza a-sincrona con supporto di slides. La lezione prevede l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti informatici partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche alla realtà concreta.
FORMAZIONE SPECIFICA ALLA SALUTE E SICUREZZA PER I LAVORATORI – RISCHIO MEDIO

Il modulo è rivolto ai lavoratori dipendenti di aziende di categoria rischio ALTO come definito dall’Accordo Stato – Regioni del 21 dicembre 2011 in attuazione dei contenuti in materia di Salute e Sicurezza negli Ambienti e nei Luoghi di Lavoro – D.Lgs. del 09 aprile 2008 n. 81. Il corso si propone, in conformità alle richieste dell’art.37 del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato Regioni sulla Sicurezza dei Lavoratori, di fornire ai partecipanti la formazione SPECIFICA in funzione dei rischi riferiti alle mansioni esercitate in azienda, ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristiche del settore o comparto di appartenenza dell’azienda.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello di piccole e medie imprese che presentano una classificazione Ateco di Rischio Medio (Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011).

Obiettivi dell’apprendimento

Obiettivo dell’apprendimento è l’acquisizione dei principi specifici in tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro, l’attività attesa in esito al corso è la contestualizzazione dell'organizzazione e delle procedure di sicurezza aziendale alla propria realtà lavorativa. Gli obiettivi in termini di conoscenze riguardano per lo più gli aspetti normativi della materia, e trattano elementi come riconoscere tutti i rischi presenti nel luogo di lavoro e correlare le lavorazioni e/o i processi nei quali si è coinvolti con le misure di protezione da adottare. Gli obiettivi in termini di competenze acquisite, invece, riguardano aspetti che potremmo definire più tecnici, ovvero: utilizzare in sicurezza le attrezzature e gli strumenti di lavoro, adottare le procedure operative che consentono di minimizzare il rischio di infortunio e di patologie lavoro correlate, adottare procedure adeguate in caso d’infortunio o incendio.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante test a risposta multipla il cui punteggio sarà espresso in centesimi; per considerare superata la prova occorrerà ottenere un punteggio di 100/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento del test, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazioni pratiche. Le lezioni frontali tradizionali realizzate in aula prevedono l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche acquisite durante la lezione alla realtà concreta.
FORMAZIONE SPECIFICA ALLA SALUTE E SICUREZZA PER I LAVORATORI – RISCHIO ALTO

Il modulo è rivolto ai lavoratori dipendenti di aziende di categoria rischio ALTO come definito dall’Accordo Stato – Regioni del 21 dicembre 2011 in attuazione dei contenuti in materia di Salute e Sicurezza negli Ambienti e nei Luoghi di Lavoro – D.Lgs. del 09 aprile 2008 n. 81. Il corso si propone, in conformità alle richieste dell’art.37 del D. Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato Regioni sulla Sicurezza dei Lavoratori, di fornire ai partecipanti la formazione SPECIFICA in funzione dei rischi riferiti alle mansioni esercitate in azienda, ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristiche del settore o comparto di appartenenza dell’azienda.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello di piccole e medie imprese che presentano una classificazione Ateco di Rischio Alto (Conferenza Stato-Regioni 21/12/2011).

Obiettivi dell’apprendimento

Obiettivo dell’apprendimento è l’acquisizione dei principi specifici in tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro, l’attività attesa in esito al corso è la contestualizzazione dell'organizzazione e delle procedure di sicurezza aziendale alla propria realtà lavorativa. Gli obiettivi in termini di conoscenze riguardano per lo più gli aspetti normativi della materia, e trattano elementi come riconoscere tutti i rischi presenti nel luogo di lavoro e correlare le lavorazioni e/o i processi nei quali si è coinvolti con le misure di protezione da adottare. Gli obiettivi in termini di competenze acquisite, invece, riguardano aspetti che potremmo definire più tecnici, ovvero: utilizzare in sicurezza le attrezzature e gli strumenti di lavoro, adottare le procedure operative che consentono di minimizzare il rischio di infortunio e di patologie lavoro correlate, adottare procedure adeguate in caso d’infortunio o incendio.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante test a risposta multipla il cui punteggio sarà espresso in centesimi; per considerare superata la prova occorrerà ottenere un punteggio di 100/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento del test, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazioni pratiche. Le lezioni frontali tradizionali realizzate in aula prevedono l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche acquisite durante la lezione alla realtà concreta.
ADDETTI ANTINCENDIO PER ATTIVITA’ A BASSO RISCHIO

Il modulo si propone di fornire ai partecipanti la formazione specifica per la gestione delle emergenze, con riferimento alle attività a Basso rischio di incendio. I contenuti del modulo formativo sono conformi a quanto previsto dagli art. 43 e 46 del D.Lgs 81/2008 e al D.M. del 10/03/1998. Articolazione dei contenuti previsti: - L'incendio e la prevenzione: principi della combustione, prodotti della combustione, sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio, effetti dell'incendio sull'uomo, divieti e limitazioni di esercizio, misure comportamentali. - Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio: principali misure di protezione antincendio, evacuazione in caso di incendio, chiamata dei soccorsi. - Estintori portatili e loro utilizzo: presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili, istruzioni sull'uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello di piccole e medie imprese deputati a svolgere la funzione di Addetto antincendio in attività a rischio di incendio basso.

