Soft skills a supporto di una cultura organizzativa agile

Un corso di UMANA FORMA SRL.

In seguito ad una mappatura multisettoriale delle aziende a livello nazionale, Umana Forma ha raccolto fabbisogni formativi trasversali a diversi territori in cui dispone di più sedi operative e di un presidio commerciale capillare che garantiscono un contatto diretto con le imprese. L’elaborazione del presente percorso è frutto perciò della raccolta di dati territoriali dai quali è emerso che per gestire le rapide evoluzioni dei nuovi scenari lavorativi, le organizzazioni (circa il 44% delle intervistate) hanno iniziato a valutare sempre di più i lavoratori sulla base dei loro atteggiamenti, approcci relazionali e comportamenti. A fronte di un 24% di aziende per le quali risultano di primaria importanza le competenze tecniche e di un 30% che attenziona in particolare quelle digitali, cresce l’importanza delle competenze trasversali e la ricerca di risorse resilienti, che sappiano gestire problemi nuovi, costruire relazioni efficaci e motivare i propri team di lavoro. Per tali ragioni, è stata ideata la presente iniziativa costruita su una logica modulare per permettere alle aziende di accedere, secondo le proprie effettive esigenze, a qualsiasi intervento di cui essa si compone: Conoscere se stessi per sviluppare autoefficacia e leadership Gestione dello stress e orientamento all'obiettivo Gestione del conflitto Capitalizzazione dell'errore: trasformare il fallimento in successo Intelligenza emotiva: andare oltre le proprie competenze tecniche

Nel report The Future of the Jobs si stima che entro il 2025 la metà della forza lavoro dovrà adeguare le proprie competenze alle trasformazioni a cui è sottoposto il mercato per effetto dello sviluppo tecnologico. Il nuovo scenario lavorativo comporterà l’acquisizione di nuove capacità, multidisciplinari e trasversali, da combinare a quelle di base e tecniche. In quest’ottica, saranno sempre più richieste competenze quali il pensiero critico e analitico, la risoluzione dei problemi, la resilienza, la tolleranza allo stress e la flessibilità. Nel tentativo di munire le aziende di riferimenti concettuali e operativi per far fronte ai mutamenti organizzativi, tecnologici e culturali che interesseranno il mondo del lavoro, e coerentemente con il target di destinatari identificato in figure di alto profilo, l’iniziativa nasce con l’obiettivo di favorire all’interno delle imprese un cambiamento a livello di cultura organizzativa e non solo di singoli beneficiari degli interventi.
Per tali ragioni, gli obiettivi formativi della presente iniziativa sono:
-Fornire ai partecipanti chiavi di lettura e strumenti operativi per gestire le persone con cui si collabora, motivandole, valorizzandole e capitalizzandone gli insuccessi
-Sviluppare il quoziente emotivo per riconoscere e gestire in modo consapevole le proprie emozioni e quelle altrui
-Acquisire le tecniche per gestire le espressioni di tensione e di stress all’interno del team facilitando il raggiungimento di obiettivi comuni

Costruire, condurre e promuovere relazioni efficaci
Consolidare la consapevolezza del proprio stile di leadership.
Valorizzare gli errori come occasione di crescita per il singolo e per la squadra
Individuare i fattori generatori di stress e gli impatti sui comportamenti
Trasformare un conflitto in un’opportunità di confronto
Dare massima espressione alla collaborazione e il lavoro di squadra e di conduzione del gruppo all’interno di un team

Attraverserà trasversalmente l’intero intervento il processo di valutazione delle competenze che si configura come l’individuazione dei cambiamenti generati dalla formazione nelle performance dei destinatari attraverso prove pratiche e verifiche elaborate dal docente.
L’ATTESTAZIONE rilasciata dal Soggetto Erogatore Umana Forma è costituita dalla messa in trasparenza delle competenze sviluppate per mezzo dell’azione formativa, mutuando i Repertori Regionali di riferimento.

