Stressed out?

Un corso di FIDIA SRL.

Il percorso formativo, della durata di 11 ore, è finalizzato a far acquisire strumenti e metodi a supporto di una corretta gestione dei comportamenti aziendali, finalizzata al miglioramento della qualità del lavoro ed all’incremento del personale livello di benessere organizzativo. La finalità del corso consiste, nello specifico, nel far acquisire ai partecipanti competenze trasversali e manageriali in grado di garantire: 1) livelli di operatività e produttività elevati; 2) adeguati livelli di benessere e soddisfazione personale e professionale all’interno dell’organizzazione. La presenza di situazioni di stress, intesa come reazione generica dell’organismo rispetto alle richieste a cui viene sottoposto, può infatti generare, se eccessiva e continuativa, manifestazioni di sintomatologie, fisiche oltre che emotive, che possono incidere in maniera significativa tanto sulla qualità della vita quanto sulle prestazioni lavorative. All’interno di questa cornice tematica il percorso si articolerà nei seguenti temi, dettagliati alla successiva sezione di descrizione del modulo: - stress, conflitti, temporality: definizioni e relazioni; - la genesi dello stress: quando nasce e perché; - costruzione della mappa personale delle situazioni che generano stress; - tecniche assertive per prevenire lo stress; - i modelli di comportamento nel conflitto; - crescere come mediatori conflittuali; - tecniche di prevenzione dello stress e dell’emotività; - il progetto di sviluppo personale.

La finalità del percorso è quella di dotare i partecipanti di strumenti e abilità volte a prevenire, oltre che gestire, situazioni di stress in grado di incidere negativamente su qualità della vita lavorativa ed efficienza delle prestazioni.
Lo stress è una risposta individuale, una reazione di adattamento a stimoli diversi, di natura emotiva, cognitiva o sociale, che la persona percepisce come eccessivi. Questo significa che un evento stressante per qualcuno potrebbe non esserlo per altri e che uno stesso evento, in fasi di vita diverse, può risultare più o meno stressante.
Per tali ragioni il percorso identifica come obiettivi specifici i seguenti:
– sviluppare la capacità di gestire con efficacia le situazioni di conflitto, la rabbia, lo stress e non cedere alla tentazione del multitasking;
– imparare ad analizzare i meccanismi psicologici legati allo stress e alla gestione dei conflitti sia a livello interpersonale che organizzativo;
– apprendere tecniche smart di gestione dello stress e dei conflitti;
– saper attuare consapevolmente meccanismi in grado di tutelare la la salute del lavoratore e la produttività aziendale;
– riguadagnare la capacità di concentrazione, osservazione del contesto, gestione dello stress e quindi la propria efficacia nel raggiungere i risultati con soddisfazione;
– riguadagnare la consapevolezza che i nostri schemi mentali a volte ci intrappolano e la capacità di sperimentare nuove vie attraverso il cambio di prospettiva.

Il percorso prevede lo sviluppo delle seguenti competenze:
– essere in grado di identificare le situazioni che generano stress e disagio;
– saper sviluppare azioni coerenti ed efficaci di fronte agli obiettivi personali;
– essere in grado di utilizzare tecniche di comunicazione, verbale e non verbale, volte a minimizzare la tensione;
– essere in grado di attivare processi comunicativi basati sull’empatia;
– saper utilizzare tecniche di comunicazione assertiva per la prevenzione dello stress.

La valutazione dell’apprendimento sarà così strutturata:
1) realizzazione di simulazioni e role play costruiti ad hoc per osservare, attraverso i comportamenti agiti, i concetti acquisiti durante il modulo grazie all’utilizzo di check list costruite ex ante;
2) redazione del report di valutazione complessiva del livello di apprendimento;
3) dichiarazione delle competenze acquisite, finalizzata a restituire tracciabilità alla storia del professionale lavoratore.

Antonella Falluto

antonella.falluto@fidiaweb.net

STRESSED OUT?

Il modulo, articolato in tre sessioni da 4, 4 e 3 ore, è finalizzato a far acquisire strumenti e metodi per prevenire lo stress, gestire le situazioni di criticità, migliorare la qualità del lavoro ed incrementare il personale livello di benessere organizzativo. Per tali finalità il percorso sviluppa i seguenti contenuti didattici: - il mindful check per rompere gli automatismi; - abbandonare le preoccupazioni; - concentrarsi in mezzo al caos; - relazione tra stress e gestione dei tempi di lavoro; - differenza tra eustress e distress; - individuazione delle fonti di stress personali; - tecniche di prevenzione dello stress; - rapporto tra emozione e stress; - la genesi del conflitto organizzativo - la mappa personale delle situazioni conflittuali; - i modelli di comportamento nel conflitto; - tecniche assertive di gestione conflittuale; - esercizi per rilassare corpo e mente; - essere capaci di osservare ciò che accade; - il progetto di sviluppo personale.

Destinatari

Il percorso, in ragione della trasversalità dei contenuti e degli obiettivi di apprendimento, si rivolge a: - lavoratori che ricoprono ruoli di natura organizzativo-manageriale e che individuano nella necessità di innovare le modalità di approccio al lavoro una imprescindibile priorità; - lavoratori interessati a potenziare la propria capacità di resilienza per incrementare il livello di occupabilità individuale e favorire la diffusione di pratiche e comportamenti innovativi ed aggiornati; - lavoratori che rilevano la necessità di implementare approcci maggiormente efficienti ed innovativi rispetto ai processi organizzativi quotidianamente gestiti. I destinatari del percorso sono pertanto figure, di qualsiasi livello e settore economico, che trasversalmente rispetto agli inquadramenti da CCNL o alle specifiche mansioni, operano all’interno di gruppi di lavoro o comunque in staff a funzioni incaricate di assumere quotidianamente decisioni importanti per la vita delle organizzazioni.

Obiettivi dell’apprendimento

Il progetto risponde a due esigenze distinte e complementari: 1) sviluppare la capacità di mettere in opera comportamenti professionali in grado di favorire il benessere organizzativo; 2) fornire competenze non cognitive inerenti allo sviluppo di atteggiamenti orientati alla cooperazione ed al miglioramento dei processi comunicativi. L’azione formativa sottesa al progetto rappresenta per la proposta un valore aggiunto particolarmente significativo, perché investe su una leva (motivazione e benessere) in grado di trasformare i risultati “didattici” in atteggiamenti e comportamenti atti a supportare il processo di change management e a favorire la strategia di crescita aziendale. L’obiettivo del progetto formativo è quindi quello di sviluppare capacità comunicative e di gestione della relazione, al fine di aumentare la consapevolezza dell’importanza che la qualità della comunicazione assume nell’integrazione di efficienza delle prestazioni e benessere organizzativo.

Modalità formativa

Formazione a distanza sincrona

Metodologia In coerenza con il target e con gli obiettivi dichiarati il percorso prevede lo sviluppo di una metodologia che prevede l’alternanza armonica di lezione tradizionale e didattica esperienziale utilizzando la modalità dell’attività a distanza sincrona. Attraverso la didattica esperienziale si consentirà di partire da esperienze vissute o potenzialmente esperibili, ma comunque fortemente connesse alla realtà dei partecipanti, attraverso le modalità di role play, simulazioni, auto-casi, casi.

Milano,

Contatta l’Ente manifestando l’interesse

Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.