Obiettivi dell’apprendimento

L'Addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze - Rischio BASSO è il soggetto incaricato per l'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio e comunque di gestione delle emergenze. Dovrà intervenire in caso di incendio, controllare e verificare il mantenimento della sicurezza antincendio dei luoghi di lavoro, interfacciarsi con i VVF, utilizzare i DPI. Obiettivo dell’apprendimento è sapere intervenire in caso di incendio e di emergenza, compiendo le seguenti attività: attivazione dei soggetti incaricati per la gestione dell'emergenza, attivazione delle procedure antincendio aziendali per lo spegnimento diretto dell'incendio, attuazione delle procedure di emergenza, comprensione delle possibili dinamiche dell'emergenza, identificazione del luogo e dell'entità dell'incendio.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante un test scritto a risposta multipla e lo svolgimento di una esercitazione pratica; per considerare superato il test occorrerà ottenere un punteggio minimo di 70/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento delle prove, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazioni pratiche. Le lezioni frontali tradizionali realizzate in aula prevedono l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche acquisite durante la lezione alla realtà concreta.
ADDETTI ANTINCENDIO PER ATTIVITA’ A MEDIO RISCHIO

Il modulo fornisce ai partecipanti la formazione specifica per la gestione delle emergenze, con riferimento alle attività a Medio rischio di incendio. I contenuti della formazione sono conformi a quanto previsto dagli art. 43 e 46 del D. Lgs 81/2008 e al D.M. del 10/03/1998. - L'incendio e la prevenzione: principi della combustione, sostanze estinguenti, triangolo della combustione, principali cause di un incendio, misure per prevenire gli incendi. - Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio: misure di protezione, vie di esodo, procedure da adottare in caso di incendio o in caso di allarme, procedure per l'evacuazione, rapporti con i VV.F., sistemi di allarme, segnaletica di sicurezza, illuminazione di emergenza. - Estintori portatili e loro utilizzo: presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi e sulle attrezzature di protezione individuale; esercitazioni sull'uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello di piccole e medie imprese deputati a svolgere la funzione di Addetto antincendio in attività a rischio di incendio medio.

Obiettivi dell’apprendimento

L'Addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze - Rischio MEDIO è il soggetto incaricato per l'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio e comunque di gestione delle emergenze. Dovrà intervenire in caso di incendio, controllare e verificare il mantenimento della sicurezza antincendio dei luoghi di lavoro, interfacciarsi con i VVF, utilizzare i DPI. Obiettivo dell’apprendimento è sapere intervenire in caso di incendio e di emergenza, compiendo le seguenti attività: attivazione dei soggetti incaricati per la gestione dell'emergenza, attivazione delle procedure antincendio aziendali per lo spegnimento diretto dell'incendio, attuazione delle procedure di emergenza, comprensione delle possibili dinamiche dell'emergenza, identificazione del luogo e dell'entità dell'incendio.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante un test scritto a risposta multipla e lo svolgimento di una esercitazione pratica; per considerare superato il test occorrerà ottenere un punteggio minimo di 70/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento delle prove, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazioni pratiche. Le lezioni frontali tradizionali realizzate in aula prevedono l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche acquisite durante la lezione alla realtà concreta.
ADDETTI PRIMO SOCCORSO – Aziende gruppi B-C

Il modulo si propone di fornire ai partecipanti tutte le conoscenze teorico/pratiche degli Addetti al Primo Soccorso, per la gestione di un piano di intervento di primo soccorso nei luoghi di lavoro in conformità a quanto previsto dagli art. 43 e 46 del D. Lgs. 81/2008 e al D.M. 388/03. Articolazione dei contenuti previsti: - Allertare il sistema di pronto soccorso - Riconoscere un'emergenza sanitaria - Attuare gli interventi di primo soccorso - Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro - Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro - Acquisire capacità di intervento pratico.

Destinatari

Il corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello della piccola e media impresa deputati a svolgere la mansione di Addetto al pronto soccorso in aziende di gruppo B e C.

Obiettivi dell’apprendimento

L'addetto al primo soccorso nei luoghi di lavoro - aziende gruppo B, C è il soggetto incaricato a intervenire a seguito di emergenze sanitarie attuando specifiche procedure. Obiettivo dell’apprendimento è effettuare interventi di primo soccorso negli ambienti di lavoro, compiendo le seguenti attività: allertare il sistema di soccorso (riconoscere e comunicare le informazioni circa cause e circostanze dell’infortunio in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza), attuare interventi di primo soccorso (procedure corrette e modalità di sostenimento delle funzioni vitali), interventi pratici (tecniche di rianimazione cardiopolmonare, di tamponamento emorragico, di sollevamento e spostamento del traumatizzato, primo soccorso in casi di esposizione accidentale di agenti chimici e biologici), riconoscere l'emergenza sanitaria (effettuare l’accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato, tecniche di autoprotezione).