CHIARA TRINCO

progettazione@umanaforma.it

Gestione del Conflitto

Il presente modulo intende affrontare gli elementi fondamentali per imparare a leggere le situazioni conflittuali e aumentare la consapevolezza della propria modalità di relazionarsi all’interno delle stesse. Il corso fornirà perciò gli strumenti per riconoscere le reali situazioni di conflitto, per saperle prevenire e affrontare assumendo un atteggiamento positivo, proattivo e costruttivo. Attraverso la continua alternanza di momenti teorici e di esercitazioni pratiche, i contenuti in cui si articolerà il modulo sono: Riconoscere e prevenire situazioni conflittuali Differenze tra contrasto e conflitto Esercitazione: comunicare un contenuto critico Esercitazione: individuare gli elementi che facilitano/ostacolano la relazione professionale Diversi approcci alla gestione del conflitto Abilità personali nella gestione dei conflitti Tecniche di ascolto e di comunicazione in situazione di conflitto Role Play a partire da casi problematici realmente vissuti, con inversione di ruolo

Destinatari

In coerenza con gli obiettivi e i contenuti previsti dall’intervento e in virtù del carattere trasversale del tema in oggetto, i destinatari previsti per questo modulo potranno essere figure professionali appartenenti a qualsiasi livello aziendale, dai vertici dirigenziali sino alle operations e alla front line. Ad ogni modo, è auspicata la partecipazione di quelle figure che, a prescindere dal livello di inquadramento, hanno la responsabilità di governare un gruppo di lavoro o di gestire il personale, risolvendo sul nascere eventuali conflitti e contribuendo al miglioramento della convivenza lavorativa e della collaborazione. Il target dei destinatari è costituito da capiprogetto, capiufficio o coordinatori con funzioni di leadership e responsabilità nella gestione dei team. L’eterogeneità dei partecipanti, in termini di mansioni e seniority, favorirà lo scambio di prospettive e di esperienze diverse in un’ottica di cross contamination, in particolare durante le esercitazioni.

Obiettivi dell’apprendimento

Obiettivo di apprendimento principale del modulo è sviluppare nei partecipanti le competenze per riconoscere e analizzare all’interno dei propri contesti organizzativi le reali situazioni di conflitto, saperle prevenire assumendo un atteggiamento positivo per lavorare con soddisfazione personale e professionale, imparando anche a riconoscere il disaccordo come una opportunità di esercizio del pensiero e pertanto di crescita di sé, del proprio team di lavoro e dell’organizzazione, all’interno di una logica win-win che favorisce una trasformazione creativa delle situazioni conflittuali. Più nello specifico, il modulo mira a fornire ai partecipanti gli strumenti e le metodologie per comprendere le cause di un conflitto, individuare i meccanismi che alimentano i disaccordi, riconoscere le fasi di sviluppo del conflitto, applicare opportune strategie di gestione del conflitto e adottare meccanismi per trasformarlo in un’occasione per maturare e migliorarsi.

Modalità verifica

La verifica degli apprendimenti si configura come l'individuazione dei cambiamenti generati dalla formazione nelle performance dei destinatari e avverrà in itinere attraverso prove pratiche e al termine del modulo con una prova di verifica che accerta l’acquisizione completa dei contenuti. L’ATTESTAZIONE rilasciata dal Soggetto Erogatore Umana Forma è costituita dalla messa in trasparenza delle competenze sviluppate per mezzo dell’azione formativa, mutuando i Repertori Regionali di riferimento.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Metodologia La metodologia adottata è l’Action Learning che contribuirà allo sviluppo delle abilità e competenze traguardo attraverso l'esperienza concreta, in quanto le conoscenze apprese saranno subito applicate nelle esercitazioni/role play previste dal modulo. L’Action Learning infatti permette una sperimentazione attiva delle tecniche e degli strumenti proposti secondo il metodo try and error e incoraggia una partecipazione diretta degli allievi, favorendo un processo di self-development degli stessi.
Intelligenza emotiva: andare oltre le proprie competenze tecniche

Il presente modulo si configura come un percorso finalizzato a trasmettere tecniche di gestione e di valorizzazione del potenziale emotivo che facilitino l’adozione di comportamenti funzionali al contesto organizzativo. L’intervento, che prevede sia focus teorici che attività pratiche ed esercitazioni, impatterà sensibilmente sulla qualità delle relazioni professionali e sull’aumento dell’engagement aziendale. I contenuti sui quali il modulo si strutturerà sono: Come le emozioni influiscono sulle performance lavorative Padronanza di sé mediante il dominio delle emozioni Esercitazione: riconoscere le proprie emozioni e narrarle L’empatia: la capacità di ascoltare e comprendere le esigenze e i sentimenti altrui Il cooperative learning Esercizi di team building Emozioni e contesto lavorativo La gestione delle emozioni negative al lavoro Esercitazione a partire da casi vissuti: focalizzare situazioni stressogene e associarvi l’emozione corrispondente Resilienza e capacità di adattamento

Destinatari

In coerenza con gli obiettivi e i contenuti previsti dall’intervento e in virtù del carattere trasversale del tema in oggetto, i destinatari previsti per questo modulo potranno essere figure professionali appartenenti a qualsiasi livello aziendale, dai vertici dirigenziali sino alle operations e alla front line. Ad ogni modo, è auspicata la partecipazione di quelle figure che, a prescindere dal livello di inquadramento, hanno la responsabilità di governare un gruppo di lavoro o di gestire il personale e che necessitano di lavorare in gruppo e devono saper gestire imprevisti, conflitti o criticità di carattere emotivo. Il target dei destinatari è costituito da capiprogetto, capiufficio o coordinatori con funzioni di leadership e responsabilità nella gestione dei team. L’eterogeneità dei partecipanti, in termini di mansioni e seniority, favorirà lo scambio di prospettive e di esperienze diverse in un’ottica di cross contamination, in particolare durante le esercitazioni.

Obiettivi dell’apprendimento

Gli obiettivi di apprendimento del modulo sono fornire ai partecipanti dapprima i riferimenti teorici, anche di natura psicologica e neuroscientifica, e contestualmente gli strumenti pratici per approfondire la conoscenza di sé stessi e sviluppare le proprie capacità di "intelligenza emotiva" affinché apprendano come gestire efficacemente le relazioni professionali con colleghi e collaboratori massimizzando il proprio e l’altrui contributo al raggiungimento degli obiettivi aziendali. In particolare, il modulo mira a favorire nei partecipanti lo sviluppo di competenze comportamentali che permettano loro di comprendere e valorizzare l’importanza del potenziale emozionale per gestire e motivare colleghi e collaboratori e di lavorare con le emozioni per trasformare in energia positiva anche gli stati di ansia e di stress, aumentando, di conseguenza, le performance lavorative e migliorando sensibilmente la qualità delle relazioni professionali.

Modalità verifica

La verifica degli apprendimenti si configura come l'individuazione dei cambiamenti generati dalla formazione nelle performance dei destinatari e avverrà in itinere attraverso prove pratiche e al termine del modulo con una prova di verifica che accerta l’acquisizione completa dei contenuti. L’ATTESTAZIONE rilasciata dal Soggetto Erogatore Umana Forma è costituita dalla messa in trasparenza delle competenze sviluppate per mezzo dell’azione formativa, mutuando i Repertori Regionali di riferimento.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La metodologia adottata è l’Action Learning che contribuirà allo sviluppo delle abilità e competenze traguardo attraverso l'esperienza concreta, in quanto le conoscenze apprese saranno subito applicate nelle esercitazioni/role play previste dal modulo. L’Action Learning infatti permette una sperimentazione attiva delle tecniche e degli strumenti proposti secondo il metodo try and error e incoraggia una partecipazione diretta degli allievi, favorendo un processo di self-development degli stessi.
Conoscere se stessi per sviluppare autoefficacia e leadership