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante un test scritto a risposta multipla e lo svolgimento di una esercitazione pratica; per considerare superato il test occorrerà ottenere un punteggio minimo di 70/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento delle prove, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazione pratica di tecniche e metodi d’intervento di primo soccorso, con l’ausilio di un manichino medico con sembianze umane per addestramento. Le metodologie didattiche saranno calibrate di volta in volta sull’utenza e i suoi bisogni di apprendimento. Nel rispetto dell’Art. 3 co. 2 D.M. n. 388 del 15 luglio 2003, la formazione dei lavoratori sarà svolta da personale medico in collaborazione, ove possibile, con il sistema di emergenza del S.S.N.
AGGIORNAMENTO SICUREZZA LAVORATORI

Il corso si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze teorico - pratiche per l’aggiornamento quinquennale obbligatorio in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, come previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. Articolazione dei contenuti: - Aggiornamento della formazione del lavoratore: approfondimenti giuridici e normativi - Aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori - Aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda - Aggiornamento su nuove fonti di rischio e relative misure di prevenzione.

Destinatari

Il Corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello della piccola e media impresa che debbano effettuare l’aggiornamento della formazione specifica obbligatoria in tema di sicurezza sul lavoro (soggetta alle ripetizioni periodiche previste al comma 6 dell'articolo 37 del D. Lgs. 81/08, con riferimento ai rischi individuati ai sensi dell'articolo 28, con cadenza quinquennale).

Obiettivi dell’apprendimento

Il Corso di aggiornamento della formazione specifica obbligatoria in tema di sicurezza sul lavoro (rischio basso/medio/alto), obbligatorio per i lavoratori che hanno seguito il corso di formazione lavoratore con lo stesso livello di rischio, mira a fare acquisire le conoscenze richieste dal Testo unico 81/08.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante test a risposta multipla il cui punteggio sarà espresso in centesimi; per considerare superata la prova occorrerà ottenere un punteggio di 100/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento del test, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 21/12/2011)

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazioni pratiche. Le lezioni frontali tradizionali realizzate in aula prevedono l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche acquisite durante la lezione alla realtà concreta.
CORSO PREPOSTI

Il preposto è il soggetto deputato ad affiancare il datore di lavoro, colui che svolgendo un’opera di controllo, traduce in azione le sue decisioni e che controlla che i dipendenti adeguino a queste il loro comportamento. Il corso si propone di erogare la formazione per la funzione di preposto, il garante operativo della sicurezza sul lavoro per effetto di legge al quale spetta il compito di vigilare affinché le attività operative aziendali vengano svolte secondo le norme. Il corso per preposto comprende la formazione per i lavoratori ed è integrato da una formazione particolare. I contenuti del modulo formativo sono conformi a quanto previsto dal D. Lgs 81/08 e dall’All.II dell’Accordo Stato-regioni del 7 Luglio 2016.

Destinatari

Il Corso si rivolge ai dipendenti di ogni livello della piccola e media impresa deputati a ricoprire la figura di preposto, il garante operativo della sicurezza sul lavoro in azienda.

Obiettivi dell’apprendimento

La formazione alla salute e sicurezza per preposti si propone di fare acquisire conoscenze relative alla normativa vigente e competenze tecnico professionali per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda. La formazione dà credito formativo permanente. La formazione alla sicurezza per preposto deve essere aggiuntiva a quella per i lavoratori. Obiettivi dell’apprendimento sono l’individuazione dei fattori di rischio e gli interventi di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori: analisi, individuazione e valutazione di tutti i fattori di rischio connessi alla specifica attività aziendale; riconoscimento delle figure preposte alla sicurezza aziendale e relativi profili di responsabilità; verifica dell'attuazione di misure di prevenzione e protezione per la diminuzione dei rischi. Coinvolgimento delle figure del sistema di prevenzione e protezione aziendale; contestualizzazione dell'organizzazione e delle procedure di sicurezza aziendale alla realtà lavorativa.

Modalità verifica

FREQUENZA e PROFITTO: L’apprendimento sarà valutato mediante test a risposta multipla il cui punteggio sarà espresso in centesimi; per considerare superata la prova occorrerà ottenere un punteggio di 100/100. Al termine del modulo i partecipanti che avranno frequentato almeno il 90% delle ore di formazione, in caso di superamento del test, riceveranno un Attestato di frequenza con esito positivo (nel rispetto dei requisiti previsti dall’Accordo Stato-regioni del 7/7/2016).

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia Lezione frontale con supporto di slides e dimostrazioni pratiche. Le lezioni frontali tradizionali realizzate in aula prevedono l’utilizzo da parte dei docenti di strumenti partecipativi che rendono il processo dell’apprendimento più interattivo, attraverso esercitazioni e test per rinforzare ed applicare le nozioni teoriche acquisite durante la lezione alla realtà concreta.

Alessandria, Asti, Belluno, Bergamo, Biella, Brescia, Cagliari, Carbonia-Iglesias, Como, Cremona, Cuneo, Lecco, Lodi, Mantova, Medio Campidano, Milano, Monza e della Brianza, Novara, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Padova, Pavia, Rovigo, Sassari, Sondrio, Torino, Treviso, Varese, Venezia, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Verona,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.