Il presente modulo supporterà i discenti nell’analisi delle proprie potenzialità, dei concetti di ruolo, responsabilità e competenza, e nello sviluppo di autostima, autoefficacia e motivazione per adottare un approccio proattivo e protagonista nella realtà professionale. Il modulo alternerà momenti teorici allo svolgimento di esercitazioni pratiche e attività di gruppo, che contribuiranno ad un’acquisizione profonda e spendibile dei contenuti e all’autoriflessione, attraverso i seguenti contenuti: Drivers della self-efficacy Acquisire consapevolezza di sé stessi Esercitazione: progettare e creare un’immagine di sé nel futuro attraverso uno sketchbook I propri valori come base del proprio agire intenzionale Esercitazione di gruppo: la tecnica del reframing per l’elaborazione di nuove interpretazioni Gestire le emozioni come innesco positivo delle proprie azioni I fattori motivazionali e le emozioni del team di lavoro Esercitazione: elaborare un piano di sviluppo personale e di team

Destinatari

Considerando gli obiettivi del percorso e la trasversalità delle competenze oggetto della formazione, i POTENZIALI DESTINATARI saranno referenti aziendali di organizzazioni che operano in diversi settori. Il corso è rivolto a quanti siano interessati a lavorare sulle proprie competenze soft, in particolare sulla consapevolezza circa la propria autoefficacia. Più nello specifico, in ambito organizzativo, il target group ideale per la partecipazione al corso è rappresentato da figure manageriali e team leader di diverse aree aziendali ed in generale da tutte le risorse che hanno l’esigenza professionale o personale di gestire efficacemente lo stress quotidiano per raggiungere i propri obiettivi personali professionali acquisendo: -una maggiore consapevolezza che aiuta a superare i propri limiti motivazionali e le false percezioni della realtà quotidiana; -modalità efficaci, sostenibili e potenti per focalizzarsi e guidarsi verso gli obiettivi desiderati.

Obiettivi dell’apprendimento

Il principale obiettivo di apprendimento del modulo è fornire ai destinatari le competenze trasversali per identificare e valutare i propri punti di forza e di debolezza, riflettendo sulle proprie aspirazioni e sulla propria capacità di intervento nelle situazioni sia private che professionali. Più nel dettaglio, il modulo consentirà ai partecipanti di adottare un approccio orientato all’autoconsapevolezza di sé e all’autoefficacia, passando dall'analisi del proprio potenziale alle strategie per tradurlo in performance e soffermandosi sulle tecniche e gli strumenti per massimizzare la propria efficacia e guidare il proprio team e l’organizzazione stessa al raggiungimento degli obiettivi. Ulteriore obiettivo del modulo, infatti, è sviluppare nei partecipanti le competenze proprie di un leader, affinché essi siano in grado di condizionare positivamente il contesto in cui si opera, influenzando e stimolando alla crescita anche il proprio team di lavoro.

Modalità verifica

La verifica degli apprendimenti si configura come l'individuazione dei cambiamenti generati dalla formazione nelle performance dei destinatari e avverrà in itinere attraverso prove pratiche e al termine del modulo con una prova di verifica che accerta l’acquisizione completa dei contenuti. L’ATTESTAZIONE rilasciata dal Soggetto Erogatore Umana Forma è costituita dalla messa in trasparenza delle competenze sviluppate per mezzo dell’azione formativa, mutuando i Repertori Regionali di riferimento.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La metodologia adottata è l’Action Learning che contribuirà allo sviluppo delle abilità e competenze traguardo attraverso l'esperienza concreta, in quanto le conoscenze apprese saranno subito applicate nelle esercitazioni/role play previste dal modulo. L’Action Learning infatti permette una sperimentazione attiva delle tecniche e degli strumenti proposti secondo il metodo try and error e incoraggia una partecipazione diretta degli allievi, favorendo un processo di self-development degli stessi.
Gestione dello stress e orientamento all’obiettivo

Il presente modulo si struttura come un percorso finalizzato a rafforzare nei partecipanti la capacità di preservare un equilibrio psicofisico, mantenendo focus e motivazione al risultato e coltivando la resilienza per raggiungere obiettivi più complessi e ambiziosi. Il modulo è costruito in due macro-sezioni: la prima analizzerà strumenti e strategie per conseguire obiettivi professionali sia personali che di team, la seconda indagherà le tecniche per impedire allo stress di impattare sulle prestazioni lavorative. Secondo questo ordine, i contenuti affrontati dal modulo sono: Tecniche per pianificare e gestire gli obiettivi Allenare la propria motivazione La dimensione sociale: la tenacia è contagiosa Esercitazione: sviluppare il controllo delle proprie azioni verso l’obiettivo Gli effetti dello stress sulla performance Gestione della complessità per aumentare forza e resistenza Esercitazione di gruppo: tecniche per il potenziamento dell’autocontrollo a partire da casi reali/vissuti

Destinatari

Considerando gli obiettivi del percorso e la trasversalità delle competenze oggetto della formazione, i POTENZIALI DESTINATARI saranno referenti aziendali di organizzazioni che operano in diversi settori. Il corso è rivolto a quanti siano interessati a lavorare sulle proprie competenze soft, in particolare sull'orientamento al risultato e sullo sviluppo di un approccio resiliente. In particolare, il target group ideale per la partecipazione al corso è rappresentato da figure manageriali (Quadri, Middle Management, Project Manager) e team leader, delle diverse aree aziendali, che devono sviluppare le competenze trasversali per definire e perseguire con perseveranza obiettivi individuali, ma anche di gruppo, di lungo periodo, e più in generale tutte le figure professionali che desiderano investire sull’accrescimento di competenze trasversali, secondo un approccio manageriale, che influenzeranno le qualità personali e le relazioni interpersonali.

Obiettivi dell’apprendimento

Il modulo si pone l’obiettivo di sviluppare nei destinatari le competenze per perseguire con efficacia e perseveranza gli obiettivi, individuali o di gruppo, che ci si è posti nel medio e lungo termine, evitando azioni e comportamenti non strategici e casuali e gestendo le situazioni di stress connesse all’insorgere di avversità o fallimenti temporanei. Il modulo, perciò, mira ad accompagnare i partecipanti a definire buoni obiettivi professionali e aziendali, elaborando strategie e tattiche per raggiungerli e sviluppando l’attitudine a perseguire il miglioramento continuo grazie anche ad un approccio resiliente volto a gestire le avversità e lo stress ad esse collegato come chiave per performare meglio e affrontare con più serenità gli imprevisti, le avversità e i cambiamenti che caratterizzano in modo costante le realtà professionali ma anche il contesto socioeconomico in generale, riuscendo ad ottimizzare così il proprio rendimento e quello dell’azienda.

Modalità verifica

La verifica degli apprendimenti si configura come l'individuazione dei cambiamenti generati dalla formazione nelle performance dei destinatari e avverrà in itinere attraverso prove pratiche e al termine del modulo con una prova di verifica che accerta l’acquisizione completa dei contenuti. L’ATTESTAZIONE rilasciata dal Soggetto Erogatore Umana Forma è costituita dalla messa in trasparenza delle competenze sviluppate per mezzo dell’azione formativa, mutuando i Repertori Regionali di riferimento.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La metodologia adottata è l’Action Learning che contribuirà allo sviluppo delle abilità e competenze traguardo attraverso l'esperienza concreta, in quanto le conoscenze apprese saranno subito applicate nelle esercitazioni/role play previste dal modulo. L’Action Learning infatti permette una sperimentazione attiva delle tecniche e degli strumenti proposti secondo il metodo try and error e incoraggia una partecipazione diretta degli allievi, favorendo un processo di self-development degli stessi.
Capitalizzazione dell’errore: trasformare il fallimento in successo

Il presente modulo intende illustrare ai partecipanti le diverse dinamiche dell’errore e le trappole della mente che lo generano, attraverso un percorso di studio nei bias cognitivi e le euristiche del pensiero, al fine di disvelare il valore pedagogico dell’errore. Il modulo insisterà inoltre sul pensiero laterale, come efficace allenamento al rovesciamento del punto di vista che aiuterà a sviluppare una maggiore flessibilità mentale. Alla luce di quanto detto, i contenuti trattati all’interno del modulo sono: Le radici di un errore La rivalutazione positiva dell’errore L’errore scientifico vs filosofico Esercitazione: I bias cognitivi - video e test per guardare da vicino i propri processi mentali Pensieri lenti e pensieri veloci: come incidono sulla deriva esponenziale di un errore Esercitazione: Reverse Brainstorming: ragionare al contrario, per uscire dagli automatismi di pensiero Il visual problem solving: carta e penna per entrare nel ruolo del Solution Expert

Destinatari

In coerenza con gli obiettivi e i contenuti previsti dall’intervento e in virtù del carattere trasversale del tema in oggetto, i destinatari previsti per questo modulo potranno essere figure professionali appartenenti a qualsiasi livello aziendale, dai vertici dirigenziali sino alle operations e alla front line. Ad ogni modo, è auspicata la partecipazione di alti profili chiamati a trasmettere alle proprie risorse il giusto approccio comportamentale per trasformare ogni errore in una opportunità di crescita, rielaborandolo in chiave creativa e innovativa. Il target group ideale per la partecipazione al corso è rappresentato da figure manageriali (Quadri, Middle Management, Project Management) e team leader che possono commettere errori nel loro lavoro e che necessitano di intervenire anche a livello di mindset, su un modo diverso di intendere gli errori in un’ottica di valorizzazione e di capitalizzazione degli stessi, diffondendo questo nuovo paradigma all’interno dell’organizzazione.

Obiettivi dell’apprendimento

L’obiettivo del modulo è permettere ai partecipanti di apprendere le principali tecniche per rileggere, valutare e gestire gli errori al fine di acquisire maggiore autostima e motivazione personali. Nello specifico, gli obiettivi di apprendimento previsti sono: aumentare il grado di accettazione dell’errore, classificare le differenti tipologie di errore, individuare gli errori ricorrenti e attivare meccanismi di correzione, sviluppare una sana cultura dell’errore. Il modulo, volto più all’apprendimento che non all’insegnamento, mira inoltre a favorire nei discenti lo sviluppo di un nuovo approccio per riconoscere ed accettare i propri sbagli senza che questi interferiscano negativamente sulle azioni e sul benessere personali. Partendo dall’idea che ogni fallimento è in realtà un passo verso il successo, il modulo rappresenta l’occasione per imparare ad elaborare il trauma di un insuccesso nell’attuale mondo del lavoro, trasformando l’errore in un patrimonio da capitalizzare.

Modalità verifica

La verifica degli apprendimenti si configura come l'individuazione dei cambiamenti generati dalla formazione nelle performance dei destinatari e avverrà in itinere attraverso prove pratiche e al termine del modulo con una prova di verifica che accerta l’acquisizione completa dei contenuti. L’ATTESTAZIONE rilasciata dal Soggetto Erogatore Umana Forma è costituita dalla messa in trasparenza delle competenze sviluppate per mezzo dell’azione formativa, mutuando i Repertori Regionali di riferimento.

Modalità formativa

Lezioni frontali (Aula tradizionale)

Formazione a distanza sincrona

Metodologia La metodologia adottata è l’Action Learning che contribuirà allo sviluppo delle abilità e competenze traguardo attraverso l'esperienza concreta, in quanto le conoscenze apprese saranno subito applicate nelle esercitazioni/role play previste dal modulo. L’Action Learning infatti permette una sperimentazione attiva delle tecniche e degli strumenti proposti secondo il metodo try and error e incoraggia una partecipazione diretta degli allievi, favorendo un processo di self-development degli stessi.

Ancona, Ascoli Piceno, Belluno, Bergamo, Bologna, Bolzano/Bozen, Brescia, Como, Cremona, Fermo, Ferrara, Forlì-Cesena, Frosinone, Gorizia, Latina, Lecco, Lodi, Macerata, Mantova, Milano, Modena, Monza e della Brianza, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Pesaro e Urbino, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio nell'Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Sondrio, Terni, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verona, Vicenza, Viterbo,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.